A Te Che Conosci l’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky – Recensione

Abbiamo recensito l'Ultralimited Edition home video di A te che conosci l'azzurro del cielo - Her Blue Sky, opera diretta da Tatsuyuki Nagai con sceneggiatura di Mari Okada, rimanendone piacevolmente sorpresi.

A Te Che Conosci l'Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky - Recensione

La rana dentro il pozzo non sa nulla del grande oceano, nonostante ciò conosce l’azzurro del cielo. Sono queste le parole che trainano l’opera finale dell’ideale trilogia ambientata a Chichibu, paesello della prefettura di Saitama. Ideale, perché le tre opere (AnoHana, Kokosake e, appunto, Her Blue Sky) non hanno niente in comune se non l’ambientazione rurale del paesino montano e, chiaramente, il regista e la sceneggiatrice, rispettivamente Tatsuyuki Nagai e Mari Okada. Personalmente ho avuto il piacere di vedere solo la serie di AnoHana prima di visionare questa pellicola e ho saputo della connessione solo dopo aver visto il film, e devo dire che le sensazioni che le due opere mi hanno donato sono simili, e davvero forti. Insomma, con questo titolo Okada e Nagai hanno creato una piccola gemma, abbondantemente al di sopra dello standard dell’animazione giapponese. Andiamo a recensire la versione home video, realizzata da Anime Factory e disponibile a partire da novembre dell’anno scorso.

  • Titolo originale: 空の青さを知る人よ Sora no aosa o shiru hito yo
  • Titolo italiano: A Te Che Conosci l’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky
  • Uscita giapponese: 11 ottobre 2019
  • Uscita italiana: 25 maggio 2020
  • Versione home video: Anime Factory
  • Genere: Sentimentale, Slice of Life
  • Durata: 108 minuti
  • Casa di produzione: Clover Works
  • Lingua: Italiano, Giapponese con sottotitoli

Abbiamo recensito A Te Che Conosci l’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky con versione home video fornitaci gratuitamente da Anime Factory.

La nostra storia è ambientata a Chichibu, il “pozzo” a cui si riferisce la frase all’inizio di questa recensione. Il paesino, infatti, si trova in una vallata tra le montagne, e per questo è tagliato fuori dal mondo reale, quasi una dimensione a se stante e sempre uguale a se stessa. È da qui che Shinnosuke Kamamuro, Shinno per gli amici, decide di andarsene, alla volta della capitale, per seguire il suo sogno di diventare un chitarrista di successo. Ma per partire, il ragazzo deve sacrificare la sua relazione, perché la sua fidanzata, Akane Aioi, decide di rimanere a Chichibu per crescere la sorellina Aoi dopo la morte di entrambi i genitori in un incidente. È questo l’incipit del film, e da qui facciamo un salto di ben tredici anni nel futuro. Adesso è Aoi, ormai alle superiori, a coltivare il sogno di andarsene a Tokyo per diventare una bassista di successo, mentre Akane lavora al municipio. È proprio durante una delle prove in solitaria di Aoi che, nel salone nei boschi in cui si esercitava la vecchia band di Shinno, apparirà il ragazzo, come se non fosse passato neanche un giorno dalla sua partenza. E, effettivamente, per lui non è passato neanche un attimo. Le cose naturalmente si complicheranno quando, per tenere un concerto, tornerà a Chichibu anche lo Shinnosuke adulto, all’apparenza completamente diverso. Come andrà a finire questo strano incrocio di vite e sentimenti?

A Te Che Conosci l'Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky - Recensione

Come avrete capito dalla trama qui sopra, questo titolo è sì una commedia sentimentale, ma parecchio sui generis. La storia ruota attorno ad Aoi e ai suoi sentimenti verso tutti gli altri personaggi presenti, ma sopratutto verso la sorella Akane. È proprio questa la magia che gli autori sono riusciti a compiere in quest’opera: esprimere al meglio le emozioni tra le due sorelle, senza però sacrificare neanche per un attimo l’amore, l’amicizia, il rimorso e una miriade di altri movimenti dell’animo, il tutto in soli 108 minuti. A decorare una storia già molto bella, troviamo una caratterizzazione dei personaggi impeccabile e forte di una descrizione dell’animo e della crescita dei personaggi mai banale o scontata. Ho amato sia gli attimi di forza che quelli di debolezza di Aoi, una protagonista vera e propria più che un’eroina, ed una ragazza nella quale credo che qualunque adolescente potrebbe facilmente rivedersi. Inoltre la stessa cosa può esser detta di Akane e dello Shinnosuke adulto, nei quali i “non proprio ragazzi” come noi si rispecchiano immediatamente. Per farla breve, un racconto che definirei speciale, probabilmente si piazza in cima alle commedie dello stesso genere, sulla vetta più alta che una storia simile abbia mai raggiunto.

So che leggete queste mie recensioni per il piacere di trovare aspre e malvagie critiche all’operato dei poveri registi nipponici, ma purtroppo per voi questa volta devo continuare a lodare l’operato dello staff, e stavolta mi riferisco al comparto tecnico, artistico e sonoro. I fondali sono meravigliosi, spesso più simili a fotografie che non a disegni, con giochi di luce e ombre che vi faranno immergere nella piccola Chichibu come se ci viveste. Ammettiamolo, a chi non piacerebbe passare almeno le vacanze in uno di quei paesini da cartolina che vediamo spesso nei titoli del Sol Levante? Beh, vedendo questo film vi sembrerà sul serio di trovarvi lì, garantito. Anche i personaggi sono ben caratterizzati graficamente, i sentimenti che traspaiono perfettamente dai volti e dalle espressioni di Aoi e compagni. Dulcis in fundo, essendo un film che ruota attorno al mondo musicale, non potevano mancare composizioni più elaborate dei soliti sottofondi, e ammetto che ogni canzone cantata mi è piaciuta molto, a partire da Gandhara, un brano pubblicato dalla rock band Godiego nel 1978.

A Te Che Conosci l'Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky - Recensione

Gioie e dolori riempiono, invece, la versione italiana del film. Anzitutto va sottolineato il discreto lavoro svolto da Anime Factory nella trasposizione italiana: sono stati sottotitolati tutti i testi delle canzoni, anche nella versione doppiata in italiano, nella quale si è avuta la lungimiranza di lasciare l’audio originale durante il cantato. Davvero un buon lavoro. Il risvolto della medaglia sono alcuni dettagli che forse si sarebbe potuto curare un po’ meglio. Innanzitutto, ci sono alcuni frame in cui i sottotitoli saltano, e di conseguenza alcune frasi sono lasciate all’immaginazione dello spettatore. Va detto che capita, per quello che ho potuto notare, solo tre volte, quindi parliamo solo di tre frasi su un intero film, ma tant’è. L’altra critica da muovere è sul doppiaggio, per la precisione sulla parte dello Shinno giovane, troppo enfatizzata, troppo finta per essere credibile. Infine, l’adattamento è, in alcuni punti, troppo arzigogolato, con costruzioni e termini che lasciano lo spettatore un po’ stranito. Anche in questo caso la problematica si presenta solo in alcuni tratti, ma abbastanza per strappare per un attimo chi guarda dalla mondo magico in cui è stato trasportato durante la visione. Insomma, si sarebbe potuto fare meglio.

Aoi vive in una cittadina di campagna con la sorella maggiore Akane, insieme alla quale abita dopo aver perso i genitori in un incidente. Un giorno, Shinnosuke, un ex fidanzato di Akane che era sparito dalla circolazione per anni, fa ritorno alla sua città natale.

Nello stesso periodo, Aoi incontra accidentalmente Shinno, che si presenta all’improvviso come lo Shinnosuke delle superiori.

Acquista A Te Che Conosci L’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky Ultralimited Edition seguendo questo link al prezzo di 28,41 €. Disponibile dal 19 novembre 2020. Sostieni Akiba Gamers acquistando il film su Amazon attraverso questo link!

Abbiamo recensito la versione Ultralimited a tiratura limitata di A Te Che Conosci L’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky, e non posso fare altro che ammettere con gioia che è la migliore edizione home video che abbia mai visto, per stile e contenuti, e seguendo questo link potrete ammirarla in tutto il suo splendore nel nostro video di unboxing. Semplice e diretta, il cofanetto contiene la custodia del Blu-ray, tutta decorata con le foto che appaiono nei titoli di coda incollate come su una lavagnetta in camera, con all’interno anche le quattro cartoline raffiguranti i protagonisti, e un booklet di una quarantina di pagine realizzato in maniera molto meno impersonale rispetto a quelli che ho visto fin ora. I nomi nelle interviste colorati in modo diverso, le decorazioni su ogni pagina, i testi di alcune canzoni e le varie immagini presenti sono solo piccoli dettagli, ma impreziosiscono in maniera esponenziale il prodotto. Ultima chicca, stampato sulla parte interna della custodia del disco, lo spartito di una delle composizioni presenti nel film. Tutto davvero molto bello, ammetto che questa cura mi ha strappato più di un sorriso.

A Te Che Conosci l'Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky - Recensione

Il miglior cielo che abbia mai visto

A te che conosci l'azzurro del cielo - Her Blue Sky - RecensioneA Te Che Conosci L’Azzurro Del Cielo – Her Blue Sky: un film profondo, curato, mai banale e fantastico, sia da guardare che da ascoltare. Sono rimasto davvero affascinato da questo nuovo titolo di Mari Okada e Tatsuyuki Nagai, che con Masayoshi Tanaka, direttore dell’animazione, ci hanno riportato a Chichibu per un’altra avventura da cui uscirete con quel forte senso di malinconia gioiosa a cui solo le grandi opere possono farvi arrivare.

Amerete ogni personaggio, ogni emozione, ogni espressione, e qualche difetto non potrà non farvi amare anche la versione in cui questo titolo è giunto in Italia grazie a Koch Media. A conti fatti, credo sia un’opera che non dovrebbe assolutamente mancare sui vostri scaffali, e sopratutto, penso che non dovrebbe mancare nei vostri cuori.

Consigliatissimo

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Dai fantasy agli anime, dai manga ai videogiochi, cerca ancora un equilibrio tra storie fantastiche e dura realtà… preferendo su tutto un piatto di lasagne.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

1 commento

  1. Io l’ho trovato niente male, ma abbastanza dimenticabile.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*