SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE – Primi dettagli per la demo a porte chiuse

SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE – Primi dettagli per la demo a porte chiuse

Il promettente SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE di FromSoftware gode attualmente di una demo a porte chiuse all’E3 2018, dove solo stampa e pochi altri eletti possono riuscire oltrepassare questa barriera astratta e mettere mano ai titoli da poco annunciati per provarli su strada.

Grazie al piccolo reportage di PC Gamer, siamo oggi in grado di scoprire qualche dettaglio in più sul gioco. Siete pronti a scoprire tutti i punti salienti?

  • SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE è ambientato in Giappone, in un re-immaginato 1500 in piena era Sengoku. Giocheremo nei panni di uno shinobi senza nome, incaricato di proteggere un giovane lord dai lignaggio mistico, lasciato a morire quando l’attacco di un samurai gli ha letteralmente reciso un braccio.
  • Si tratta di un action adventure game, non un RPG. Non sono presenti statistiche, armature, armi, classi o multiplayer. Saranno presenti però delle “protesi” che troveremo durante il corso del gioco, che potranno essere applicate per rimpiazzare la mano dello shinobi e aiutarci nella continuazione dell’avventura.
  • Sebbene il protagonista utilizzi una katana con la sua mano destra, la protesi che porta sulla sinistra potrà essere rimpiazzata con svariati strumenti offensivi. Se inserita l’ascia, per esempio, saremo in grado di distruggere gli scudi nemici, un fuoco d’artificio più stordire, la torcia può essere usata per dar fuoco, e lo scudo potrà ovviamente bloccare gli attacchi. Per fare un piccolo esempio, sarà possibile passare la katana nel braccio-torcia per godere di una momentanea spada infuocata.
  • Gli stabili sono costruiti in verticale, e sarà possibile arrampicarsi su tetti e carie alture utilizzando l’apposito rampino. Stando a quanto provato nella demo, il suo utilizzo non sembra legato ad alcuni punti di salita specifici o obbligatori. Può addirittura essere utilizzato in combattimento per tirare a sé i nemici o portarci alle loro spalle.
  • Il combattimento si basa tutto sulla postura. I nemici saranno in grado di bloccare facilmente gli attacchi, ma presto o tardi perderanno la loro posa, e una volta che li avremo portati a questo punto potremo finirli con uno “Shinobi Death Blow”. Tenete bene a mente che anche il protagonista perderà la propria posizione dopo aver subito svariati attacchi, a meno che le parate da noi effettuate non siano sempre perfette. Se lo saranno, allora a perderla saranno proprio gli avversari.
  • I Kanji che di volta in volta appariranno sulla testa del personaggio hanno funzioni diverse. Un simbolo di pericolo, per esempio, è un chiaro segnale che un nemico sta per usare il suo attacco speciale.
  • Conoscere quale sarà il prossimo attacco che ci verrà scagliato contro e come schivarlo richiede una buona lettura dei movimenti nemici. Alcuni saranno in grado usare attacchi capaci di atterrarci e non potranno essere bloccati, ma basterà saltare nel momento giusto per evitare il problema.
  • La meccanica stealth offerta dal gioco prevede uccisioni istantanee di soppiatto, restare appesi da alcune sporgenze, nascondersi nell’erba alta e tanto altro ancora. Una volta che saremo perfettamente nascosti nell’ambiente circostante, potremo finire qualsiasi nemico.
  • Sarà possibile approcciarsi alle situazioni in maniera diversa. Per esempio, ci sarà una situazione in cui una donna avviserà immediatamente le guardie se ci vedrà. In questo caso, ucciderla per rimanere salvi può rientrare nelle scelte.
  • La boss battle offerta dalla demo è contro il Monaco Corrotto in possesso di una naginata. I suoi attacchi possono essere predetti e bloccati o schivati grazie ai Kanji che appariranno sopra la testa del giocatore.
  • Se moriremo, rivivremo immediatamente e torneremo al combattimento, sebbene la nostra morte possa far perdere tutto l’interesse che i nemici hanno per noi tanto da farli andare via. Per questo motivo ci sarà possibile usare proprio la morte come “opportunità” per prendere di sorpresa i nemici e ucciderli. Bisogna però tenere a mente che c’è un limite ben preciso alle volte in cui potremo tornare in vita.
  • SEKIRO può contare su un mondo enorme e interconnesso che i giocatori potranno esplorare liberamente.
  • Sarà presente un sistema di valuta, ma viene riportato come diverso dalle anime ed echi di sangue di Dark Souls e Bloodborne. Verrà però usato per migliorare il nostro equipaggiamento.

SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE arriverà su PlayStation 4, Xbox One e PC via Steam a inizio 2019.

Fonte: PC Gamer via Gematsu

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*