Atelier Ryza 2: il primo JRPG per PlayStation 5

Abbiamo messo sotto torchio l’edizione PS5 di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy. Ecco cosa ne pensiamo!

Atelier Ryza 2: il primo JRPG per PlayStation 5

In concomitanza con il day one del gioco, lo scorso 29 gennaio, anche per noi “addetti ai lavori” è stata rilasciata la versione PlayStation 5 di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy, secondo episodio della cosiddetta saga “Secret” di Atelier. Del gioco in sé, testato a fondo in versione PS4, ve ne ha parlato Lorenzo nella sua recensione, ma sono qui per spendere due parole sull’edizione next-gen del titolo, a tutti gli effetti il primo JRPG ad approdare sulla neonata PlayStation 5.

Sebbene la nuova console Sony sia ancora appannaggio di pochi (e mi considero davvero fortunato a possederne una), piccoli sviluppatori come Gust hanno osato rilasciare, tramite aggiornamento gratuito della versione PlayStation 4, un upgrade tecnico che possa sfruttare al meglio le potenzialità offerte dal colosso bianco e nero. Sopra ogni altra cosa, possiamo finalmente godere di una risoluzione 4K nativa per il gioco. Una caratteristica che chi possiede un monitor o un televisore con risoluzioni maggiori dell’ormai canonico Full HD potrà decisamente apprezzare, nonostante non si tratti di un gioco che fa del livello di dettaglio il suo punto di forza.

Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy

Lo stile anime utilizzato per ambientazioni e personaggi splende di nuova luce grazie alla risoluzione Ultra HD e le texture in ottima definizione, mentre i caricamenti risultano parecchio più rapidi — quasi istantanei, come accade già in titoli come Demon’s Souls o Nioh 2 Remastered. Uno dei punti dolenti risulta essere invece il frame rate. Data la mancanza di un’opzione che possa permetterci di scegliere fra una modalità prestazioni che possa beneficiare i fotogrammi al secondo a discapito della risoluzione 4K (utilizzandone invece una dinamica), ci tocca fare i conti con frequenti cali a seconda di dove ci troveremo all’interno del gioco. Ad esempio, durante i combattimenti a turni fila tutto liscio come l’olio, mentre durante le fasi esplorative all’interno della città o nelle numerose aree di raccolta all’aria aperta incappiamo spesso in vistosi cali che portano il gioco a girare anche a 30fps.

Curioso il fatto che ciò accade quasi solamente quando all’esterno è giorno e il sistema di illuminazione impreziosisce i paesaggi e i modelli poligonali che li popolano. Nei momenti in cui piove, curiosamente, Atelier Ryza 2 riesce a girare in maniera fluida a 60fps e ciò lascia immaginare che i cali possano essere dovuti a un sistema di ombreggiature e illuminazione un po’ troppo pesanti anche per PS5, non ottimizzati a dovere. Facendo girare la versione PS4 sulla nuova console questi problemi non sussistono. Immagino quindi che la già citata modalità prestazioni, o un aggiornamento in grado di risolvere il problema dell’illuminazione e del perenne effetto bloom di cui vi abbiamo già parlato nella recensione, possano risolvere in maniera soddisfacente la questione.

Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy

Caratteristiche chiave come feedback aptico, audio integrato nel controller e grilletti adattivi non vengono praticamente utilizzati dal gioco. Un vero peccato, visto che in altri titoli usciti, come la già citata versione PS5 di Nioh, le cose sono andate diversamente. La mia sensazione è quella che questo aggiornamento a PlayStation 5 sia stato rilasciato con molta fretta, con l’unico pensiero di portare la risoluzione a 4K con un frame rate sbloccato senza troppi test, nulla di più. Il mio desiderio è che, col tempo, Atelier Ryza 2 in versione PlayStation 5 venga aggiornato con alcuni ritocchi al comparto tecnico e con aggiunte che possano supportare il nuovo controller, in modo da offrire un’esperienza next-gen degna di nota anche per un titolo di nicchia, ma che ha parecchie ore di rilassante divertimento da regalarci. Tra gli aggiornamenti futuri rientra probabilmente quello dell’importazione dei salvataggi dalla versione PS4, una funzione che sarebbe dovuta essere presente già al lancio ma che, purtroppo, non è ancora disponibile.

Una nota per l’edizione fisica del titolo. La versione PS5 non è stata rilasciata in formato fisico, come inizialmente previsto da KOEI TECMO GAMES. L’idea è stata scartata mesi prima del rilascio in Giappone a causa di una base installata ancora troppo scarsa, e tutti coloro che prediligono i giochi su disco dovranno accontentarsi di acquistare la versione PS4, che presenta sulla copertina la dicitura “Aggiornamento disponibile per PS5”. Nonostante l’artwork interno alla custodia sia decisamente accattivante, avrei preferito che la stampa interna della copertina fosse in realtà una cover reversibile, con la fascetta bianca PS5 e un diverso artwork nel lato interno.

Nonostante i problemi citati, la versione PlayStation 5 di Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy risulta divertente come quelle per le altre piattaforme e, se possedete una console next-gen e se avete già avuto modo di finire la prima avventura dell’alchimista Reisalin, vi consigliamo di dargli una possibilità. Altrimenti non esitate a recuperare entrambi per PS4: giocando su PS5, il primo gioco girerà a 60 piacevolissimi fotogrammi al secondo, pur non potendo contare su una risoluzione Ultra HD come il sequel.


Nella galleria che trovate di seguito potete ammirare alcun scatti provenienti dalla versione PlayStation 5 del gioco.

In Atelier Ryza 2: Lost Legends & the Secret Fairy, Ryza lascia la sua tranquilla città natale, l’isola di Kurken, per visitare la vivace capitale reale di Ashra-am Baird, aprendo il suo atelier mentre esplora le antiche rovine del territorio circostante. Per scoprire i misteri che si nascondono tra le rovine, Ryza dovrà attraversare questo ambiente in modi completamente nuovi: oscillando, arrampicandosi, strisciando e persino superando una serie di ostacoli. Anche se alcune di queste abilità le verranno facili, avrà bisogno dell’aiuto della mistica Emerald Band per oscillare attraverso insidiosi spazi vuoti, mentre le straordinarie Air Drops le permetteranno di immergersi sott’acqua quando cercherà di scoprire aree ricche di materiali perfetti per la sintesi.

Mentre gestisce il suo atelier, Ryza si riunirà con i suoi amici d’infanzia Tao e Bos, incontrando anche alcuni nuovi compagni tra cui la gentile ma riservata Sherri Glaus, la figlia aristocratica che studia con Tao, Patricia “Patty” Abelheim, il padre di Patty ed ex cavaliere della famiglia reale, Volker Abelheim e il cacciatore di tesori in parte ladro, Clifford Diswell.

Prenota Atelier Ryza 2 per PlayStation 4/5 o Nintendo Switch seguendo questo link al prezzo di 59,99 €. Uscita prevista per il 29 gennaio 2021. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.