Omega Labyrinth ci mostra due nuove eroine e tante immagini

Omega Labyrinth

Bentornati sulla nostra rubrica “Giochi da Falegname”! Oggi D3 Publisher e Matrix Software ci deliziano con un nuovo set di immagini e informazioni per Omega Labyrinth, uno dei giochi più di cattivo gusto mai rientrati nella categoria RPG in Giappone! Tramite questa news faremo la conoscenza di due nuovi personaggi e di alcune funzionalità e abbasseremo ulteriormente la nostra vista con una serie di immagini particolarmente audaci.

Marika Hikawa

omega-labyrinth-01Vice-presidentessa del consiglio studentesco presso la Anberyl Girls Academy dai lunghi capelli corvini. Una ragazza premiata dal suo talento, una studentessa di altissimo livello e la figlia di un’ottima famiglia.

È in grado di fare qualsiasi cosa senza compiere il minimo sforzo, ma quando si ritrova davanti al presidente del consiglio, Mirei, viene sopraffatta da un profondo senso di ammirazione nei suoi riguardi. Ha un atteggiamento dispotico nei confronti di Aina e dei suoi amici, ma si scioglie facilmente davanti alla presidentessa e al suo gattino.

(voce: Yu Kobayashi)

Mirei Shirogane

omega-labyrinth-02Gran lavoratrice e presidentessa del consiglio studentesco presso la Anberyl Girls Academy. Una fanciulla dai capelli biondi che può vantare di intelligenza e bellezza senza pari, ma che ha costruito il suo talento unicamente con la sua costante disciplina.

Da piccola fu aiutata molto dal consiglio studentesco, ragion per cui si impegna al massimo per far sì che rimanga lo stesso anche col passare degli anni, comportandosi con tutti quanti in maniera estremamente cordiale. Sta cercando, infine, di debellare il suo odio per il natto in tutti i modi possibili.

(voce: Fumiko Uchimura)

Gameplay

D3 Publisher rivela inoltre che all’interno dei dungeon di Omega Labyrinth potremo imbatterci in reggiseni e mutandine. Equipaggiandoli incrementeremo la nostra difesa, mentre abbinando in maniera corretta specifici reggiseni e mutandine, così come anche scudi e armi particolari, attiveremo una serie di effetti speciali.

Ci capiterà inoltre, progredendo all’interno della storia, di imbatterci in personaggi femminili catturati da temibili boss. Questi mostri terranno imprigionate le povere malcapitate, e starà a noi liberarle attraverso il touchscreen della console. La vera difficoltà sarà non farsi distrarre dalle nudità esposte e riuscire a salvarle con successo.

Infine, i developer ci tengono a precisare che i giocatori potranno “toccare” le forme delle fanciulle in qualunque momento: nei dungeon, durante le sequenze di dialogo, nelle schermate di navigazione e molto altro ancora. Così, giusto per non annoiarsi mai.

Omega Labyrinth vedrà la luce in Giappone il prossimo 19 novembre su PlayStation Vita.

Fonte: Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.