Death Mark: primo trailer per l’Occidente

Death Mark

Aksys Games diffonde il primo trailer per la versione occidentale di Death Mark, in arrivo su PlayStation 4, PS Vita e Nintendo Switch, la visual novel di stampo horror sviluppata da Experience già disponibile in Giappone sulle medesime piattaforme a cui, come già annunciato, si aggiungerà in futuro anche una versione Xbox One (esclusiva per il territorio nipponico).

La data di uscita di Death Mark è fissata per il prossimo 31 ottobre, al momento solo sul territorio nordamericano.

Death Mark – Trailer

Death Mark – Introduzione

La città H, situata nell’area metropolitana di Tokyo. In questo luogo suburbano hanno iniziato da poco a circolare strane voci: coloro in possesso del “marchio” faranno presto una brutta fine. Questo marchio si può trovare nel corpo delle persone defunte, quasi come fosse una voglia o un segno presente fin dalla nascita, e chiunque lo possieda si dice sarà vittima di una morte sconosciuta.

A confermare i fatti, stranissimi incidenti avvengono nello stesso luogo delle morti misteriose. Questi incidenti sono diventati ormai delle leggende metropolitane, e hanno generato varie speculazioni sulla loro natura: sarà stato l’incontro con un vendicativo fantasma, o una maledizione lanciata verso qualcuno?

Nonostante la perdita di memoria, ci ritroveremo davanti a una casa che si dice sia in grado di proteggere tutti coloro in possesso del “marchio”. Una volta bussato alla sua porta, ad accoglierci arriverà la padrona del luogo: una bellissima bambola.

“Benvenuti alla dimora Kujou.”

La bambola continua a parlare.

“Finirai col morire se rimani così.”

“Ma questo non significa che non esista un modo per essere salvato.”

Il conto alla rovescia fino al momento della “morte” è ormai iniziato…

Fonte: AKSYS Games via Gematsu

Zechs
Trent'anni passati a inseguire il sogno giapponese, tra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*