LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari – Edizione Deluxe – Recensione

Dopo l’esordio su Nintendo 3DS e cellulari, la figlia del Professore sbarca finalmente su Nintendo Switch con la Deluxe Edition di LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari!

Layton's Mystery Journey: Katrielle e il Complotto dei Milionari - Deluxe Edition - Recensione

Ci troviamo a Londra, in un imprecisato periodo dell’epoca moderna. Katrielle Layton, la giovane e vivace figlia del famoso professore Hershel Layton, si sveglia all’improvviso dopo un incubo sul padre misteriosamente scomparso. Ma questo non la abbatte d’animo, perché si tratta del giorno d’apertura della sua agenzia investigativa. La sveglia Katrielle ha infatti deciso di seguire le orme del padre, abile indagatore del mistero e risolutore di enigmi, ed è assolutamente decisa a ritrovarlo. Ad aiutarla c’è il suo assistente Ben Greegy, studente universitario segretamente innamorato di lei. Il primo caso che si presenta alla loro porta, tuttavia, non è proprio quello che si aspettavano: un misterioso cane parlante, che afferma di aver perso la memoria e di poter essere compreso solo da alcuni esseri umani, chiede aiuto all’inaugurata Agenzia Investigativa Layton per poter scoprire la sua vera identità. Nonostante l’evidente stupore iniziale, Ben e Katrielle acconsentono alla sua richiesta, ma ecco che all’improvviso irrompe nell’ufficio l’ispettore Faslong, di Scotland Yard, che chiede il loro aiuto per risolvere un mistero che ha gettato nel panico l’intera Londra: la scomparsa di una delle lancette del Big Ben! Inizia così per Katrielle, Ben e il cane parlante, ribattezzato Sherl O.C. Kholmes ed entrato (suo malgrado) a far parte del team, il primo caso dell’Agenzia Investigativa Layton.

Dopo essere stata pubblicata originariamente nel 2017 su Nintendo 3DS e su smartphone, la prima avventura di Katrielle, figlia del ben più famoso professor Layton, approda su Nintendo Switch l’8 novembre 2019 con una nuova Edizione Deluxe che include tutta una serie di miglioramenti: più di 40 nuovi enigmi, interfaccia ridefinita, grafica aggiornata, nuovi costumi per la protagonista, e tutti i DLC precedentemente rilasciati. Si tratta dell’esordio sull’ultima console Nintendo di quello che oramai è il franchise di punta dello studio LEVEL-5 guidato da Akihiro Hino, il cui primo capitolo risale al lontano 2007 su Nintendo DS. Con la speranza che venga presto annunciato un nuovo gioco della serie, siete pronti a tuffarvi nuovamente in un mare di enigmi che aspettano solo di essere risolti?

LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari - Edizione Deluxe - Recensione

  • Titolo: LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari – Edizione Deluxe
  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Versione analizzata: Nintendo Switch (EU)
  • Genere: Rompicapo, Avventura
  • Giocatori: 1
  • Publisher: LEVEL-5, Nintendo
  • Sviluppatore: LEVEL-5
  • Lingua: Italiano (testi e doppiaggio)
  • Data di uscita: 8 novembre 2019
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • DLC: include tutti i DLC del gioco originale
  • Note: porting ampliato del titolo uscito su Nintendo 3DS, iOS e Android

Abbiamo recensito LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari – Edizione Deluxe con un codice Nintendo Switch fornitoci gratuitamente da Nintendo Italia.

LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari - Edizione Deluxe - Recensione

La realtà supera sempre la fantasia

Il comparto narrativo di LAYTON’S MYSTERY JOURNEY si sviluppa attraverso 12 casi, tutti ambientati a Londra, che la protagonista e i suoi assistenti dovranno affrontare e risolvere, e nel corso dei quali il giocatore conoscerà numerosi personaggi, spesso ricorrenti e caratterizzati in maniera abbozzata e stereotipata (tranne che in pochi casi), ma comunque efficace. Katrielle è adorabile ed è l’esatto opposto del padre come carattere: irruenta, disordinata e istintiva, ma proprio grazie alle sue intuizioni capace di trovare la soluzione ad enigmi all’apparenza impossibili. Vi affezionerete presto a lei e ai due comprimari Ben e Sherl, con il secondo che assume il ruolo di vera e propria mascotte dall’atteggiamento sarcastico e pungente. Abbiamo poi l’ispettore Faslong, la profiler di Scotland Yard Rita Giusti, che instaurerà subito con Kat un rapporto di rivalità, e i cosiddetti Sette Draghi, le persone più ricche, facoltose e potenti della città. Ognuno di loro verrà presentato e approfondito all’interno di un singolo caso, e, senza fare troppi spoiler, sarà proprio il capitolo finale ad unirli tutti in quel complotto dei milionari citato nel titolo del gioco.

È proprio la struttura della trama, tuttavia, a costituire uno dei punti deboli del gioco e un netto passo indietro rispetto ai precedenti capitoli. Non ci troviamo più di fronte a un unico filone narrativo, ma ciascun episodio costituisce una singola storia autoconclusiva che, per i primi dieci casi, ha come unico scopo quello di farci conoscere i vari personaggi che Kat incontrerà nel corso della sua avventura. I dialoghi sono molto semplici, leggeri, quasi frivoli, in linea con il target principale del prodotto, aspetto che si riflette anche nella sceneggiatura, che presenta fin troppi buchi e forzature, e che vede spesso la protagonista arrivare alla soluzione dei misteri solo perché la trama lo richiede, come per magia, e non come naturale conseguenza di un processo deduttivo. Solo l’ultimo capitolo, l’unico a contenere accenni di una “trama portante” (se così possiamo chiamarla), risulta ben scritto e coinvolgente. Insomma, nonostante i suoi molti limiti, la narrativa di LAYTON’S MYSTERY JOURNEY intrattiene senza troppe pretese, ma anche tenendo conto del target era forse lecito aspettarsi qualcosa di più dallo studio di Akihiro Hino e soci.

LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari - Edizione Deluxe - Recensione

Risolviamo ogni mistero, anzi ogni enigma!

I dodici casi che Kat si troverà di fronte nel corso della storia hanno bisogno di sei indizi ciascuno per essere risolti, che si possono scovare esplorando le aree di gioco con un cursore controllabile tramite touchscreen, stick analogico e tasti direzionali, in maniera molto simile a quanto avviene, per esempio, nei videogiochi della serie Phoenix Wright. Ogni caso presenta circa una decina di aree, fra le quali ci si può spostare a piedi o in bicicletta tramite un apposito menu, e in questa versione per Nintendo Switch l’interfaccia di gioco è stata riprogettata in modo da racchiudere tutte le informazioni e i comandi necessari in un solo schermo. Non starà al giocatore mettere assieme i pezzi per risolvere il caso una volta raccolti tutti gli indizi, a quello ci penserà la brillante Kat (peccato però, un modo lo si poteva trovare), ma il suo compito sarà quello di risolvere i numerosi enigmi che la protagonista e i suoi assistenti incontreranno nel corso delle indagini, alcuni obbligatori per la prosecuzione della trama, altri opzionali e affrontabili nuovamente in qualunque altro momento accedendo ad un apposito menu.

Come già fatto notare nella nostra recensione precedente, la qualità e la difficoltà degli enigmi proposti dal titolo sono, in media, molto più basse di quelle dei capitoli passati, in primis per la morte dello storico designer della saga Akira Tago, e questo aspetto potrebbe deludere i veterani abituati a sfide decisamente più impegnative, se non addirittura punitive. Ciò nonostante, gli enigmi di LAYTON’S MYSTERY JOURNEY risultano comunque piacevoli e offrono un discreto grado di sfida, in particolare se non siete appassionati di puzzle game, e mai come in questo caso la quantità vince ampiamente sulla qualità visto che, con l’inclusione di tutti i DLC rilasciati negli anni precedenti e la presenza della sezione Enigma del Giorno, il numero di enigmi supera abbondantemente la soglia di 500, anche se molti richiedono di essere scoperti nella storia principale per essere affrontati. Se volete farvi un’idea, sulla pagina ufficiale del gioco potete trovare alcuni esempi. Esplorando i vari livelli, inoltre, si possono raccogliere le Monete Aiuto, che servono per ottenere suggerimenti durante gli enigmi (fino a un massimo di quattro), e vari oggetti collezionabili.

Il piatto offerto dal gameplay del titolo è aumentato ulteriormente dalla presenza di minigiochi e attività secondarie slegati dalla storia principale ed accessibili in qualunque momento, magari per rilassarsi tra un enigma e l’altro. È possibile personalizzare l’aspetto di Kat e del cane Sherl acquistando nuovi vestiti con i Gettoni Moda, elargiti durante la prima sessione di gioco giornaliera e nascosti in tutte le aree, così come l’arredamento dell’ufficio dell’Agenzia Investigativa Layton (nella modalità Fengshui) mediante gli appositi buoni, ottenibili in base al numero di enigmi risolti. Nella sezione Museo Layton è possibile utilizzare i Punti Museo guadagnati con la risoluzione degli enigmi del giorno per sbloccare illustrazioni e concept art dei precedenti capitoli della serie. I minigiochi infine sono tre: La Cena è Servita, dove bisogna preparare un menù per alcuni personaggi del gioco sulla base di poche informazioni iniziali; Segugio in Gabbia, dove bisogna aiutare Sherl a fuggire sano e salvo da un canile liberandogli il percorso; Grandi Saldi, un simpatico gioco che ci vedrà intenti ad arredare un negozio di gioielli in modo da attirare l’attenzione dei clienti e massimizzare le vendite.

LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari - Edizione Deluxe - Recensione

Layton approda sul grande schermo

Dal punto di vista puramente tecnico, anche questo nuovo capitolo della serie risulta inferiore ai precedenti. Il comparto grafico ha risentito inevitabilmente dello sviluppo contemporaneo su smartphone e Nintendo 3DS e appare meno maestoso e più generico, anche per via dell’ambientazione cittadina. Tuttavia l’ottima direzione artistica salva la situazione, mentre l’operazione di remaster in alta definizione effettuata per lo sbarco su Nintendo Switch dà nuovo lustro ai modelli poligonali in cel shading dei personaggi (tutti molto buffi e immediatamente riconoscibili) così come ai fondali, che però in molti momenti mettono in mostra una risoluzione inferiore, per esempio quando l’inquadratura effettua uno zoom su determinati punti delle varie zone. Si tratta del primo capitolo della serie ad essere pubblicato anche per una console casalinga, tuttavia è in modalità portatile che LAYTON’S MYSTERY JOURNEY dà ancora una volta il meglio di sé, confermandosi la migliore versione del gioco da questo punto di vista, dettaglio che per molti di voi potrebbe sembrare scontato, ma che è sempre bene rimarcare. Bellissime invece le sequenze animate, realizzate dallo studio A-1 Pictures, che intervallano le fasi più importanti del gioco.

Promossa a pieni voti la colonna sonora del compositore Tomohito Nishiura, che ci regala musiche piacevoli, orecchiabili, adatte alle varie situazioni e perfettamente in linea con l’atmosfera della serie. Ma il vero pregio del comparto sonoro è la presenza di un doppiaggio italiano di buonissima fattura (ad eccezione di pochi casi), che vede Kat doppiata da Emanuela Pacotto e la partecipazione di molte voci storiche del panorama nostrano dell’animazione. Davvero un peccato quindi che siano solo pochi dialoghi, i più importanti ai fini dello sviluppo dei casi, ad essere doppiati. Anche il resto della localizzazione italiana si comporta molto bene, ma bisogna segnalare alcune incertezze: oltre a qualche refuso, che si può perdonare in prodotti dall’elevata mole di testo, vi sono alcuni enigmi la cui descrizione è tradotta in maniera poco chiara se non errata. Un problema non da poco per un gioco che basa interamente su di essi il suo gameplay.

In questa serie di misteriosi rompicapo Layton, il celebre professor Hershel Layton è scomparso e spetta a sua figlia Katrielle, una giovane arguta e coraggiosa con il talento di scoprire la verità anche quando le prove scarseggiano, ad assumere il ruolo di protagonista. Nella sua impresa sarà aiutata da un cast di nuovi personaggi tra cui un giovane studente di nome Ernest Drowrig, in qualità di assistente, e Sherl, un cane parlante che dopo essere stato il primo cliente di Katrielle decide di seguirla nelle sue avventure.

Acquista LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari – Edizione Deluxe per Nintendo Switch seguendo questo link al prezzo speciale di 37,89 € (invece che 39,99 €). Uscita prevista per l’8 novembre 2019. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

A chi consigliamo LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari – Edizione Deluxe?

LAYTON’S MYSTERY JOURNEY è un titolo decisamente consigliato a tutti coloro che sono alla ricerca di un gioco piacevole e rilassante, ma anche in grado di mettere alla prova le abilità di logica e ragionamento, grazie al numero spropositato di enigmi presenti. Adatto a grandi e piccini (più ai secondi che ai primi, in verità), e perfetto in modalità portatile per brevi sessioni di gioco in stile mordi e fuggi, questo capitolo è inoltre l’occasione migliore per i neofiti che vogliono avvicinarsi alla saga, grazie alla difficoltà degli enigmi molto più accessibile, alle meccaniche di gioco inalterate, alla trama slegata dalle iterazioni precedenti e alla massiccia dose di contenuti. Allo stesso modo, i veterani della serie si troveranno senza dubbio a casa e avranno ben più di un motivo per tuffarsi nuovamente nelle atmosfere magiche e rétro della creazione di LEVEL-5, a meno di non aver già completato il gioco nella sua prima incarnazione. Chi è invece alla ricerca di una sfida o di una componente narrativa più profonda e marcata farebbe meglio a guardare altrove: LAYTON’S MYSTERY JOURNEY non ambisce a essere nulla di tutto ciò.

  • Tantissimi enigmi e contenuti
  • Perfetto da giocare in portatile
  • Ottima caratterizzazione dei personaggi
  • Localizzazione italiana di buonissima fattura…

  • …Ma con qualche incertezza
  • Mancano la difficoltà e la profondità dei capitoli precedenti
  • Scrittura superficiale e trama principale assente
  • Non introduce nessuna novità nella formula di gioco
LAYTON’S MYSTERY JOURNEY - Edizione Deluxe
3.7

Il punto di partenza ideale per chi non conosce la serie

Alla luce di questa prova della versione Deluxe, mi sento di confermare quanto già detto nella nostra recensione della versione originale: LAYTON’S MYSTERY JOURNEY: Katrielle e il Complotto dei Milionari è un gioco più che discreto e una valida new entry per la longeva serie di LEVEL-5, che risente tuttavia di molti limiti, dovuti in gran parte all’essere stato concepito anche per smartphone, e di conseguenza per un target più giovane rispetto a quello dei capitoli precedenti. Lo dimostrano il livello di difficoltà degli enigmi più basso e meno appagante, l’assenza di una trama principale vera e propria, e il comparto grafico meno ispirato, che si salva in parte grazie alla direzione artistica e all’ottima operazione di remaster attuata per la pubblicazione su Nintendo Switch. Ciononostante, rimane un titolo godibilissimo per chiunque cerchi un intrattenimento senza troppe pretese e dalla buona longevità, assicurata dall’elevato numero di enigmi presenti e dai minigiochi secondari. Ci auguriamo che LEVEL-5 annunci presto un nuovo capitolo della serie, magari con il ritorno del professore (che assieme alla figlia può dare vita a una coppia davvero esplosiva), e perché no, che le due trilogie precedenti seguano lo stesso trattamento e vengano pubblicate nuovamente su Switch, così che possano essere scoperte e giocate dalle nuove generazioni.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessio Micheloni
Figura mitologica, ossessionata da tutto ciò che proviene dal Giappone, che ama districarsi abilmente fra mille impegni e buoni propositi che non realizzerà mai. Quando non impugna un controller, si diletta a guardare anime e leggere manga di dubbio gusto. Tendenzialmente ti vuole bene, soprattutto se gli parli delle serie Trails, Ys e Utawarerumono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games