Dal Giappone, la “Cooking Mama” che ci meritiamo

Dal Giappone la “Cooking Mama” che ci meritiamo

Il popolo giapponese non smette mai di stupirci, dopo Marina Fujiwara con le sue invenzioni inutili e Atarime che usa calcolatrici come strumenti musicali, è il momento di presentarvi Mama, che ci saprà deliziare con numerose e appetitose ricette giapponesi e non, degustazioni di snack locali e video per stimolare l’ASMR (Autonomous Sensory Meridian Response). Particolarità del suo canale è il contorno che accompagna tutte queste deliziose ricette: la sua onnipresente e generosissima scollatura.

Il suo canale si chiama ママはお料理勉強中 (Mama wa o ryōri benkyō-chū ovvero Mama impara a cucinare) e pone noi fruitori d’oltreoceano dinanzi a due sfide: la prima è capire il giapponese, perché il canale e le didascalie che accompagnano le sue ricette sono completamente nella sua lingua madre senza alcuna traduzione. La seconda è quella di riuscire a rimanere concentrati senza distogliere l’attenzione dai passaggi da seguire. Per non farci mancare nulla, la tenera Mama (e futura mamma) affronterà di petto delle piccole sfide, dove cercherà di tenere in equilibrio vari oggetti sul proprio décolleté.

Vogliamo riconoscere che la sua Carbonara non è poi così pessima: gli ingredienti sono quelli che si possono trovare più facilmente in Giappone, il procedimento pecca di qualche accorgimento, ma qui in Italia abbiamo visto anche di peggio.

Facciamo i migliori auguri a Mama per il suo canale e per la sua gravidanza.

Mama wa o ryōri benkyō-chū – Carbonara

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Francesco Bellomo
Autore dei meme più memorabili, responsabile di pubbliche relazioni e marketing, è noto per il suo irraggiungibile odio verso FINAL FANTASY XV e per la trademark phrase che accompagna ogni suo video sul nostro canale: “Ma non indugiamo oltre.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*