AKIRA: in arrivo il secondo volume della nuova edizione

AKIRA volume 2

Panini Comics, per la sua collana Planet Manga, annuncia l’arrivo del secondo volume della nuova edizione di AKIRA, intramontabile manga di Katsuhiro Otomo.

Dal prezzo di 22 €, 304 pagine in formato 18 x 25,6 cm, AKIRA 2 sarà in vendita da questo 15 aprile in tutte le librerie e fumetterie d’Italia. Di seguito sono disponibili ulteriori informazioni da Panini Comics. Il primo volume è già disponibile dallo scorso 18 marzo.

AKIRA di Katsuhiro Otomo

La nuova edizione del capolavoro di Katsuhiro Otomo, un vero e proprio cult del manga fantascientifico.

Il secondo volume disponibile dal 15 aprile.

  • AKIRA 2Uscita: 15 aprile 2021
  • Prezzo: 22 euro
  • Pagine: 304
  • Rilegatura: Brossurato
  • Formato: 18X25,6 cm
  • Interni: Bianco e nero / Colori
  • Distribuzione: libreria, fumetteria e online

Akira, il capolavoro di Katsuhiro Otomo, è tornato in una nuova attesissima versione italiana per tutti gli amanti di questo grande classico a fumetti degli anni Ottanta e per i neofiti che vorranno scoprire una delle opere di fantascienza più amate di sempre. Planet Manga propone una riedizione fedele all’originale con nuove traduzioni, nuova veste editoriale interamente modellata sull’originale giapponese (compresi i risguardi e i bordi di pagina colorati) e, per la prima volta in Italia, il senso di lettura alla giapponese.

2019. In un futuro post apocalittico la città di Neo-Tokyo sorge sulle ceneri di Tokyo, distrutta durante la Terza Guerra Mondiale. Una bianca figura si staglia all’improvviso sulla strada, in un punto dove prima non c’era nulla. In testa al gruppo, Tetsuo, giovane membro di una banda di motociclisti, deve mettere mano ai freni della moto. La figura, avvolta in una luce, si avvicina sempre di più. Ha il numero 26 inciso sul palmo della mano e un volto da vecchio in un corpo da bambino. Un istante, e Tetsuo è catapultato sull’asfalto. La sua moto esplode, mentre la misteriosa figura scompare sotto gli occhi attoniti di Kaneda, il leader della banda.

Con questo “incidente” avvenuto sull’autostrada che collega la città alla zona teatro di lancio del nuovo tipo di bomba che diede il via alla Terza Guerra Mondiale, ha inizio Akira. Ma chi è l’inquietante ragazzino? Cosa accadrà a Tetsuo, prelevato dal luogo dell’incidente dall’esercito, e a Kaneda e alla giovane Kay, coinvolti loro malgrado nel turbinio degli eventi?

Dopo il lancio del primo numero a marzo, il secondo numero di Akira è ora disponibile dal 15 aprile in fumetteria, libreria e su panini.it.

L’AUTORE

Katsuhiro Otomo è un regista, fumettista e sceneggiatore giapponese, nato nella prefettura di Miyagi, in Giappone, il 14 aprile 1954. La sua carriera di mangaka ha inizio con storie brevi pubblicate a metà degli anni Settanta. Tra le sue opere più importanti ci sono Domu (Sogni di bambini), un racconto di circa duecento pagine che vince il premio SF Grand Prix come migliore opera di fantascienza, e Akira, la sua opera più celebre e impegnativa, diventata successivamente un film d’ animazione, sceneggiato e diretto da Otomo stesso, che l’ha reso famoso a livello internazionale.

Fonte: Panini Comics

© MASH·ROOM Co., Ltd./Kodansha Ltd. Per questa edizione: © 2021 Panini S.p.A.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Avatar
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, manga, cinema e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*