Dragon Ball Z: Extreme Butoden e le esclusive occidentali poco esclusive

Dragon Ball Z: Extreme Butoden e le esclusive occidentali poco esclusive

Mentre ero impegnato nella realizzazione delle notizie odierne, il buon Zechs mi ha prontamente contattato informandomi dell’arrivo di un comunicato stampa di BANDAI NAMCO Entertainment Europe riguardante Dragon Ball Z: Extreme Butoden, l’ultima fatica di ARC SYSTEM WORKS per Nintendo 3DS uscito in Giappone lo scorso 11 giugno, e in arrivo nel nostro territorio il 16 ottobre. Preso dalla curiosità, anche se poca  dato che dispongo della versione nipponica, sono andato a leggere le novità riportate quando qualcosa ha decisamente attirato la mia attenzione.

Qualcosa di spaventosamente stupido e senza senso.
Questo, almeno, secondo la mia modesta opinione.

Per chi se lo fosse perso, può leggere la notizia per intero seguendo questo link mentre, per coloro che vogliono proseguire nella lettura, cercherò di fare un breve riassunto.

Per prendere per il culo la gola i giocatori e invogliarli a prenotare il titolo, si è ben pensato di offrire i seguenti bonus:

  • 6 personaggi di supporto (accesso anticipato)
  • Gioco Virtual Console SNES Dragon Ball Z: Super Butoden 2 (solo in giapponese)

Ora, da dove cominciare? Partiamo con Dragon Ball Z:Super Butoden 2, dove da dire c’è ben poco, dato che è palese che non ci sia la minima voglia di tradurre quelle poche righe di testo che il gioco presenta, non facendo neanche il minimo sforzo per i menu. Le persone si lamentano perché Ace Attorney 5 o i titoli della serie Persona non sono in italiano, bensì in inglese… beh, posso già immaginare la felicità di costoro nel giocare a Dragon Ball Z: Super Butoden te lo Pigli Così e Zitto Edition.

Ma proseguiamo dritti verso la parte che preferisco di questa pseudo-critica: i personaggi di supporto. Segue un altro riassunto per chi non si fosse interessato alle notizie passate riguardanti la versione giapponese, o in caso semplicemente non ve ne ricordiate (per me è più facile, in quanto ho prestato molta attenzione al gioco e a tutto quello che lo riguardava, anche perché a forza di scrivere notizie, volente o no, uno le cose se le ricorda per forza).

Come accade molto spesso nel paese del Sol Levante, alcuni giochi hanno bonus esclusivi a seconda del retailer da cui si effettua la prenotazione, e la stessa cosa è accaduta con Dragon Ball Z: Extreme Butoden; chi prenotava il gioco in un certo negozio riceveva uno dei draghi malvagi di Dragon Ball GT, chi lo prendeva da un altro ne riceveva uno diverso, e così via. Ciò ha reso difficile la scelta dei giocatori, dato che sarebbe stato impossibile per loro riuscire ad averli tutti in questo modo; ma alla fine poco importa perché, almeno per quanto riguarda la versione giapponese del titolo, questi personaggi esclusivi vengono offerti tramite appositi codici da inserire nella schermata iniziale, un po’ come accadeva in Dragon Ball Z: Ultimate Battle 22 o Dragon Ball: Final Bout, nei quali si potevano immettere codici per sbloccare nuovi personaggi. Ora, nonostante i bonus prenotazione, ed essendo queste mere combinazioni di tasti e non codici da riscattare, nell’era di internet tutti possono avere tutto semplicemente divulgando la propria combinazione per sbloccare il personaggio ricevuto… Non male, dai!

Sfortunatamente però, non tutti i personaggi sono disponibili con questo metodo che, fatta eccezione per Golden Freezer, disponibile per tutte le prenotazioni effettuate in Giappone, ci sono anche Goku Super Saiyan God Super Saiyan, personaggio giocabile ottenuto solo da coloro che hanno nella console la versione di prova del titolo, e Vegeta Super Saiyan 4, personaggio di supporto che si ottiene esclusivamente se si possiede nella console il file di salvataggio di Dragon Ball Heroes: Ultimate Mission 2. Riuscite già a capire il problema? In caso contrario, cercherò di essere ancora più chiaro.

Dato che in Giappone sono stati offerti personaggi “esclusivi” non ottenibili in-game, ma solo tramite speciali codici offerti come pre-order bonus o con i dati di salvataggio di altri giochi, perché BANDAI NAMCO Entertainment cerca di conquistarsi i giocatori occidentali offendogli early access di personaggi che si possono sbloccare, scusate il francesismo, quando cazzo ci pare nel corso del gioco, non cogliendo l’occasione per radunare questa manciata di personaggi esclusivi e offrendo quelli come bonus prenotazione, rendendolo un vero bonus? Siamo seri, avevano un’occasione d’oro per servirci sul piatto d’argento queste esclusive e l’han buttata via per qualcosa che, se non ce l’avessi già, non mi avrebbe dato quell’impulso cerebrale che mi avrebbe imposto di prenotarlo seduta stante. Basti pensare a Vegeta Super Saiyan 4 che, come ho già detto, si sblocca solo con i dati di salvataggio di un gioco che in occidente neanche esiste.

Cara BANDAI NAMCO Entertainment, vuoi seriamente offrire qualcosa di esclusivo e allettante? Offri personaggi esclusivi, non early access che mi vanno a rovinare l’esperienza di gioco in quanto, se li avrò già sbloccati tramite codice, mi ritroverò ad affrontare delle missioni in cui non sbloccherò nulla, che non mi faranno di certo impegnare pensando “Devo raggiungere il punteggio massimo perché così sblocco Personaggio X”. E per favore, non me la mettere come se fosse una bella cosa, tipo: “Ehi! Prenota oggi il nuovo ed entusiasmante gioco di Dragon Ball Z! Se lo fai, ti offriamo prima fantasmagorici ed esuberanti personaggi che puoi comodamente sbloccare anche per i cazzi tuoi nel corso del gioco!“.

Non so, non ho veramente parole. Per cui, concludo citanto le parole del mio collega e amico Zechs:

“Vedrai che poi li renderanno disponibili in seguito.”

Probabile, ma tutto questo continua a non avere senso…

Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.