Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Lo scorso 21 aprile BANDAI NAMCO Entertainment ha rilasciato sugli store digitali gli ultimi tre giocatori DLC di Captain Tsubasa: Rise of New Champions, ovvero il potente ribattitore di tiri cinese Xiao Junguang, l’enorme portiere nipponico Taichi Nakanishi e il giovane brasiliano Pepe. Inutile ribadire ancora una volta come almeno due di questi tre siano delle figure molto controverse che hanno fatto discutere molto l’utenza, in quanto hanno “occupato” spazio utile per altri due invece molto richiesti: il dandy italiano Salvatore Gentile e il fenomeno brasiliano Natureza.

Per il momento tutto tace, e non ci è dato sapere se il gioco riceverà in futuro un secondo Season Pass con nuovi giocatori, tra cui si spera ci siano i due esclusi appena citati come pezzo forte, o se direttamente si deciderà di fare un sequel che possa finalmente portare la nostra tanto amata nazionale nipponica a un vero e proprio mondiale, come tanto anticipato nelle battute finali della modalità NEW HERO.

Nell’attesa di sapere quale sarà il destino videoludico di Tsubasa e compagni, andiamo a fare la conoscenza di questi ultimi personaggi DLC.

Xiao Junguang

Xiao era uno dei personaggi che più speravo di vedere nel gioco come giocatore aggiuntivo, proprio perché mi interessava vedere all’opera una meccanica di gioco diversa dai classici tiri caricati, blocchi, contrasti e dribbling. Per quanto conosca ottime abilità difensive e abbia un super tiro potente, principalmente quello che attira nel kit di Xiao è la sua abilità che gli permette di ribattere i tiri avversari. Si tratta infatti di un’abilità di blocco, che a differenza delle altre proposte dai vari difensori, non blocca il tiro che sta andando verso la porta ma lo respinge a sua volta con un tiro verso la porta avversaria. L’unico problema in tutto questo è la sua attivazione: per dare vita al dragone del contraccolpo, è necessario trovarci nella traiettoria di un tiro scagliato da distanza, con il nostro buon Xiao rivolto verso la direzione del pallone in arrivo. Diciamo che, per quanto utile e bella, non è esattamente immediata e facile da attivare, in quanto talvolta bisogna usare il giocatore per andare contro all’attaccante di turno concentrandosi solo su una cosa e perdendo magari di vista tutto il resto. Quando però ci troviamo contro a un team in possesso anch’esso di uno Xiao, è quantomeno divertente vedere uno dei due che ribatte un tiro e l’altro che ribatte il tiro ribattuto.

Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Taichi Nakanishi

Ancora mi chiedo perché si sia deciso di inserirlo, visto che si è trattato di un giocatore “forte” e di rilievo nella storia della serie solo in un piccolo frangente della parte iniziale. Tante cose mi hanno lasciato perplesso: il suo annuncio, la sua realizzazione abbastanza discutibile (parliamo di grosso invece che grasso come dovrebbe essere, ma questo particolare incomprensibile già era stato usato con il portiere olandese Doleman), ma soprattutto il suo valore di 125, appena quattro punti meno di Wakashimazu. Cioè anche no…

Essendo un personaggio secondario, molto molto secondario, non gode di grandissime parate sceniche. Ma sono sicuro che qualcuno sarà contento e si divertirà a inserirlo nella propria squadra.

Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Pepe

I fan chiedevano a gran voce un certo brasiliano, e gli sviluppatori glielo hanno dato. Peccato sia quello sbagliato. Pepe è sicuramente un giocatore divertente da usare, ha qualche dribbling simpatico e un tiro che può sempre tornare utile, ma in quanto rilievo si stabilizza sui livelli di Leo, altro giocatore della stessa nazionalità e compagno di Carlos Bara (il fu Santana). A conti fatti non è male, ma è molto standard, e non so in quanti lo aggiungeranno nella propria squadra personale. Sarebbe stato carino se giocatori di questo calibro, come Aoi, Pepe e Hino, si fossero potuti inserire nella propria nazionale di appartenenza.

Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Percorso Hanawa

Captain Tsubasa: Rise of New Champions – Analisi di Xiao Junguang, Taichi Nakanishi e Pepe

Sebbene anche per questo terzo round di DLC si sia deciso di inserire una storia del NEW HERO che ripartisse ancora una volta da capo, invece di proseguire le vicende o con contenuti nuovi che tutti vorrebbero, devo ammettere che questa riesce in qualche modo a rendersi interessante sotto qualche aspetto. Nel Percorso Hanawa affiancheremo i gemelli Tachibana nella loro corsa alla vittoria del nuovo torneo, vestendo la maglia di una delle squadre scolastiche che, su carta, ha meno probabilità di arrivare in finale e vincere, specialmente se partecipano anche big del calibro di Nankatsu, Toho, Musashi (solo se gioca Misugi) e Furano.

Il Percorso Hanawa offre infatti qualcosa di nuovo e unico (finalmente), che dà un senso vero al dover ricominciare tutta la modalità NEW HERO con una nuova squadra, al di là del solito “si ma giochi con una nuova squadra e tanti saluti”, in quanto saremo chiamati a diventare uno dei pilastri principali per la nuova combinazione con Masao e Kazuo, dandoci la possibilità di sbloccare qualcosa di interessante.

E con questo si chiude il nostro articolo dedicato agli ultimi personaggi DLC di Captain Tsubasa: Rise of New Champions, nella speranza di poter tornare presto a parlarvi del mondo videoludico dedicato alla serie calcistica di Yōichi Takahashi grazie a nuovi e interessanti contenuti aggiuntivi, o chissà, magari un sequel. Noi ci speriamo, e voi?

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*