SAGAMI: Milano accoglie la catena di ristoranti di vera cucina giapponese

SAGAMI Milano

Come tantissime culture e sub-culture nipponiche, diventate ormai una moda in questi ultimi anni, anche la cucina giapponese è ormai da tempo presente in tutta Italia con alcune selezioni mirate. Oltre però al classico Ramen, presente in pompa magna a ogni fiera del fumetto che si rispetti e ormai diventata immancabile anche negli scaffali dei supermercati, e il classico Sushi, uno dei portabandiera di quello che attualmente viene considerato in (tanto da essere mangiato anche da chi non piace, ma giusto perché ormai tira), di ristoranti giapponesi che si possono definire tali possiamo trovarne con il contagocce.

Fortunatamente però a Milano le cose stanno per cambiare, e questo cambiamento ha un nome: SAGAMI. Questo ristorante, il 262esimo della SAGAMI Holdings Corporation, aprirà ufficialmente i battenti dal 10 novembre nella piazza della stazione centrale, e se le cose andranno bene si potrà addirittura godere di una gradita espansione sia in altre parti di Italia che anche Europa. Al suo interno, quello che sarà possibile gustare spazierà dalle due classiche pietanze ormai diventate consuetudine nel nostro Bel Paese, ma sarà possibile far conoscere alle proprie papille gustative anche una varietà di gusti e combinazioni che ormai sono alla base del paese del Sol Levante.

Ovviamente, restando con le dita incrociate per la speranza di un grande successo non solo per l’idea di per sé, ma anche per la possibilità di vederlo arrivare anche in altre parti di Italia.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*