FAIRY TAIL: la nostra intervista agli sviluppatori del gioco

FAIRY TAIL: la nostra intervista agli sviluppatori del gioco

Grazie alla mediazione di Koch Media, distributore italiano dei titoli KOEI TECMO GAMES, abbiamo avuto il privilegio di intervistare Keisuke Kikuchi, in rappresentanza del team di sviluppo di GUST, responsabile — oltre che della saga di Atelier, Nights of Azure, Ar tonelico e tanti altri, del nuovo gioco basato sull’opera a fumetti di Hiro Mashima, FAIRY TAIL.

Eletto come Gioco del Mese di questo luglio, FAIRY TAIL è la prima trasposizione videoludica della serie ad arrivare in Occidente e, dopo una serie di rimandi, sarà finalmente disponibile in Europa dal 30 luglio, su PlayStation 4, Nintendo Switch e PC.

Siete curiosi di scoprire cosa abbiamo chiesto agli sviluppatori del gioco? Non indugiamo oltre e addentriamoci nella nostra intervista esclusiva!

FAIRY TAIL

FAIRY TAIL – Intervista agli sviluppatori di GUST

Com’è nata l’idea di sviluppare un RPG a turni tratto da FAIRY TAIL? È stata KOEI TECMO ad affidare a Gust l’incarico di realizzarlo, piuttosto che lasciarlo nelle mani di Omega Force affinché ne realizzasse un Musou? Oppure è stata Kōdansha a chiedere espressamente che venisse realizzato da Gust?

Penso davvero che per i fan utilizzare spettacolari magie, rafforzare i legami fra i personaggi e migliorare la propria gilda funzioni bene con il ritmo di gioco di un RPG. È stata KOEI TECMO a offrire al team di GUST l’opportunità di occuparsi dello sviluppo di FAIRY TAIL.

Prima di FAIRY TAIL, o in seguito al suo sviluppo, avete considerato l’idea di realizzare RPG tratti da altri anime e manga che non dispongono ancora di trasposizioni videoludiche?

Sì, l’abbiamo presa in considerazione. Non posso menzionare titoli specifici, ma stiamo considerando l’idea di realizzare adattamenti videoludici di ulteriori serie anime e manga.

In FAIRY TAIL troveremo alcune similitudini o meccaniche già viste nei precedenti titoli dello studio, come i vari Atelier, Ar Tonelico, Nights of Azure e Blue Reflection? Oppure il gameplay del titolo sarà del tutto nuovo rispetto a quanto visto in passato?

Sebbene nulla di tutto ciò sia stata implementata intenzionalmente, il motore di gioco e le nostre conoscenze generali maturate con la creazione di altri giochi si sono senz’altro fatti strada nel processo di sviluppo mentre davamo vita ai personaggi, assicurandoci che le loro caratteristiche uniche si integrassero al meglio con il sistema di gioco. Le abilità magiche combinate e lo sviluppo della gilda, assieme alla creazione di Lacrima, comprendono tutti aspetti provenienti dai nostri titoli precedenti. Ci siamo assicurati di utilizzare tutto ciò di cui disponiamo per mettere in mostra i tratti più importanti che caratterizzano FAIRY TAIL.

Lo scorso settembre avete accennato alla possibilità di rilasciare il gioco anche su Xbox One in Occidente, ma alla fine il tutto si è risolto con un “Ci penseremo su”. Cosa ne sarà della versione Xbox di FAIRY TAIL? Possiamo aspettarci di vederla in futuro, magari in seguito all’uscita di Series X in una versione “enchanced”?

Al momento non abbiamo alcun piano di rilasciare FAIRY TAIL su Xbox One o su Xbox Series X. Se avremo l’opportunità di occuparcene in futuro, prenderemo certamente in considerazione quest’idea.

La colonna sonora del gioco richiamerà quella della serie animata originale oppure conterrà unicamente brani composti appositamente per questo gioco?

Tutti i brani che troverete nel gioco sono stati composti appositamente per questa produzione. Ci siamo ispirati alle musiche della serie animata quando abbiamo scelto gli strumenti e la melodia di ciascuna canzone. Il nostro scopo era quello di assicurarci che, con questa inedita colonna sonora, i fan dell’anime si sentissero immediatamente a proprio agio.

Per quale ragione è stato deciso di iniziare in un punto avanzato della storia del manga originale anziché partire dal principio? Non c’è il rischio che, chi non conosca FAIRY TAIL, non possa avere l’occasione di percorrerlo proprio con il vostro gioco? La storia precedente sarà inserita sotto forma di riassunti o di flashback? Facendo partire il gioco dal combattimento finale dell’Isola Tenro, non temete di aver tralasciato le storie che più hanno appassionato i fan? Come la stessa saga dell’isola di Tenro o la saga di Edolas?

Il processo che ci ha portati a scegliere l’arco narrativo dei Grandi Giochi di Magia è partito dall’idea che molti dei personaggi appaiono nel pieno delle forze proprio durante questa parte della storia. Inoltre, Natsu ritorna dopo sette anni allo scopo di rivitalizzare la gilda e ciò funziona bene come elemento all’interno del gioco.

Ci saranno riferimenti al sequel a fumetti FAIRY TAIL: 100 YEARS QUEST (FAIRY TAIL: Hyaku-nen kuesuto) all’interno del gioco? Oppure alla “Missione dei 100 Anni”?

Non ci sarà alcun contenuto di storia proveneinte dal manga FAIRY TAIL: 100 YEARS QUEST, ma soddisfacendo determinate condizioni i giocatori potranno sbloccare una Quest Board di Rank S. La “Missione dei 100 Anni” apparirà su questa Quest Board come incarico di livello molto elevato.

Si tratta quindi di un gioco indirizzato solo a chi conosce già l’opera animata e a fumetti, oppure siete partiti con le intenzioni di realizzare un prodotto che potesse attirare l’attenzione dei fan degli RPG giapponesi che non hanno letto il manga di Hiro Mashima?

Il nostro scopo era quello di assicurarci che il gioco di FAIRY TAIL risultasse accattivante per i fan della serie. Tuttavia, ci siamo anche sforzati di svilupparlo in modo che anche i giocatori che non hanno mai letto il manga o visto la serie animata originale possano seguire la storia e comprendere i vari tratti dei personaggi. Mi auguro che gli appassionati possano godersi gioco, anime e manga insieme.

Quali differenze tecniche possiamo aspettarci fra le versioni PC, PS4 e Nintendo Switch del gioco? Quale è stata utilizzata come base per lo sviluppo?

Utilizzando la modalità portatile su Nintendo Switch, la risoluzione passerà a 720p. La modalità TV invece avrà la stessa risoluzione e lo stesso frame rate delle altre versioni, ovvero 1080p e 30 FPS.

Avete già confermato che la trama principale durerà circa 30 ore, a cui si sommeranno le missioni secondarie. Saranno presenti anche un post-game e una modalità New Game+?

Sì, dopo la fine della storia principale ci sarà un epilogo che include dei contenuti endgame.

Il gioco è stato posticipato diverse volte prima di ricevere una data di uscita definitiva. Quali difficoltà avete incontrato nello sviluppo di FAIRY TAIL? Sono tutte dovute alla difficoltà di lavorare da casa per via del COVID-19 oppure non eravate soddisfatti dei risultati ottenuti?

La ragione principale dietro al ritardo di giugno era quella di consentire al nostro team di creare un titolo che potesse davvero rendere soddisfatti gli appassionati, di incrementare inoltre la qualità del gioco includendovi del contenuto aggiuntivo. Il ritardo di luglio è stato causato dal cambio dell’ambiente di lavoro che i developer hanno dovuto affrontare a causa del COVID-19. Oltre allo sviluppo, anche il processo produttivo ha subito ritardi, creando alcune difficoltà nel conciliarci con i nostri piani originali.

Avete già pensato a eventuali DLC da rilasciare dopo l’uscita del gioco? Alcuni di essi potrebbero includere contenuti provenienti dalle altre opere di Hiro Mashima, come RAVE o il più recente EDENS ZERO?

Stiamo lavorando sullo sviluppo dei DLC proprio ora. Ci saranno un sacco di contenuti che vorremmo aggiungere dalla serie di FAIRY TAIL, per questo motivo non ci sarà alcun personaggio proveniente da altre produzioni. Tuttavia, se ci saranno numerose richieste da parte degli appassionati, potremo prendere in considerazione questa opportunità in futuro.

Volete lasciare un messaggio ai nostri lettori e a tutti i fan dei giochi GUST e agli appassionati di FAIRY TAIL?

Questa è la prima volta che FAIRY TAIL riceve un adattamento videoludico in Occidente, e siamo davvero entusiasti all’idea di portare ai giocatori questo mondo ricco di fantasy e magia. FAIRY TAIL darà ai giocatori la libertà di essere giocato come meglio preferiscono e gli consentirà di accrescere il potenziale dei propri personaggi preferiti godendosi, allo stesso tempo, il mondo che li circonda. Se i fan degli RPG che guarderanno i trailer finiranno per interessarsi alla serie di FAIRY TAIL, mi auguro che decidano di guardare l’anime mentre affrontano il videogioco.


Ringraziamo GUST, KOEI TECMO GAMES e Koch Media per questa intervista e vi diamo appuntamento alla nostra recensione di FAIRY TAIL. L’uscita del gioco è prevista in Europa per il prossimo 30 luglio.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Avatar
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, cinema e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games