I migliori Manga del 2019 – Parte 1

Il 2019 è stato un anno eccezionale per i manga in Italia. Scopriamo in questo articolo quali sono i migliori, suddivisi per categoria

I migliori Manga del 2019 - Parte 1

Dopo le top 10 sui migliori videogiochi e sui migliori anime del 2019, per la prima volta su Akiba Gamers arriva anche la classifica dei migliori manga giunti sugli scaffali delle librerie italiane nell’anno appena trascorso. A differenza dei precedenti due, data la presenza di differenti tipologie di serie che non ci andava di mischiare in unico calderone, abbiamo deciso di suddividere l’articolo in due parti.

Nella prima, quella che leggerete in questo articolo, verranno elencati i migliori manga delle seguenti categorie “minori”:

  • Miglior volume unico, per i manga raccolti e pubblicati originariamente in un solo volume
  • Miglior miniserie, per i manga raccolti e pubblicati originariamente in un numero di volumi superiore a 1 ma inferiore a 5
  • Miglior serie conclusa, per le opere che si sono concluse nel 2019, ma che non sono miniserie o volumi unici
  • Miglior serie in corso, per le serie la cui pubblicazione in Italia è iniziata prima del 2019 ed è tuttora in corso
  • Miglior ripescaggio, per il manga già pubblicato nel nostro paese ma che meritava una ristampa/riedizione vista la sua assenza sugli scaffali
  • Miglior edizione, ovvero il manga che ha ricevuto il miglior trattamento editoriale (materiali, traduzione, etc.) per la sua pubblicazione

Per ragioni di lunghezza, in questa prima parte abbiamo deciso di commentare solo i vincitori di ogni categoria, ma saranno presenti anche le menzioni d’onore per i manga che non sono arrivati al primo posto.

Nella seconda parte troverete invece una nuova top 10 per le migliori novità manga del 2019, ovvero i titoli che sono giunti sul mercato italiano per la prima volta nell’anno corrente, e che non rientrano in nessuna delle categorie citate in precedenza.

DISCLAIMER: le classifiche riflettono i miei gusti personali e si basano sulle opere che ho effettivamente comprato e letto nel corso del 2019. È superfluo quindi ricordarvi che, se non trovate il vostro manga preferito fra quelli menzionati, è perché non l’ho ritenuto meritevole, oppure più semplicemente perché non sono riuscito a leggerlo.

Ma non dilunghiamoci oltre, ecco i vincitori di ogni categoria!

MIGLIOR VOLUME UNICO – Getenrou

(Masakazu Ishiguro, Dynit)

Getenrou

Il miglior volume unico dell’anno appena passato è Getenrou di Masakazu Ishiguro, giunto sui nostri scaffali grazie a Dynit nella sua collana Showcase, che sin dalla sua inaugurazione nel marzo 2018 ci ha regalato tante soddisfazioni. L’opera in questione è un piccolo capolavoro sci-fi magistralmente sceneggiato, che in soli 9 capitoli fonde abilmente commedia, dramma, thriller, e profonde riflessioni di natura etica e sociale, in un crescendo rossiniano che culmina in un finale inaspettato e molto potente. I disegni non brillano per virtuosismo, ma sono perfettamente al servizio della storia. Un manga consigliatissimo nonostante l’edizione non si distingua per il suo rapporto qualità-prezzo, discorso valido per tutti i titoli della collana (purtroppo). In ogni caso, l’autore è da tenere d’occhio, soprattutto adesso che Star Comics ha annunciato il suo ultimo manga, HEAVENLY DELUSIONS.

Menzioni d’onore: Visione d’Inferno, La dote della sposa, Il pene del senpai

MIGLIOR MINISERIE – La Canzone di Apollo

(Osamu Tezuka, GOEN)

La Canzone di Apollo

Se siete dei lettori di manga non occasionali avrete sentito nominare almeno una volta Osamu Tezuka. Si tratta dopotutto del “Dio dei manga”, l’uomo senza il quale probabilmente il fumetto giapponese non esisterebbe, oppure sarebbe molto diverso da come lo conosciamo oggi. Ebbene, nel 2019 l’editore RW (con la sua etichetta GOEN) ha rimediato a una grave mancanza e ha portato per la prima volta in Italia uno dei capolavori del maestro. La Canzone di Apollo è un manga bellissimo, sorprendente, il prodotto di un autore in stato di grazia e all’apice della sua creatività, che cattura il lettore in un vortice di emozioni, e che rappresenta una vera e propria ode a quel sentimento universale che è l’Amore. I disegni di Tezuka potrebbero non incontrare il favore di tutti per via dello stile rétro e della loro apparente basilarità, ma sono dannatamente espressivi e ci regalano vignette di grande impatto. Un’opera senza tempo, a maggior ragione se si pensa che è stata pubblicata in patria nel 1970 e che si tratta di un manga shōnen. Imprescindibile!

Menzioni d’onore: Underwater, Zankyō, Verso la Terra, In questo angolo di mondo, Il cuore di Thomas

MIGLIOR SERIE CONCLUSA – Gideon of the 3rd

(Tarō Nogizaka, Planet Manga)

Gideon of the 3rd

Nel 2019 si sono concluse, in Italia, molte serie manga meritevoli, per esempio Our Little Sister di Akimi Yoshida (l’autrice di BANANA FISH), uno dei migliori slice of life degli ultimi anni, e Dorohedoro di Q Hayashida, un pezzo da novanta della scuderia Panini Comics/Planet Manga il cui esordio risale al lontano 2003. Tuttavia, dopo una scelta abbastanza sofferta, ho deciso di andare controcorrente e di premiare per questa categoria l’ultimo, sorprendente lavoro di uno dei mangaka più sottovalutati del moderno panorama fumettistico giapponese: Tarō Nogizaka, di cui Panini Comics ha già pubblicato nel nostro paese LA TORRE FANTASMA. Gideon of the 3rd è la nuova, inconfutabile dimostrazione delle abilità di questo autore nel saper mescolare sapientemente dramma e commedia, serietà e leggerezza, momenti profondi e situazioni ai limiti del trash, e nella creazione di personaggi memorabili, all’interno di una cornice affascinante come quella della Rivoluzione Francese. Se vi piacciono il genere, il periodo storico e le rivisitazioni, dovete assolutamente prendere in considerazione questo manga.

Menzioni d’onore: Happiness, Our Little Sister, Dorohedoro

MIGLIOR SERIE IN CORSO – Golden Kamui

(Satoru Noda, J-POP Manga)

Golden Kamui

Giunto in patria al ventesimo volume, nel momento in cui scrivo questo articolo, e qui da noi al 18 grazie a J-POP Manga, che ha iniziato a pubblicarlo nel 2016, Golden Kamui di Satoru Noda (qui trovate la nostra recensione della serie animata) si conferma un vero capolavoro e uno dei migliori seinen storici d’azione mai scritti. Nonostante qualche imperfezione, come i dialoghi prolissi e gli intermezzi culinari, questo pluripremiato manga è un western nipponico di altissimo livello, una girandola di emozioni, sparatorie e spettacolari scene d’azione, condite con un tocco pulp e una buona dose di autoironia. Ma è anche un atto d’amore da parte dell’autore nei confronti del periodo storico, della natura incontaminata e di una cultura, quella degli Ainu, molto affascinante e raramente affrontata nei manga moderni. Consigliato senza se e senza ma!

Menzioni d’onore: Vinland Saga, I Giorni della Sposa, Dead Dead Demon’s Dededededestruction, Un marzo da leoni

MIGLIOR RIPESCAGGIO – Slam Dunk

(Takehiko Inoue, Planet Manga)

Slam Dunk

Dopo la conclusione della splendida edizione d/visual e il fallimento di quest’ultima, i diritti di Slam Dunk, seminale opera di Takehiko Inoue che ha rivoluzionato il concetto di manga sportivo negli anni ‘90, per il mercato italiano sono rimasti nel limbo per quasi sette anni. Per fortuna, le cose sono cambiate nel 2019 grazie a Panini Comics che ha iniziato a pubblicare il manga in una nuova edizione con copertine disegnate appositamente dall’autore, una traduzione aggiornata e una nuova suddivisione dei capitoli. Al di là del trattamento ricevuto, che poteva essere ancora migliore, quello che conta è che questa pietra miliare del fumetto giapponese sia tornata nuovamente disponibile sugli scaffali di librerie e fumetterie italiane, pronta per essere scoperta e letta dalle nuove generazioni. Qui potete trovare la nostra recensione del primo volume.

Menzioni d’onore: L’Immortale, Il Clan dei Poe, La Fenice, Yotsuba&!, Lamù, Banana Fish

MIGLIOR EDIZIONE – JOJONIUM

(Hirohiko Araki, Star Comics)

JOJONIUM

Il 2019 è stato un anno bellissimo per i fan del longevo manga Le Bizzarre Avventure di JoJo. Il papà della serie, Hirohiko Araki, è stato infatti uno degli ospiti di punta del Lucca Comics and Games, per la prima volta nella sua carriera. Se siete curiosi, qui potete trovare il reportage del nostro incontro con il mangaka. Per celebrare questo eccezionale evento, Star Comics, l’editore delle opere di Araki, si è prodigato in numerose iniziative, e ha realizzato il sogno di molti appassionati: portare JOJONIUM in Italia. Questa edizione di pregio delle prime the saghe del manga (PHANTOM BLOOD, BATTLE TENDENCY, STARDUST CRUSADERS) è il miglior trattamento che la saga potesse ricevere, e un acquisto obbligatorio per i collezionisti e i fan più accaniti del brand. Potete trovare maggiori dettagli nella nostra recensione del primo volume.

Menzioni d’onore: Sailor Moon Eternal Edition, Il Clan dei Poe, Dororo Omnibus, In questo angolo di mondo

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessio Micheloni
Figura mitologica, ossessionata da tutto ciò che proviene dal Giappone, che ama districarsi abilmente fra mille impegni e buoni propositi che non realizzerà mai. Quando non impugna un controller, si diletta a guardare anime e leggere manga di dubbio gusto. Tendenzialmente ti vuole bene, soprattutto se gli parli delle serie Trails, Ys e Utawarerumono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games