DRAGON BALL FighterZ: tutto ciò che c’è da sapere su Zamasu (Fusion) e Vegeth (SSGSS)

DRAGON BALL FighterZ: tutto ciò che c’è da sapere su Zamasu (Fusion) e Vegeth (SSGSS)

A partire da oggi DRAGON BALL FighterZ rende disponibili due nuovi personaggi DLC inclusi nel Season Pass: Zamasu (Fusion) e Vegeth (SSGSS). Li abbiamo provati per voi.

Avete già preso familiarità con Broly e Bardak, i primi due personaggi DLC ad approdare in DRAGON BALL FighterZ? In caso la risposta sia si, allora non lasciate minimamente il controller, perché sono finalmente disponibili i due nuovi guerrieri aggiuntivi. Parliamo ovviamente di Zamasu (Fusion) e Vegeth (SSGSS), due fusioni ottenute grazie all’utilizzo dei potara introdotte all’interno dell’arco narrativo di Goku Black e Mirai no Trunks. I due non sono proprio nuovi al mondo videoludico, data la loro presenza anche in titoli del calibro di Dragon Ball XenoVerse 2, Super Dragon Ball Heroes, e anche Dragon Ball: Dokkan Battle.

Ma come si comporteranno in un picchiaduro nudo e crudo? Proviamo a scoprirlo!

Zamasu (Fusion)

La potente fusion di Black Goku e Zamasu, ottenuta tramite l’uso dei Potara, è finalmente scesa in campo per provare a sbarazzarsi una volta per tutte dei dannatissimi NINGEN! Apparso originariamente in Dragon Ball Super, all’interno dell’arco narrativo di Trunks del futuro (Mirai no Trunks per gli amici), Zamasu (Fusion) doveva essere il personaggio più forte e immortale di sempre… ma poi è arrivato il prode figlio di Vegeta, che con un set di botte da 24 pezzi e la sua miracolosa spada-Genkidama è riuscito letteralmente a tagliarlo a metà.

Per quanto il 99% dei personaggi rilevanti introdotti nell’universo di Dragon Ball sia in grado di volare, solo Zamasu (Fusion) è l’unico in grado di farlo all’interno di FighterZ. Attivando l’apposita meccanica di cui è stato dotato, sarà infatti capace di “fluttuare” in aria rendendosi vagamente più difficile da colpire dalle combo nemiche da terra. Allo stesso tempo però, padroneggiare questa tecnica richiede più allenamento e maestria del normale, dal momento che non sarà poi tanto immediato riuscire colpire l’avversario con una delle nostre combo, specialmente se si tiene in considerazione che in qualsiasi momento si prema un tasto di attacco, la meccanica di volo verrà immediatamente interrotta. Cosa la rende però interessante? Il fatto che a questa si possa abbinare un attacco a base energetica, che verrà eseguito del tutto in modo automatico dopo un piccolo lasso di tempo dalla sua attivazione, dandoci tutto il tempo di iniziare una bella combo volante (o ovunque si voglia) e garantirci giusto quel paio di danni in più che fanno sempre comodo. Oltre al suo spettacolare attacco Meteor, denominato Fulmine dell’Assoluzione, Zamasu (Fusion) sarà anche in grado di utilizzare la mossa speciale Lame del Giudizio, eseguibile sia da terra che in salto, che ci permetterà di continuare a malmenare malissimo l’avversario anche durante l’esecuzione di questa…insomma, un attacco su due fronti. Fate bene attenzione però: se il nemico dovesse colpirvi quanto questa tecnica speciale è attiva, verrà immediatamente annullata.

Zamasu (Fusion) è un personaggio “a colpo sicuro”, ovvero alcune delle tecniche più interessanti in suo possesso possono, come spiegato proprio nel paragrafo sopra, terminare in qualsiasi momento se eseguite in un pessimo momento. Ragion per cui sarà necessario capire al meglio quando e come utilizzarle per andare dritti al punto di quello che vorremo fare e, soprattutto, per non attivarle a vuoto e risultare in uno spreco di tempo e soprattutto di energia. Assieme al personaggio giocabile, saranno resi disponibili all’interno del gioco i seguenti contenuti: avatar a tre stelle per la lobby, un adesivo Z, e 5 colori alternativi a quello di base. Inoltre, Zamasu (Fused) è protagonista di due Conclusioni Spettacolari (che però lo vedono entrambe come punching ball di turno), di cui vi parleremo nell’articolo dedicato.

Vegeth (SSGSS)

Di fusion tra il protagonista Goku e il principe dei Saiyan Vegeta ne esistono principalmente due: Gogeta e Vegeth/Vegito/Vegetto… insomma lui (no, non mi abbasserò a citare anche l’abominevole Vegeku). Se però la prima, eseguita con l’apposita danza di Metamor, è ancora considerata non-canonica data la sua comparsa solo all’interno del dodicesimo film di Dragon Ball Z, ovvero Il diabolico guerriero degli inferi, la seconda, possibile tramite l’utilizzo dei Potara, era forse quella meno interessante tra le due, ma la sua canonicità l’ha resa quella “principale”. Se però Dragon Ball GT, che ricordiamo non è canonica, ci ha fatto dono di uno splendido Gogeta SSJ4, Dragon Ball Super ha voluto pareggiare nuovamente le cose consegnando agli spettatori Vegeth in versione Super Saiyan God Super Saiyan. Sfortuna vuole che, in tempo quasi record, dopo aver malmenato un po’ Zamasu (Fusion) giusto per fare spettacolo, la fusione dei nostri beniamini principali si annulli improvvisamente… e chi s’è visto s’è visto.

Vegeth (SSGSS) è un personaggio interessante, in possesso di tantissimi attacchi principalmente corpo a corpo anche se, ovviamente, non disdegna anche qualche piccola chicca a base energetica. La sua tipica Excalibur dell’Anima non è solo una potente mossa speciale capace di fare ingenti danni, ma nel suo arsenale può contarne altre due versioni dalla potenza leggermente ridotta, ma capaci di sposarsi entrambe perfettamente in una combo devastante. Interessante è sicuramente anche la sua barriera protettiva, la stessa utilizzata anche contro Majin Buu, che se utilizzata durante un attacco sarà in grado di offrirci un counter di tutto rispetto, tecnica davvero utile per uscire fuori da una situazione poco piacevole. Inutile citare l’attacco Meteor finale, la devastante Kamehameha Finale (Final Kamehameha), ovvero l’unione dell’iconica mossa tipica del protagonista Goku con il Final Flash di Vegeta, la cui animazione è, ad oggi, la mia preferita tra quelle dell’intero roster di personaggi giocabili.

Come gli altri compagni DLC, anche Vegeth (SSGSS) è corredato da un avatar a tre stelle per la lobby, un adesivo Z, 5 colori alternativi a quello di base, e una Conclusione Spettacolare contro Zamasu (Fusion), di cui vi parleremo nell’apposito articolo.

E anche per questo secondo round di contenuti aggiuntivi è tutto! Non ci resta che attendere pazientemente ancora una volta per scoprire chi saranno i due fortunati che faranno parte del terzo pacchetto di personaggi giocabili. Restate sintonizzati!

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Siamo in diretta con Super Mario Maker 2!
Alle 17:30 saremo in diretta con Super Mario Maker 2!