Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition – Recensione

Fullmetal Alchemist, il manga capolavoro di Hiromu Arakawa, torna in Italia grazie a Panini Comics con la Ultimate Deluxe Edition, ecco la nostra recensione

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition - Recensione

Era il 12 luglio 2001 quando sulle pagine della rivista Monthly Shonen Gangan di SQUARE ENIX iniziava la serializzazione di un manga intitolato Fullmetal Alchemist. L’autrice, Hiromu Arakawa, da poco trasferitasi a Tokyo, era una giovane mangaka proveniente dall’Hokkaido dove la famiglia gestiva una fattoria, aspetto che ritroveremo nelle opere successive Silver Spoon e Nobiltà Contadina. All’epoca forse solo la Arakawa stessa poteva immaginarsi il grande successo che la serie avrebbe avuto di lì a poco, superando le 50 milioni di copie vendute al momento della pubblicazione del 27° e ultimo volume nove anni più tardi, e ispirando un vero e proprio franchise multimediale che comprende, tra le altre cose, due adattamenti animati a opera dello studio Bones. Il primo, trasmesso dal 2003 al 2004 per un totale di 51 episodi, segue fedelmente l’opera cartacea solo per i primi volumi, allontanandosene successivamente per terminare con un finale originale, mentre il secondo, intitolato Fullmetal Alchemist Brotherhood, è una trasposizione fedele dell’intero contenuto del manga in 64 episodi, andati in onda dal 2009 al 2010.

Ma torniamo all’origine di tutto. La storia editoriale di questo incredibile successo nel nostro paese vede Fullmetal Alchemist pubblicato per la prima volta da Panini Comics – sotto la sua etichetta Planet Manga – dal 2006 al 2011 in una versione fedele alla suddivisione originale, cioè in 27 tankobon. Successivamente l’opera ha goduto di nuove edizioni (chi di voi si ricorda i tempi delle care vecchie Gold?), ma la più importante, ovvero quella basata sulla Kanzenban giapponese in 18 volumi, per motivi inspiegabili ha ritardato il suo debutto sul suolo italico fino allo scorso maggio, in occasione dei 20 anni della serie. Oggi su Akiba Gamers vi porto la recensione della Ultimate Deluxe Edition di Fullmetal Alchemist e vi spiego perché il manga di Hiromu Arakawa è ancora oggi un capolavoro senza tempo che merita di essere letto da qualsiasi appassionato.

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

  • Titolo originale: Hagane no renkinjutsushi
  • Titolo italiano: Fullmetal Alchemist
  • Uscita giapponese: 12 luglio 2001
  • Uscita italiana: 6 maggio 2021 (Ultimate Deluxe Edition)
  • Numero di volumi: 18 (in corso)
  • Casa editrice: Panini Comics
  • Genere: Azione, Avventura, Combattimenti
  • Storia e Disegni: Hiromu Arakawa
  • Formato: 15x21cm
  • Numero di pagine: 272

Abbiamo recensito Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition tramite volume stampa fornitoci da Panini Comics.

Ogni cosa ha un suo prezzo

Per quelli che ancora non sono familiari con il titolo in questione, Fullmetal Alchemist è ambientato in una versione alternativa dei primi anni del 1900 dove viene praticata l’alchimia, una scienza che permette di modificare le proprietà materiali di un oggetto (trasmutazione) attraverso il principio dello scambio equivalente, secondo il quale ogni processo alchemico richiede sempre qualcosa in cambio da chi lo esegue. I protagonisti dell’avventura, ormai entrati di diritto nell’olimpo dei personaggi di anime e manga, sono i fratelli Edward e Alphonse Elric. I due sono orfani che vivono nel regno di Amestris, l’ambientazione principale della serie, in viaggio alla ricerca della Pietra Filosofale, un leggendario oggetto che si dice possa annullare gli effetti dello scambio equivalente. Entrambi infatti sono rimasti vittime delle conseguenze dell’esperimento azzardato con cui hanno tentato di riportare in vita la loro defunta madre, evento in cui Edward ha perso la gamba sinistra mentre Alphonse l’intero corpo, costringendo il primo a sacrificare anche il suo braccio destro per poter legare l’anima del fratello all’interno di un’imponente armatura. L’Alchimista D’Acciaio è il titolo con cui proprio Edward, divenuto alchimista di stato, è conosciuto da tutti, avendo rimpiazzato gli arti persi con delle protesi metalliche chiamate automail.

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

Queste sono solo le premesse di una storia che, a dispetto di una partenza canonica e in linea con quelle di molti altri manga simili, va incontro a un crescendo inarrestabile per tutti e 27 i volumi, confermandosi come un’epopea memorabile e ricca di colpi di scena. Il merito non è solamente della bravura dell’autrice, in grado di mantenere altissima l’asticella della qualità per l’intera durata, ma anche di un fattore che in molti ancora sottovalutano: la rivista d’origine. Monthly Shonen Gangan, e le altre riviste shonen di proprietà SQUARE ENIX in generale, si caratterizzano per un tono molto diverso delle loro opere e per una maggiore libertà creativa concessa ai mangaka della loro scuderia. Non è un caso che la stessa rivista abbia dato i natali, qualche anno più tardi, a un altra serie per ragazzi dallo stile davvero unico e peculiare, Soul Eater di Atsushi Okubo.

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

Ecco quindi che, in un periodo che vedeva lo strapotere dei “big 3” di Weekly Shonen Jump (One Piece, Naruto e Bleach), Fullmetal Alchemist è riuscito a imporsi per le sue qualità intrinseche diventando, a parere di chi vi scrive, lo shonen manga più rappresentativo degli anni 2000, perlomeno tra quelli di combattimento. Grazie a una trama appassionante e capace di affrontare temi come la guerra, la corruzione e la redenzione dei propri peccati, ad un cast caratterizzato in modo eccellente e a un bilanciamento pressoché perfetto tra serietà e commedia (senza dimenticare l’esiguo ricorso al fanservice), Fullmetal Alchemist è una lettura che non dovrebbe mancare nel palmares di ogni appassionato di manga, anche di chi in genere non mastica shonen e titoli rivolti ad un pubblico più giovane. E se i capitoli del primo volume della Ultimate Deluxe Edition vi dovessero aver già convinto, beh sappiate che non sono nulla in confronto all’epicità di quello che verrà dopo.

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

Manga di pregio, edizione di pregio

Lo stile di disegno di Hiromu Arakawa non brilla in particolare per virtuosismo e per livello di dettaglio nella rappresentazione dei personaggi e delle ambientazioni, ma si rivela perfettamente funzionale alla fruizione della storia narrata, che in fin dei conti è l’aspetto più importante in assoluto. Sin dai primi capitoli le tavole di Fullmetal Alchemist sono potenti, cinematografiche e spesso anche cruente per lo standard dei manga per ragazzi. Il design di ogni eroe (maschile e femminile) e di ogni antagonista è unico e immediatamente riconoscibile, contribuendo moltissimo al suo carisma e all’empatia con il lettore, talmente iconico da aver generato l’effetto collaterale del “personaggio simile” nelle serie successive dell’autrice (La Leggenda di Arslan in primis).

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

Veniamo infine al piatto forte di questa riproposta della serie a opera di Panini Comics, ovvero la qualità della Ultimate Deluxe Edition. I volumi si presentano in formato 15×21, dunque superiore alla media delle pubblicazioni nel settore manga, con carta e inchiostro di ottima fattura, sovraccoperta con parti in rilievo, rilegatura brossurata e alcune pagine a colori. Riassumendo, siamo sulla stessa falsariga delle altre Deluxe di Planet Manga (Monster, Blame!, etc.), e il costo di copertina pari a 12 € a volume rende questo uno dei prodotti con il miglior rapporto qualità/prezzo dell’intero catalogo dell’editore, fattore ancora più importante se si pensa che i volumi totali saranno 18. L’unico aspetto migliorabile, a mio parere, è la quantità esigua di colla nella rilegatura dei primi due numeri, cosa che aumenta il rischio di creare pieghe sulla costina qualora si aprissero troppo le pagine. Fortunatamente Panini sembra essersi già accorta di questo difetto e, a partire dal terzo volume, tale quantità è aumentata.

Edward e Alphonse Elric sono due fratelli che fin da piccoli si dimostrano estremamente portati per l’alchimia. Quella che nel nostro mondo è considerata una disciplina quasi magica, nel loro è invece una vera e propria scienza con tanto di libri su cui studiare ed esami per poterla praticare. Con essa è possibile fare di tutto, anche se ci sono limiti da conoscere e, soprattutto, regole da rispettare. Purtroppo però, Ed e Al commetteranno un tragico errore che segnerà per sempre le loro vite e che li costringerà ad affrontare un difficile viaggio alla ricerca della leggendaria pietra filosofale.

L’ATTESA È FINITA: L’EDIZIONE DEFINITIVA DEL CAPOLAVORO DI HIROMU ARAKAWA È QUI! L’avvincente storia dei fratelli Elric in una nuova edizione, per la prima volta con tutte le pagine a colori realizzate da Hiromu Arakawa. Diciotto emozionanti volumi per scoprire o riscoprire un manga che ha conquistato il mondo.

Acquista Fullmetal Alchemist Deluxe Edition seguendo questo link al prezzo scontato di 11,40 €. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

Fullmetal Alchemist Ultimate Deluxe Edition

Il manga della leggenda

È difficile, difficilissimo dire qualcosa di nuovo su un titolo così celebrato, rivoluzionario e che ha fatto la storia del fumetto giapponese (e non solo). Perciò sarò breve: se non avete ancora letto Fullmetal Alchemist (o usufruito dell’adattamento animato), oppure non possedete i volumi cartacei da esporre nella vostra collezione, allora non avete scuse per non acquistare l’Ultimate Deluxe Edition del capolavoro di Hiromu Arakawa. Un’edizione di ottima fattura – per quanto si potesse fare ancora meglio – e dall’eccellente rapporto qualità/prezzo per un titolo consigliatissimo anche a chi di solito non legge shonen manga o non si ritiene particolarmente affine a questo target, dato che Fullmetal Alchemist travalica i limiti delle letture destinate a un pubblico di ragazzi grazie a un racconto che, per potenza e profondità, si rivolge a qualunque tipo di pubblico. Insomma, se vi ritenete dei veri appassionati di manga, questa nuova edizione è un autentico must buy, e possiamo solo che augurarci che Panini confermi l’ottimo lavoro svolto con questi primi volumi anche nei successivi.

Imperdibile per qualsiasi appassionato

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Figura mitologica, ossessionata da tutto ciò che proviene dal Giappone, che ama districarsi abilmente fra mille impegni e buoni propositi che non realizzerà mai. Quando non impugna un controller, si diletta a guardare anime e leggere manga di dubbio gusto. Tendenzialmente ti vuole bene, soprattutto se gli parli delle serie Trails, Ys e Utawarerumono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*