BLUE SUMMER BOX – Recensione

Per la collana Queer dedicata ai Boys’ Love, Star Comics porta in Italia You are in the blue summer e The blue summer and you, raccolti nel BLUE SUMMER BOX da collezione

BLUE SUMMER BOX - Recensione dei volumi autoconclusivi Boys’ Love

L’estate è la stagione del divertimento e della spensieratezza: le scuole finiscono, le vacanze permettono di godere di un momento di distrazione rispetto alla routine quotidiana. D’estate nascono nuovi incontri, amicizie e, perché no, dolci amori. Star Comics ha portato da poco in Italia i due volumi autoconclusivi You are in the Blue Summer e The Blue Summer and You, nati entrambi dal pennino di Nagisa Furuya. Questi titoli si aggiungono alla collana dedicata ai Boys’ Love della casa editrice, Queer, e sono raccolti nel BLUE SUMMER BOX, contenente, oltre ai due volumi, anche una carinissima cartolina da collezione.
I temi dell’estate e della libertà di amare nonostante le difficoltà sono i pilastri portanti di questa storia, che si presenta composta da due volumi singoli perché caratterizzata da una discontinuità diegetica e realizzata: se da una parte, infatti, la narrazione subisce tra i due volumi uno stacco di due anni, dall’altra anche il manga è stato serializzato nel 2017 e nel 2019.

BLUE SUMMER BOX - Recensione

  • Titolo originale: Kimi wa Natsu no Naka / Kimi to Natsu no Naka
  • Titolo italiano: The blue summer and you / You are in the blue summer
  • Uscita giapponese: 2017 / 2019
  • Uscita italiana: 3 febbraio 2021
  • Numero di volumi: 2
  • Casa editrice: Star Comics
  • Genere: Boys’ Love, sentimentale, slice of life
  • Disegni: Nagisa Furuya
  • Storia: Nagisa Furuya
  • Formato: 13 x 18
  • Numero di pagine: 216 + 224

Abbiamo recensito BLUE SUMMER BOX tramite volume stampa fornitoci da Star Comics.

Amori che sbocciano in estate

Wataru Toda e Chiharu Saeki sono grandi amici con la stessa, grande passione per il cinema. Il loro rapporto comincia a evolversi lentamente quando Chiharu confessa i suoi sentimenti a Wataru: il legame così saldo che li univa, però, nonostante l’iniziale sgomento di Wataru, non sembra incrinarsi. Al contrario, l’improvvisa consapevolezza porta Wataru a riflettere sul sentimento di amicizia che lo lega a Chiharu, che piano piano si evolverà durante un pellegrinaggio tra le location in cui è stato girato uno dei loro film preferiti. Vecchi ricordi d’infanzia porteranno i due protagonisti a scoprirsi molto più legati di quello che sembra, e il loro incontro forse non è stato proprio un caso.

La delicata storia d’amore tra i due protagonisti è raccontata diegeticamente e visivamente con leggerezza e con toni soffusi, che permettono di delineare una linea narrativa basata quasi su atmosfere oniriche e idealizzate. Wataru e Chiharu sono l’emblema dell’amore che travalica i pregiudizi e i confini di gender, ponendosi come la concretizzazione di un sentimento puro che non fa distinzione tra maschile e femminile.

Il loro rapporto si snoda nei due volumi nel corso delle stagioni estive, mentre vengono tralasciati momenti relativi agli altri periodi dell’anno per motivi narrativi e di scelte autoriali. Ciò comporta uno squilibrio temporale e diegetico, che però viene giustificato dalla lontananza dei due protagonisti e che si presenterebbe come irrilevante rispetto all’intera struttura della narrazione. Il sentimento si pone così come sospeso nelle stagioni invernali, mentre si concretizza ed evolve nel corso di quella estiva.

L’evoluzione del sentimento

You are in the Blue Summer è l’incipit della storia di Chiharu e Wataru: inizialmente era stato concepito come un volume unico, ma la storia si concludeva con un finale aperto che non lasciava spazio a molte cose, dunque lo spostamento temporale ha permesso all’autrice di mostrare l’evoluzione della relazione tra i due protagonisti e il consolidamento del loro rapporto amoroso. Con il passaggio dalla scuola superiore all’università, Wataru e Chiharu maturano, provano nuove esperienze e, inevitabilmente, anche la loro concezione dell’amore cambia con loro. Il timore di non essere accettati per quello che sono e per i loro sentimenti sinceri nonostante le discriminazioni sociali tende a non farli esporre apertamente, manifestando liberamente la loro relazione: alcuni momenti, anche se velatamente, rivelano che la paura di essere scoperti è sintomo di una società che ancora non è pronta del tutto a relazioni omosessuali.

La semplicità è il tratto distintivo dei due volumi: sia i sentimenti che la narrazione in generale non hanno molte pretese, e questo potrebbe anche rappresentare uno svantaggio per la storia. Al contrario, dal mio punto di vista è proprio la predisposizione a non essere una storia troppo costruita e basata su snodi narrativi macchinosi a rappresentare il punto di forza dei volumi di Nagisa Furuya. Non è necessario esaltare l’amore, perché questo può sbocciare all’improvviso e senza motivazioni particolari; inoltre, questo sentimento si configura come puro, genuino e delicato, dunque deve essere rappresentato anche nei piccoli gesti quotidiani e senza eccessivi drammi teatrali. Alcuni passaggi sembrano essere scontati oppure in taluni casi forzati, addirittura non così tanto approfonditi da non riuscire a comprendere appieno degli snodi fondamentali per l’evoluzione non solo della narrazione, ma anche della psicologia dei personaggi stessi. Ma la rappresentazione fresca e disillusa del sentimento amoroso riesce in qualche modo a mascherare queste piccole pecche di trama, ponendo in secondo piano le discrepanze narrative che rimangono insolute. E da una parte è anche lecito pensare che dal momento che il focus principale deve essere posto sul sentimento che lega i due protagonisti, il background che li circonda non è così rilevante e non ha troppo peso nell’evoluzione della storia.

Wataru e Chiharu hanno la comune passione per il cinema. Il loro legame sembra essere molto saldo, fino a quando Chiharu confessa di provare dei sentimenti per il suo migliore amico! Wataru inizierà a domandarsi la vera natura del rapporto che li lega, mentre durante l’estate si avventura con Chiharu in una sorta di pellegrinaggio tra le location di uno dei loro film preferiti. L’evoluzione del loro amore, tra incomprensioni, gelosie e ricordi che riaffiorano dal passato, li porterà a comprendere che in realtà i sentimenti sono la chiave per la comprensione del vero sé.

Una storia delicata che sa emozionare e trasportare il lettore come la lieve brezza estiva.

Acquista BLUE SUMMER BOX seguendo questo link al prezzo speciale di € 12,35 (invece che € 13,00).

Sostieni Akiba Gamers acquistando su Amazon attraverso questo link!

L’unica incognita che rimane leggermente sospesa nella narrazione è proprio la storia personale di Chiharu, che non viene approfondita del tutto, e da ciò consegue anche il non riuscire ad approfondire del tutto la personalità del personaggio, che in alcuni momenti rimane ambigua e come sospesa in un limbo di emozioni. L’accenno al suo passato è sintomo delle sue azioni e dei suoi sentimenti futuri, ma fino all’ultima tavola sembra che la sua espressione a tratti malinconica nasconda un dramma psicologico molto più ampio di quello che viene accennato.

I disegni di Nagisa Furuya sono molto accattivanti, presentandosi non come semplice corollario della narrazione pura, ma come un mezzo interessante per veicolare le azioni e i sentimenti. Il tratto è semplice e pulito, non presenta troppi orpelli formali soprattutto nei fondali, ma ciò si presenta come funzionale al messaggio che questa storia vuole trasmettere: la semplicità del tratto diventa così metafora della semplicità dell’amore. Nonostante i disegni non abbiano molte pretese, ciò non toglie che l’espressività dei personaggi traspare tranquillamente dai gesti e dalle espressioni dei volti.

Il box da collezione racchiude i due volumi, che si presentano corredati da una deliziosa cartolina da collezione, sono caratterizzati da una sovraccoperta che sovrasta alcune dichiarazioni dell’autrice e da una buona foliazione con l’aggiunta di alcune pagine a colori. You are in the blue summer e The blue summer and you sono la rappresentazione di un amore semplice e genuino senza pregiudizi, svincolato dalle definizioni di gender e di orientamento sessuale, ma legato ai sentimenti puri che legano due persone apparentemente diverse tra loro.

A chi consigliamo BLUE SUMMER BOX?

Per chi è in cerca di una storia leggera, senza troppe pretese, ma al contempo carica di sentimento, You are in the blue summer e Blue summer and you sono sicuramente due volumi da tenere in considerazione. La narrazione, presentandosi come delicata e dai toni soffusi, non ha la prerogativa di coinvolgere in un vortice di emozioni, ma semplicemente di esternare la semplicità di un sentimento che va oltre le definizioni di gender. Una semplicità che sa emozionare, per ricordare che l’amore è fatto anche di piccole cose: questo BLUE SUMMER BOX ve lo ricorderà.

  • Storia d’amore semplice e senza troppe pretese…
  • …Ma che al contempo sa emozionare grazie alla sua linearità
  • Focus sull’evoluzione dei sentimenti
  • Box con cartolina da collezione

  • Non c’è un vero e proprio approfondimento sul passato dei protagonisti
  • Non vi è la contestualizzazione di alcuni passaggi narrativi
  • Viene dato risalto principalmente ai sentimenti esteriori e non vengono approfonditi psicologicamente i risvolti che questi hanno sui protagonisti
BLUE SUMMER BOX
4

La delicatezza dei puri sentimenti

You are in the blue summer e Blue summer and you sono due volumi speculari e consecutivi che mostrano come due persone apparentemente diverse possano essere legate da un filo invisibile chiamato destino. La forza di Wataru e Chiharu risiede nel loro legame, caratterizzato dalla fiducia che l’uno ripone nell’altro e dalla possibilità di essere invincibili grazie alla presenza della persona che si ama. Una storia semplice e fresca, ma che rappresenta l’essenza stessa del sentimento amoroso. Star Comics aggiunge alla sua collana Queer dedicata ai Boys’ love questi titoli, raccolti nel BLUE SUMMER BOX da collezione, che si presentano come una leggera manifestazione della voglia di superare le difficoltà rappresentate dalla vita grazie alla forza dei sentimenti.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Una mahō shōjo che vive sommersa tra libri e fumetti, Pokémon e dadi di D&D. Divoratrice compulsiva di film e serie TV, nel tempo libero complotta con il suo gatto per conquistare il mondo. Sogna un giorno remoto di disegnare una storia a fumetti incentrata su una campagna di Dungeons & Dragons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*