DRAGON BALL SUPER: BROLY – Recensione dell’Anime Comics

Dopo cinema e home video, il film Dragon Ball Super: Broly arriva nelle fumetterie italiane in formato cartaceo con DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS

DRAGON BALL SUPER: BROLY – Recensione dell’Anime Comics

Ebbene, signore e signori, ci siamo! Dopo averlo ammirato sul grande schermo, e dopo averlo accolto nelle nostre abitazioni in formato home video, l’acclamato film animato Dragon Ball Super: Broly completa il suo ciclo approdando anche in formato cartaceo attraverso il formato meglio conosciuto con il nome di Anime Comics.

Dopo La Battaglia degli Dei e La Resurrezione di F, l’editore Star Comics ci delizia anche con DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS, un prodotto ibrido che racchiude in sé l’essenza della celebre e apprezzatissima pellicola animata e la propone, attraverso una carrellata di fotogrammi, sulle pagine di un vero e proprio manga. Un’uscita immancabile aggiungerei, quantomeno considerando che ad oggi Star Comics può vantare di aver pubblicato nel corso degli anni tutta la filmografia della serie Dragon Ball a fumetti. Davvero un traguardo notevole!

La storia narrata dal film, e riportata in questo Anime Comics, è una sorta di mash-up fra tre dei passati film, in cui sono stati ripresi e rielaborati alcuni degli avvenimenti più importanti narrati, per essere poi assemblati insieme come un bellissimo puzzle, proposto infine agli spettatori. Così, è riuscito a risultare un prodotto fresco e nuovo, quasi come se fosse veramente la prima volta in cui ci troviamo davanti a questi particolari eventi.

DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS

DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS si apre ovviamente con un piccolo salto nel passato, negli ultimi istanti di esistenza del Pianeta Vegeta, popolato dalla razza guerriera Saiyan comandata proprio da Re Vegeta. Una visita inaspettata di Re Cold getta però l’intero pianeta in subbuglio, specialmente quando questo annuncia l’intenzione di ritirarsi e di lasciare il controllo di tutto nelle mani del figlio Freezer, colui che ben presto si farà conoscere per lo spietato tiranno galattico quale è. Da questo momento la storia inizia a complicarsi. Oltre ai problemi esterni giocano un ruolo molto importante anche quelli interni, con lo stesso Re Vegeta che, temendo il notevole livello di forza combattiva mostrata dal piccolo Broly, figlio di Paragas, e abbastanza irritato dalla differenza con il sangue del suo sangue Vegeta, deciderà di inviarlo su un pianeta ostile all’insaputa del padre, il quale appena scoperto il fattaccio cercherà di raggiungerlo in ogni modo e giurerà vendetta al suo Re.

Cinque anni dopo, Bardak fa ritorno sul Pianeta Vegeta in seguito a una missione, e insospettendosi per tutte le navi spaziali dell’armata di Freezer che orbitano intorno al pianeta, decide di seguire il proprio istinto e di salvare quantomeno i propri figli. Sebbene ancora piccoli, Radish e Vegeta si trovano attualmente in missione su di un pianeta nemico, quindi fuori pericolo, mentre il piccolissimo Kakarot, che ancora si trova incubato all’interno dell’abitazione dei genitori, viene inviato la stessa notte su un pianeta lontano, un luogo tecnologicamente arretrato i cui abitanti sono dotati di scarso potere combattivo, conosciuto con il nome di Terra. A niente serviranno gli sforzi di Bardak quando, appurato l’intento di Freezer, deciderà di usare le proprie forze per distruggere quella terribile Sfera Letale che eliminerà un intero pianeta e spazzerà via un’intera razza.

Gli anni passano, regalando al piccolo Kakarot una spettacolare avventura di cui abbiamo potuto godere nel corso della serie, dal principio fino alla fine del Torneo del Potere visto in Dragon Ball Super. Goku e Vegeta si stanno tenendo in allenamento sfidandosi l’uno contro l’altro, quando una fugace chiamata di Trunks dalla Capsule Corporation avverte che le Sfere del Drago raccolte da Bulma e attualmente custodite in un posto ritenuto sicuro sono state trafugate da quelli che, a tutti gli effetti, sono scagnozzi dell’esercito di Freezer. Rintracciate le sfere e arrivati sul luogo, il duo Saiyan si imbatterà proprio nel tiranno galattico e dovranno fare i conti con la sorpresa che questo ha preparato proprio per loro: Broly, il Saiyan selvaggio dall’enorme potere combattivo sopravvissuto tutto questo tempo in un pianeta ostile in cattività. Una sfida mozzafiato e senza esclusione di colpi, trasformazioni e tecniche speciali sta per iniziare, e Goku e Vegeta dovranno unire le loro forze per riuscire a sventare anche questa minaccia.

Quello che mi ha molto colpito della pellicola quando ho avuto il piacere di vederla al cinema in Giappone per la prima volta è stato il particolare stile di animazione proposto, molto diverso dalla qualità superba a cui ci avevano abituato gran parte degli episodi del Torneo del Potere in Dragon Ball Super ma comunque molto intrigante e piacevole alla vista, un qualcosa che continua a regalare freschezza e novità all’insieme. Quando mi sono ritrovato a sfogliare questo Anime Comics, devo ammettere la mia sorpresa è raddoppiata nel vedere quanto questo particolare stile di animazione si sposi in modo perfetto con il formato di un fumetto. Sebbene in altri Anime Comics sia facile capire che si tratta comunque di fotogrammi, ammetto che in questo caso la linea di confine è davvero molto sottile. Anche le scene in computer grafica, unico mio pensiero al momento del suo annuncio, riescono a esprimersi senza problemi tra le pagine di questo volumone di oltre 350 pagine senza sfigurare in alcun modo, lasciando come unico, piccolo neo alcuni errori nei dialoghi per nomi e tecniche.

Chiude, come ciliegina sulla torta, l’interessantissima intervista al regista Tatsuya Nagamine, quattro pagine di dettagli per tutti i fan della serie interessati a scoprire i particolari legati a questa pellicola, e una serie di domande e risposte nientemeno che a lui, il maestro Akira Toriyama.

L’Anime Comics che non ti aspetti

DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICSDRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS è un must, non solo nella collezione di tutti coloro che hanno adorato il film stesso, ma anche in quella di tutti i fan di Goku e compagni. Devo esser totalmente sincero: sebbene non sia mai stato un grande amante di questo particolare formato, li ho sempre acquistati, ora come all’epoca (essendo fan sia di Dragon Ball che di Yu Yu Hakusho, di certo non potevano mancare nella mia collezione), e sebbene fossero di buona fattura e davvero interessanti nel loro insieme, non mi hanno mai veramente colpito.

L’interesse mi è tornato proprio di recente, visto il grande lavoro che Star Comics ha fatto sia con La Battaglia degli Dei che con La Resurrezione di F, o anche con il recente ONE PIECE: Strong World, ma ammetto che al momento è proprio questo, dedicato alla pellicola animata Dragon Ball Super: Broly, quello che mi ha impressionato maggiormente. E adesso? Non ci resta che attendere l’arrivo di un nuovo lungometraggio per aggiungere in collezione sia l’edizione home video che rispettivo Anime Comics.

Acquista DRAGON BALL SUPER BROLY – ANIME COMICS su Amazon a un prezzo speciale.

Consigliato a tutti gli amanti del film

Roberto Fuccini
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.
Playasia - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*