Wonder Boy: The Dragon’s Trap – Data europea per la versione fisica

Wonder Boy: The Dragon’s Trap - Recensione

Headup Games annuncia su Twitter che Wonder Boy: The Dragon’s Trap, disponibile da oggi in Nord America in edizione fisica, verrà lanciato anche in Europa, in formato retail per Nintendo Switch e PlayStation 4, il prossimo 19 aprile al prezzo di 39,99 €.

All’interno della confezione sarà possibile trovare un manuale, uno strap per cellulare e una selezione di brani della colonna sonora su MiniDisc.

Wonder Boy: The Dragon’s Trap

Una buona maledizione crea un buon gioco, o perlomeno così dicono! Trasformato in una creatura per metà umana e per metà lucertola dal perfido Meka-Dragon, un avventuriero solitario affronterà l’avventura di una vita. In viaggio alla ricerca di una cura il nostro anti eroe esplorerà i meandri di Monster Land facendosi strada tra i Draghi che si porranno fra lui e il suo obiettivo lanciandogli nuove maledizioni. Quante altre trasformazioni potrà subire il suo corpo prima di cedere dato che verrà trasformato in lucertola. un topo, un piranha, un leone e un aquila. Queste sei differenti versioni del nostro eroe mutaforma saranno il cast di questo action-adventure platformer!

Caratteristiche

  • Un mondo immenso;
  • Sei differente forme per il nostro eroe, con differenti abilità;
  • Draghi di ogni tipo! Un Drago Zombie! Un Drago Mummia! Un Drago Samurai!! Un maiale negoziante con una benda su un occhio che potrebbe, o forse no, darci indicazioni;
  • Splendide animazioni disegnate a mano;
  • Una soundtrack memorabile basata sull’originale di Shinichi Sakamoto, riarrangiata con strumenti classici;
  • …e tanto altro ancora da annunciare per Wonder Boy: The Dragon’s Trap!

Fonte: Headup Games PR

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile grazie al tuo supporto! Puoi iscriverti ai nostri canali social, condividere i nostri articoli tramite gli appositi link e fare passaparola fra i tuoi amici.

Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.