SUMMER TIME RENDERING – Recensione

Il primo volume di SUMMER TIME RENDERING, il manga di Yasuki Tanaka pubblicato da Edizioni Star Comics, è disponibile in fumetteria. Ecco la nostra recensione

SUMMER TIME RENDERING - Recensione

Se c’è un parametro che chi vi scrive considera fondamentale nella buona riuscita di un’opera di narrativa, fumetti inclusi, è la capacità di incollare il lettore alle pagine mantenendo sempre alta la sua attenzione e spingendolo a non fermarsi mai per poter scoprire come prosegue la storia. Per usare una sola parola, si tratta del coinvolgimento, e capita spesso che molti difetti di un prodotto si possano perdonare, se non trascurare, qualora risulti presente questo fattore. Summer Time Rendering è un manga che sembra l’esemplificazione perfetta del concetto appena esposto, almeno in questo primo volume oggetto della recensione.

Annunciato, o meglio “anticipato”, con un’immagine teaser dall’editore italiano Star Comics durante la sua conferenza al Lucca Comics and Games 2018, e successivamente confermato al Cartoomics 2019, Summer Time Rendering è uno shōnen manga scritto e disegnato da Yasuki Tanaka e pubblicato dal 2017 sulla rivista Shounen Jump dell’editore Shueisha. Al momento conta 6 volumi usciti in patria, mentre il primo numero dell’edizione italiana è stato pubblicato in libreria e fumetteria a partire dal 19 giugno 2019. Sul sito ufficiale di Star Comics è disponibile un’anteprima gratuita del primo capitolo.

Summer Time Rendering ci racconta le vicende del suo giovane protagonista Shinpei, il quale, trasferitosi a Tokyo dopo aver terminato le scuole medie, ritorna dopo due anni a Hitogashima, una piccola isola turistica dove è nato e cresciuto, per assistere al funerale della sua amica d’infanzia e sorella adottiva Ushio Kofune, scomparsa improvvisamente per un incidente in mare. Il suo ritorno sarà però solo l’inizio di una sequenza di misteriosi e inspiegabili eventi che faranno precipitare Shinpei in una spirale oscura e drammatica e che coinvolgeranno tutti gli abitanti dell’isola e le persone a lui più care, come la sorella Mio.

SUMMER TIME RENDERING - Recensione

Questa sinossi di Summer Time Rendering è volutamente generica e, in linea con la politica dell’editore stesso per l’annuncio e la promozione dell’opera, non fa alcun cenno a quello che è il punto focale della trama, che viene già rivelato nelle ultime pagine del primo capitolo. Vi consigliamo dunque di leggere per intero l’anteprima sul sito di Star Comics per scoprire di cosa parla per davvero questo manga e capire se fa o meno al caso vostro. Senza alcuno spoiler, possiamo dirvi che il primo volume di questa serie getta delle ottime e solide basi per un thriller d’azione dal grandissimo potenziale. La premessa non brilla per originalità, ma l’autore la sfrutta molto bene ed imbastisce un racconto dal ritmo serrato, incalzante e mai noioso, grazie anche ai pochi e scorrevoli dialoghi, a tratti inquietante, in cui (ricollegandosi a quanto detto all’inizio di questa recensione) il lettore viene costantemente spinto a girare pagina per scoprire cosa succede nella vignetta successiva. I personaggi costituiscono un ulteriore valore aggiunto, in quanto sono tutti ben caratterizzati e convincenti, soprattutto il protagonista.

SUMMER TIME RENDERING - Recensione

Graficamente ci troviamo di fronte a uno stile di disegno pulito, solido ed efficace, molto dinamico e funzionale al tipo di racconto. Non abbiamo virtuosismi e picchi degni dei più grandi artisti manga, ma l’autore è bravo quanto basta e anzi compensa alla grande il suo tratto nella media con una regia da urlo, attuata mediante una sequenzialità delle vignette nelle tavole semplicemente perfetta, e con una capacità notevole (e rara nel panorama manga) di gestire le anatomie umane in inquadrature e posizioni molto difficili e all’apparenza innaturali.

SUMMER TIME RENDERING - Recensione

Summertime Shadows

SUMMER TIME RENDERING - RecensioneConsigliamo dunque Summer Time Rendering a tutti quelli che sono alla ricerca di un bel manga action/thriller con una forte componente di mistero e di sovrannaturale. Non si tratta di un’opera dalle premesse particolarmente originali e innovative, ma poco importa, perché Yasuki Tanaka è bravo a sviluppare la storia, a incuriosire il lettore grazie ai numerosi segreti che aspettano solo di essere svelati, e a caratterizzare in maniera efficace i personaggi protagonisti, aumentando così l’empatia nei loro confronti. Le basi per un ottimo prodotto di intrattenimento, adrenalinico e coinvolgente, ci sono tutte.

La pubblicazione italiana a cura di Star Comics si presenta in linea con quelle tipiche dell’editore per fumetteria e libreria nella relativa fascia di prezzo, in questo caso pari a 5,90 €. Il formato è 13×18, la rilegatura brossurata, abbiamo la sovraccoperta ed i materiali, pur lontani dalla qualità di altri editori, rendono giustizia all’opera. La cadenza prevista, almeno per i primi numeri, è mensile.

Per chi ama i giochi di luci e ombre

Alessio Micheloni
Da sempre ossessionato da tutto ciò che riguarda il Giappone, ha tirato in un solo mese più imprecazioni di una vita intera grazie a Sekiro e considera Persona 5 uno dei più grandi JRPG di tutti i tempi. Quando non impugna un controller, si diletta a leggere manga di dubbio gusto.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*