Hikikomori per forza: cosa giocare in isolamento

A causa dell’emergenza sanitaria COVID-19 siamo tutti costretti a restare in casa. Quale momento migliore per approfittarne e dedicarci al gaming più sfrenato? Ecco i consigli della redazione!

Hikikomori per forza: cosa giocare in isolamento

Con l’emergenza sanitaria ormai tramutata in pandemia globale, noi videogiocatori italiani non possiamo far altro che trasformarci in quelli che la società giapponese chiama Hikikomori. Costretti in casa, spesso per scelta, a fare ciò che più ci piace per tutto l’arco della giornata: giocare e guardare anime e serie TV. Con questo articolo la redazione di Akiba Gamers vi consiglia alcuni giochi da scoprire, recuperare o rigiocare in queste terribili settimane di reclusione.

Fra scelte piuttosto scontate per alcuni di noi e scelte decisamente inaspettate, ecco i giochi accuratamente selezionati da ciascuno di noi.

DRAGON BALL Z: KAKAROT

DRAGON BALL Z: KAKAROT

Consigliato da Kurama (Roberto Fuccini)

Un buon modo per passare la quarantena in ottima compagnia è DRAGON BALL Z: KAKAROT, l’ultimo titolo dedicato alla celebre opera del maestro Akira Toriyama per PlayStation 4, Xbox One e PC tramite Steam che ha inaugurato questo 2020. Sebbene la storia del manga non venga narrata nella sua interezza, come il nome stesso indica, riusciremo a rivivere la parte di storia che l’anime raccoglie sotto Dragon Ball Z. Si tratta comunque di una porzione di gioco davvero longeva, divertente e strapiena di cose da fare. Immaginatela come una sorta di maratona della serie in prima persona, condita da qualche interessante extra.

In attesa dell’arrivo dei nuovi contenuti, in parte già anticipati da qualche rivista nipponica, tuffarsi nel mondo di Goku e compagni per rivivere le loro avventure può far passare del tempo come nulla fosse!

MONSTER HUNTER WORLD: ICEBORNE

MONSTER HUNTER WORLD: ICEBORNE

Consigliato da Faith (Federico Schirru)

Se volete passare una serata divertente con i vostri amici, pur stando comodamente ognuno sul proprio divano per via della quarantena, uno dei migliori titoli è senza ombra di dubbio MONSTER HUNTER WORLD: ICEBORNE, espansione disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC. Che siate un cacciatore esperto oppure un novizio nel mondo delle gigantesche creature create da CAPCOM, il divertimento non mancherà sicuramente. Nonostante sia possibile anche giocarlo in solitaria, o con giocatori sparsi per tutto il mondo, il modo migliore per affrontare quest’avventura è stare in chiamata con un gruppo di amici fidati con cui andare a caccia, migliorare le proprie strategie scegliendo tra le tantissime armi presenti all’interno del titolo o semplicemente collezionare materiali per creare nuove armature.

Non dimentichiamoci inoltre che il 23 marzo verrà rilasciato un nuovo aggiornamento per la versione console del titolo, che introdurrà i temibili Furious Rajang e Raging Brachydios. Mentre gli utenti PC potranno divertirsi con i tantissimi eventi in programma per le prossime settimane.

Maratona DARK SOULS

DARK SOULS

Consigliata da Theryer (Lorenzo Repetto)

Okay, ammetto che in un periodo come questo, titoli come quelli di FromSoftware, se giocati in solitaria, portano tutto tranne che il buonumore. DARK SOULS I, II e III però cambiano faccia se giocati in compagnia tramite la co-op online, specialmente se si è in più di due: ecco che in quel caso ognuno può provare una build particolarmente cazzara o normalmente non efficace, forti del fatto che in tre si riuscirà comunque a superare qualsiasi ostacolo: i momenti di grande ilarità nascono proprio da questo, e da tutte le volte che qualcuno è precipitato in modo stupido da qualche trave sospesa. Nonostante i giochi siano ormai vecchi di qualche anno, DARK SOULS REMASTERED ha risolto tanti dei problemi del primo capitolo legati al comparto multiplayer, rendendo la connessione con i propri amici davvero semplice.

Eccovi uno spunto: io e due miei amici stiamo facendo proprio questa maratona e archiviato DARK SOULS nei primi giorni, stiamo affrontando ora DARK SOULS II. La nostra squadra: Divino Otelma (Stregonerie oscure), Sant’Antonio (Piromanzie), Bud Spencer (Forza).

The Yakuza Remastered Collection

The Yakuza Remastered Collection

Consigliato da Zechs (Alessandro Semeraro)

Proprio qualche giorno fa ho portato a termine YAKUZA 5, il terzo e ultimo capitolo contenuto in questa lunga e appassionante trilogia per PlayStation 4. Che si tratti solo di un paio di settimane oppure di qualche mese, The Yakuza Remastered Collection (disponibile sia in formato fisico che in digitale) sarà in grado di intrattenervi per tante, tantissime ore, con trame appassionanti, missioni secondarie esilaranti e mini-giochi in grado di distrarvi nelle maniere più disparate. Ammesso, tuttavia, che abbiate già portato a termine Yakuza 0, Kiwami e Kiwami 2, altrimenti il consiglio è quello di partire dal principio.

Se possedete una Xbox One, inoltre, vi consiglio di abbonarvi al servizio Game Pass: fra gli innumerevoli spunti interessanti per passare il periodo di quarantena trovate anche Yakuza 0, riconosciuto universalmente come il miglior esponente della saga di Kazuma Kiryu.

Shadow of the Colossus

Shadow of the Colossus

Consigliato da Akkarin (Francesco Mastrorosa)

Lo so, stare in quarantena è noioso. Bisogna stare chiusi in casa, perché uscendo potremmo incontrare qualcuno che potrebbe infettarci, starnutendoci addosso perché… boh, però capita. Sarebbe meraviglioso poter uscire di casa e farsi lunghe passeggiate in giro senza aver paura di incontrare nessuno. Beh, ma si può! Infatti, grazie alla versione remake di Shadow of the Colossus, gratis per questo mese per i fieri possessori dell’abbonamento a PlayStation Plus, avrete un intero, gigantesco mondo a disposizione, in compagnia del fido cavallo Agro e del cadavere che state provando a resuscitare. Ah, potreste incontrare qualche colosso, ma ehi, chi non risica…

Se anche aveste già giocato alla versione che il Team Ico sviluppò per PS2, non perdetevi assolutamente questo remake, perché le ovvie migliorie grafiche lo rendono un gioco del tutto nuovo, degno di essere giocato e rigiocato, così da superare le prove a tempo e ottenere tutti i trofei disponibili. E poi oh, è gratis.

The Seven Deadly Sins: Grand Cross

The Seven Deadly Sins: Grand Cross

Consigliato da Kisu (Guido Avitabile)

Se non aveste voglia di accendere la console e recuperare uno dei tanti titoli usciti negli scorsi mesi, potete gettarvi sull’ultimo gatcha di BANDAI NAMCO Entertainment, direttamente sul vostro dispositivo mobile. The Seven Deadly Sins: Grand Cross è disponibile su iOS e Android da circa dieci giorni e già si staglia tra le migliori produzioni per cellulari del publisher. Ripercorrendo le vicende dell’anime e del manga, ci troviamo davanti ad un RPG a turni con una meccanica di carte semplice ed intuitiva. Il titolo è molto generoso coi premi, regalando gemme e biglietti per evocare nuove unità quotidianamente. Inoltre, nel caso non conosciate la serie e il gioco vi piacesse, potete recuperare le prime tre stagioni dell’anime su Netflix!

Potrete scaricare gratuitamente The Seven Deadly Sins: Grand Cross su dispositivi iOS tramite App Store e su dispositivi Android tramite Google Play Store.

La saga di KINGDOM HEARTS

KINGDOM HEARTS III / SQUARE ENIX

Consigliata da Serj (Giacomo Favilla)

Vi è mai capitato di pensare alla serie di KINGDOM HEARTS attratti dalla voglia di giocarla ma avete sempre rinunciato perché con il passare degli anni il numero dei capitoli è lievitato in maniera esponenziale, smorzando di botto qualsiasi buon proposito per la mancanza di tempo? Ecco, la quarantena potrebbe essere un’ottima occasione per recuperare una delle saghe più amate degli ultimi anni, il punto d’incontro fra l’universo Disney e il mondo di FINAL FANTASY. Un lungo viaggio durato 18 anni e che si è concluso recentemente con l’uscita del DLC ReMind di KINGDOM HEARTS III che chiude una volta per tutte il ciclo di Xehanort, l’eterno rivale di Sora e dei suoi amici.

L’uscita su Xbox One rappresenta un’occasione ghiotta anche per quei giocatori che per un motivo o per l’altro hanno preferito la console Microsoft rispetto alla rivale di casa Sony, ritrovandosi finalmente tutta la saga al completo, dalle collection al terzo capitolo, incluso gratuitamente nel Game Pass. E vista la mole di giochi siamo convinti che questa quarantena vi “volerà” senza accorgervene.

Fire Emblem: Three Houses

Fire Emblem: Three Houses

Consigliato da Harinezumi (Cristina Ciocchetti)

Con la quarantena nazionale ormai finalizzata e obbligatoria per tutti, abbiamo tanto, troppo tempo libero e spesso ci vengono pensieri poco incoraggianti. Quale modo migliore per tenere occupata la testa se non con un bel gioco strategico alla portata sia di neofiti che di veterani? Fire Emblem: Three Houses è perfetto per accompagnare le lunghe giornate costretti dentro casa. A parte gli elaborati scontri a scacchiera che ci accompagneranno in questa mirabolante avventura a più scenari, che grazie alle sue meccaniche collaudate riesce non solo ad accontentare gli esperti ma anche i novellini della serie, troviamo tante di quelle attività e contenuti secondari da assicurarci ore incollate al video fra pesci da prendere, piante da coltivare, tornei, e soprattutto socializzazione con i propri studenti a suon di regali, attività extracurricolari e tanto… tanto… tè da sorseggiare con i propri beniamini. Sia che amiate o che odiate tutti questi contenuti, le cose da fare abbondano comunque, e non faticherete ad innamorarvi dei protagonisti di questo grandioso gioco. (Attenzione, può causare dipendenza!)

Se vi servissero degli ulteriori motivi che vi spingano verso l’ultimo titolo della celebre saga Nintendo potete trovare tanti dettagli nella nostra approfondita recensione.

Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout

Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout

Consigliato da The Joker (Alessio Micheloni)

In giorni di quarantena forzata come questi, dove tutte le certezze del mondo intorno a te sono improvvisamente crollate e dove ci sarà bisogno di stringere i denti per parecchio tempo, è necessario esorcizzare l’attesa evadendo in mondi lontani e fantastici. E cosa si può trovare di meglio di quelli dei JRPG? In questi giorni ho iniziato, su Nintendo Switch, Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout, l’ultimo esponente della longeva saga di GUST e KOEI TECMO GAMES. È il primo Atelier che gioco e in molti mi hanno consigliato questo titolo per approcciarmi alla serie, date le numerose novità che hanno svecchiato le meccaniche dei capitoli precedenti. Probabilmente non potevo scegliere momento migliore per cominciarlo: l’atmosfera e la grafica colorata mi hanno conquistato dopo pochi minuti, sembra un mondo immerso in un’estate perenne dove splende sempre il sole. E anche i personaggi, pur nei loro clichés, mi sono subito entrati in simpatia.

Se siete appassionati di JRPG e cercate un gioco rilassante, divertente e spensierato, date una possibilità ad Atelier Ryza: Ever Darkness & the Secret Hideout. Non ve ne pentirete!

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Consigliato da Akira (Claudio Pavia)

Quando ci si ritrova costretti a rimanere a casa senza avere più il privilegio di uscire in totale libertà noi non possiamo fare nient’altro che affidarci alla nostra immaginazione per tornare a scoprire mondi nuovi ed inesplorati. The Legend of Zelda: Breath of the Wild, portando avanti gli stessi ideali che hanno ispirato Shigeru Miyamoto per la realizzazione del suo primo Zelda, è un gioco capace di restituire al videogiocatore la libertà perduta consentendogli di vagare per ore e ore fra le meravigliose terre di Hyrule. Grazie ad una cura maniacale per i dettagli, Hyrule viene dunque esaltata rendendo ogni singolo punto della mappa un luogo di interesse, e che nasconde al suo interno un numero incredibile di tesori e riferimenti al passato della saga. L’esplorazione oltre ad essere incredibilmente piacevole e longeva torna ad essere dopo molti anni la vera colonna portante del gioco, diventando talmente preponderante che a volte il giocatore si dimenticherà della quest principale e si immergerà perdendo la cognizione del tempo in tutti gli anfratti di quello che senza ombra di dubbio è un titolo assolutamente imperdibile per ciascun videogiocatore.

Ancora non vi siete immersi nella prima avventura di Link per Nintendo Switch? Se avete dei dubbi potete consultare la nostra ricchissima recensione per scoprire tutti i dettagli sull’ultimo capitolo della saga.

Ape Escape 2

Ape Escape 2

Consigliato da LordLando (Nicholas Chirico)

In questi giorni difficili, delicati e spossanti di quarantena obbligatoria, viene spontaneo rispolverare vecchi classici: il videogioco per eccellenza dell’età d’oro di casa Sony, di quando PlayStation 2 era la padrona indiscussa del mercato e, per favorirne lo sviluppo, una delle IP più apprezzate della PSX ottenne il proprio sequel con Ape Escape 2. Spesso e volentieri un secondo capitolo è la versione sbiadita e/o annacquata del titolo di partenza ma non è il caso di Ape Escape 2: puro e semplice miglioramento di una formula già in partenza perfetta, che richiedeva soltanto spirito d’adattamento e ingegno nell’utilizzo di gadget, così da poter acchiappare le scimmie col retino. Dovendo indicativamente restare in casa, un portale spaziale capace di spostare nelle ambientazioni più variegate e ispirate a luoghi reali, è un vero e proprio toccasana. Correre sul filo di una parete in pendenza con un hula-hop in Spagna, cercare scimmie su una nave di pirati su cui si è capitati per poi inseguirle in un vulcano, fino ad affrontare cinque scimmie speciali in scontri epici. Ape Escape 2 inoltre dispone di una grandissima varietà di collezionabili: siano essi strisce a fumetti, colonne sonore o ancora, mini-giochi che spaziano dal rhythm al costruire una squadra di calcio irriverente con le scimmie catturate.

Un gioco che ancora oggi mantiene uno smalto invidiabile, indipendentemente dall’amarcord, nonostante i diciotto anni trascorsi, che una volta terminato fa venire voglia di ricominciarlo da capo, ancora e ancora fino a imparare ogni livello a memoria. Ape Escape è disponibile su PlayStation Store, acquistabile al prezzo di 9,99 € e compatibile con la vostra PlayStation 4.

What Did I Do To Deserve This, My Lord?

What Did I Do To Deserve This, My Lord?

Consigliato da Hiruma (Riccardo Piras)

Per questa specifica lista ho cercato tra la mia memoria un titolo che facesse passare le ore velocemente divertendosi senza stancarsi. Tra le miriadi di videogiochi pensati è tornato in mente il piccolo capolavoro di NIS America uscito su PSP ormai dieci anni fa, ovvero What Did I Do To Deserve This, My Lord?. Nel gioco impersoneremo il Dio della Distruzione e dovremo, picconando delle pietre, creare la vita all’interno del nostro dungeon ottimizzando la fauna di mostri per poterci difendere dalle cariche degli eroi di turno (che il più delle volte saranno una parodia degli eroi degli action game e della cultura fantasy). Prima che gli eroi possano entrare sarà nostra cura nascondere il personaggio di Badman, divenuto la mascotte della serie, in un posto poco accessibile, per evitare che gli eroi possano catturarlo e portarlo alla luce del sole fuori dal dungeon. Naturalmente i mostri creati attaccheranno gli eroi e più andremo avanti con il gioco più avremo a disposizione mortali nuovi creature da disporre contro i nuovi eroi, sempre più impegnativi da sconfiggere.

Frustrante all’inizio, una volta capiti i meccanismi del gioco non lo lascerete più, anche grazie alle classiche musiche che diventeranno facilmente un vostro nuovo tormentone. Se avete una PlayStation Portable o una PlayStation Vita a prender polvere potrete portarvi a casa il primo capitolo e il sequel al prezzo di 9,99 € dal PlayStation Store.

eFootball PES 2020

eFootball PES 2020

Consigliato da BaSS (Francesco Bellomo)

Che io sia una persona molto indecisa sui titoli da giocare non è una novità. Per fortuna da qualche mese a questa parte sono un felice possessore di Xbox One e fierissimo abbonato al servizio Game Pass Ultimate. Grazie a tutto ciò sono riuscito a placare la mia indecisione avendo a disposizione almeno 100 titoli tra cui scegliere. Dal mese di dicembre, tuttavia, ce n’è uno in particolare che mi sta accompagnando durante questo difficile periodo che stiamo vivendo, un titolo di cui non avete mai letto prima sul nostro sito, sin dagli albori, sin da quando Alessandro aveva ancora i capelli e Riccardo era solo un povero pastore sardo. Parlo di eFootball Pro Evolution Soccer 2020. Ebbene sì, KONAMI stavolta mi ha conquistato, è riuscita a compiere quel sorpasso tanto ho aspettato e sperato, è finalmente riuscita a ricevere meno critiche di EA Games e la licenza della Juventus. Il team di PES non ha introdotto nuove modalità di gioco, concentrandosi sul miglioramento del fattore simulazione portandolo a un altissimo livello. Mi sono divertito specialmente con Master League: guidare il Sassuolo con Ruud Gullit fino a vincere la Coppa Italia è stato emozionante, avvincente e soprattutto appagante.

La versione Xbox One purtroppo non supporta le patch create dai fan e quindi non potremo inserire maglie e stemmi per le squadre non licenzate. Tutto ciò ha generato un leggero effetto nostalgia, un ricordo di quando giocavo a Pro Evolution Soccer 5 sulla prima Xbox mentre tutti i miei amici sfondavano le porte e gli stadi a PES 6, grazie ad Adriano e al suo 99 in potenza di tiro. Stronzi.


E voi? Quali giochi state affrontando in questo periodo di isolamento? Quali consigliereste ai vostri amici e conoscenti? In alternativa al pad potete sempre scegliere una serie animata fra quelle che vi consigliamo di vedere.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Avatar
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, cinema e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*