Project Sakura Wars: gameplay e nuovi dettagli dal Tokyo Game Show 2019

Project Sakura Wars: gameplay e nuovi dettagli dal Tokyo Game Show 2019

Entrati ormai nel vivo del Tokyo Game Show 2019, ecco arrivare in rete alcune novità dedicate all’intrigante Project Sakura Wars per PlayStation 4, alcune rivelate nel corso del Sakura Wars Imperial Propaganda Department Report TGS Special #1: Latest Information Special di SEGA, e altre riprese in formato off-screen.

Iniziamo subito con quest’ultimo, ovvero un video di gameplay di quasi 24 minuti della demo offerta presso lo stand della compagnia proprio dai ragazzi di Famitsu in persona.

Passiamo invece adesso alle informazioni varie, dedicate non solo a introdurci la Berlin Combat Revue ma anche un personaggio misterioso. Siete pronti?

Berlin Combat Revue

Una Combat Revue con base a Berlino, Germania, che combatte per difendere la città. Il gruppo gode di una leadership simil-esercito, ma può anche vantare di una grandissima abilità nel combattimento individuale. In battaglia operano come la Berlin Combat Revue: Schwarzschild.

Elise

Estremamente leale alla sua missione e capace di combattere al massimo delle sue possibilità anche nelle missioni più ardue, Elise è la leader della Berlin Combat Revue. Non parla molto, ma ha una volontà di ferro che non si piega davanti a niente. È affascinata dalla profondità della cultura nipponica, ed è solita seguire gli spettacoli Kabuki nella Città Imperiale.

Margarete

Una ragazza prodigio che funge da tattico per la Berlin Combat Revue. È conosciuta per il suo freddo e diretto modo di dire le cose agli altri. Molte delle operazioni da lei pianificate vengono descritte come impossibili, e solo l’abilissima Berlin Combat Revue è capace di metterle in atto.

Spiricle Fighter: Eisenjaeger

Gli Spiricle Fighter usati dalla Berlin Combat Revue. Sono stati realizzati in modo da mantenere la genealogia degli Spiricle Fighter: Eisenkleid, usati un tempo nella European Hoshigumi. Si tratta di una unità che possiede sia una corazza pesante e una potenza di fuoco tremenda. Ha il tipico stile di un guerriero capace di spezzare lo spirito nemico.

Il Personaggio Misterioso, Yasha

Un kouma di alto livello, apparso misteriosamente assieme ai disastri della Capitale Imperiale durante la cerimonia di apertura della Great Combat Revue World War. È in cerca di uno strumento conosciuto come Chiave Imperiale. Sembra rassomigliare molto la top star della Imperial Combat Revue: Floral Division. Ma qual è la sua vera natura?

Puppet Soldier: Shinmetsu

Si tratta del Puppet Soldier usato da Yasha, che opera attraverso il suo potere spirituale. È davvero enorme, più degli Spiricile Fighter, la sua agilità può mettere in crisi anche i Mugen e la sua enorme spada è in grado di scatenare devastanti attacchi.

Mugen Personalizzati

Lo Spiricle Fighter operato da Azami Mochizuki è specializzato nel combattimento ravvicinato, in grado di scagliare velocemente calci e pugni in quantità e spostarsi a gran velocità per tutto il campo di battaglia, sia in aria che su terreno. Al contrario, lo Spiricle Fighter di Anastasia fa uso di armi da fuoco, tra cui una pistola e un fucile dalle fattezze simil-ombrello. Non è solo in grado di combattere a distanza grazie alla sua potenza di fuoco, ma è capace di cavarsela anche nel faccia a faccia usando il suo ombrello.

Prima di lasciarvi a una carrellata di nuovi video, vi ricordiamo che il debutto nipponico del gioco è fissato per il 12 dicembre, mentre in Occidente arriverà solo nella primavera 2020.

Trailer

Story Trailer

Spot TV

Gameplay

Fonte: SEGA via Gematsu (1,2)

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*