BEASTARS, il primo volume disponibile dal 14 marzo

BEASTARS, il primo volume disponibile dal 14 marzo

Panini Comics ci presenta BEASTARS, il manga di Paru Itagaki che vede un mondo popolato da animali atropomorfi e che tratta argomenti come razzismo e bullismo. Il primo volume sarà disponibile da domani, 14 marzo, in tutte le fumetterie d’Italia. Maggiori dettagli e alcune tavole in anteprime li trovate di seguito.

ARRIVA  BEASTARS, UN MANGA CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

Il 14 marzo arriva in tutte le librerie e fumetterie il primo numero del manga Beastars. Pubblicato da Planet Manga, divisione di Panini Comics dedicata al fumetto giapponese, è stato presentato in anteprima a Cartoomics, la fiera per appassionati che si è svolta presso lo spazio Fiera Milano di Rho dall’8 al 10 marzo.

Manga rivelazione del 2018 e vincitore in Giappone di diversi premi, Beastars affronta da un punto di vista eccentrico, surreale e decisamente originale tematiche quali la discriminazione razziale, le difficoltà relazionali e il senso di inadeguatezza tipico dell’adolescenza.

Il fumetto, creato da Paru Itagaki, è ambientato in un mondo popolato da animali antropomorfi che vede la convivenza fra erbivori e carnivori. Il manga è incentrato su Legoshi, un lupo grigio studente dell’istituto Cherryton. Nonostante la bontà d’animo e la rara gentilezza, Legoshi è odiato e temuto dai compagni a causa dei pregiudizi sulla sua specie.

A scuola il protagonista divide il dormitorio con altri canidi e fa parte del club di teatro, lavorando dietro le quinte e fungendo da accompagnatore della stella nascente del club, il cervo rosso Louis. Quando l’alpaca Tem, compagno di Legoshi, viene trovato morto, sul protagonista ricadono inevitabilmente i sospetti di molti studenti.

Panini Comics dà quindi appuntamento nelle edicole e fumetterie con un manga nel quale la suddivisione tra carnivori ed erbivori è metafora dei fenomeni di razzismo e bullismo con cui si confronta ancora oggi la nostra società.

Fonte: Panini Comics

Zechs
Trent'anni passati a inseguire il sogno giapponese, tra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*