Scalebound: sviluppo cessato. È stato cancellato

Scalebound

Non è mai facile essere qui, soprattutto quando tocca scrivere delle cose alquanto spiacevoli. Lo sviluppo dell’esclusiva Xbox OneScalebound, è cessato dopo più di quattro anni.

Da qualche ora a questa parte il web è impazzito in seguito a questa dose di voci di corrodoio che, col tempo sono diventate sempre più cecentuate. Inizialmente sono stati i colleghi di Kotaku ha divulgare la notizia, la quale spiega che il gioco è attualmente in difficoltà con lo sviluppo, tanto da poter essere cancellato da un momento all’altro. Dopo di che è Eurogamer.net a riportare sulle proprie pagine le seguenti parole:

“La conferma: lo sviluppo di Scalebound è fermo, la partnership tra Microsoft e PlatinumGames è finita. Se il progetto riprenderà vita sotto un altro publisher o meno non è dato saperlo, ma se i problemi di sviluppo sono gravi è plausibile che non accada.”

Scalebound è stato visto l’ultima volta nel mese di agosto alla Gamescom 2016 di Colonia, da allora il rapporto tra la casa di Redmond con quella di Osaka si è notevolmente inacidito. I lavori sul gioco hanno preso una piega negativa verso lo scorso autunno, dove addirittura alcuni membri dello staff (i più anziani per lo più) di Kamiya avrebbero preso un mese di pausa per il troppo carico di lavoro sulle spalle. Ora non ci resta che attendere ulteriori informazioni dai diretti interessati, anche se però abbiamo notato che sul sito di Xbox.com la pagina dedicata al gioco è stata cancellata.

Che la magica storia tra Hideki Kamiya e Microsoft si sia conclusa in questa brutta maniera? Noi ovviamente speriamo di vedere prima o poi Scalebound tornare in auge su Xbox One, dato che comunque l’IP rimane di Microsoft e non crediamo che siano disposti a venderla alla diretta concorrenza.

AGGIORNAMENTO: Microsoft ha confermato ufficialmente le voci. Di seguito, le dichiarazioni rilasciate dalla compagnia.

“Dopo un’attenta riflessione, Microsoft Studios è giunta alla decisione di terminare la produzione di Scalebound. Stiamo lavorando duramente per offrire una straordinaria gamma di giochi per i nostri fan di quest’anno, tra cui: Halo Wars 2, Crackdown 3, State of Decay 2, Sea of Thieves e non solo.”

Fonte: Kotaku, Eurogamer

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Videogiocatore incallito da sempre e da anni critico del settore. Ama il Giappone e tutto ciò che lo circonda.