I migliori manga del 2020

Nonostante le difficoltà legate all'emergenza sanitaria, il 2020 è stato un altro grande anno per i manga in Italia, ecco i migliori secondo la redazione di Akiba Gamers

I migliori manga del 2020

Quello che ci siamo lasciati alle spalle è stato sicuramente un anno terribile sotto tutti i punti di vista, anche per il mercato dei manga nel nostro paese. A causa delle misure restrittive messe in atto dal governo italiano durante il primo lockdown, le uscite sono rimaste ferme da marzo a maggio 2020, mettendo in difficoltà gli editori e obbligandoli a una completa riorganizzazione del loro calendario. Nonostante ciò, l’anno passato ha visto comunque l’arrivo di numerose novità di assoluto valore, adatte alle più disparate tipologie di pubblico. In questo articolo vi parlerò dei migliori manga usciti in Italia nel 2020, senza alcuna classifica – a differenza di quanto fatto per la top 10 del 2019 – e suddivisi per categoria. Ribadendo ancora una volta che la lista in questione è molto personale ed è basata solo sui manga che ho effettivamente comprato e letto nel corso dei mesi passati, non perdiamo tempo e cominciamo!

I manga per ragazzi

Per quanto riguarda le novità consigliate maggiormente a un pubblico di ragazzi e adolescenti, ma non per questo meno appetibili anche per chi ha qualche anno in più sulle spalle, è Panini Comics il vincitore del 2020. Grazie all’editore modenese sono arrivati in Italia due grandi successi della scuderia di Shueisha. Sto parlando di Spy x Family di Tatsuya Endo e Chainsaw Man di Tatsuki Fujimoto, due shonen originali e brillanti – non a caso sono stati entrambi nominati per il prestigioso premio Manga Taisho – che rinnovano la formula tipica del fumetto nipponico per ragazzi. Il primo grazie a una scrittura fresca e personaggi adorabili come il protagonista Twilight, spia eccezionale impegnata nel compito più difficile della sua vita per la sua ultima missione: mettere su famiglia! Il secondo grazie a una dose di violenza e splatter decisamente sorprendente se si considera che la serie ha visto la luce sulle pagine della celebre rivista Weekly Shonen Jump, unita al tono ignorante e fuori di testa proprio come il suo protagonista Denji, cacciatore di diavoli armato di motosega. Due titoli imperdibili che vi consigliamo di recuperare, grazie anche al basso numero di volumi usciti fino a questo momento.

La Via del Grembiule

Non solo shonen però. Ritengo infatti che la categorizzazione dei manga in base al target di pubblico della rivista mal si adatti al mercato occidentale, e a quello italiano in particolare. Per tale motivo voglio perciò inserire in questa sezione due titoli che, pur essendo seinen (dunque rivolti principalmente agli adulti), sono a mio parere perfetti anche per i giovani lettori nostrani. Mi riferisco a La Via del Grembiule di Kosuke Ono e a Blue Period di Tsubasa Yamaguchi, entrambi pubblicati da J-POP. Se ancora non conoscete il primo titolo, vi invito a scoprirlo nella recensione del primo volume di cui mi sono occupato per il sito, mentre il secondo altri non è che il vincitore dell’edizione 2020 del precedentemente menzionato Manga Taisho, premio annuale rivolto alle serie emergenti. Blue Period, che racconta le vicende dello studente liceale Yatora Yaguchi e del suo sogno di entrare in un’università a indirizzo artistico, è un bellissimo omaggio al mondo dell’arte e ai sacrifici che bisogna fare per eccellere in un ambiente competitivo e pieno di ostacoli, un grande successo che nel 2021 godrà – esattamente come Chainsaw Man e La Via del Grembiule – di un adattamento animato.

I manga per adulti

Manga per adulti

Se ci addentriamo nel mondo delle proposte per i lettori più adulti, il 2020 conferma ancora una volta che si tratta di un bel momento per essere appassionati di manga in Italia. È davvero difficile infatti stabilire un vincitore tra le numerose opere di valore giunte nei mesi passati. Innanzitutto, il 2020 è stato l’anno in cui finalmente un titolo molto atteso dagli appassionati – soprattutto dopo l’ottimo adattamento animato in CGI del 2017 – come Land of the Lustrous ha potuto godere di un’edizione italiana. Il manga di Haruko Ichikawa è uno dei seinen più originali e intriganti degli ultimi anni, come ho avuto modo di raccontarvi nella mia recensione del primo volume.

Abbiamo avuto inoltre il ritorno di due grandi autori come Masakazu Ishiguro e Atsushi Kaneko, rispettivamente con Heavenly Delusion (Star Comics) e Search and Destroy (J-Pop). Heavenly Delusion (qui la recensione del primo volume), manga a metà tra lo sci-fi e il post-apocalittico, conferma ancora una volta le eccellenti doti di narratore di Ishiguro dopo lo splendido Getenrou, mentre Search and Destroy – concluso in 3 volumi – è forse una delle reinterpretazioni più riuscite di un manga che ha fatto la storia, Dororo di Osamu Tezuka, qui trasposto in chiave futuristica e cyberpunk. Il mangaka di Soil, Bambi e Wet Moon cambia il sesso del protagonista Hyakkimaru, che diventa una donna cyborg di nome Hyaku, e sfrutta gli spunti forniti dall’opera del Dio dei manga per approfondire il rapporto uomo-macchina in un racconto esplosivo e graficamente spettacolare.

Manga per adulti

Non solo autori dunque, ma anche autrici. Tra i lavori di mangaka donne non posso non citare due titoli molto promettenti come Princess Maison di Aoi Ikebe e Saturn Return di Akane Torikai (moglie del ben più noto Inio Asano). Il primo è uno degli ultimi arrivi della collana Aiken dell’editore Bao Publishing, abbastanza discontinua per la qualità delle sue proposte. Attraverso il racconto delle vicende della protagonista Sachi Numakoshi, donna single impegnata nella costante ricerca dell’appartamento dei suoi sogni, Princess Maison ci mostra ancora una volta la maestria dell’autrice nel tratteggiare personaggi femminili credibili e indipendenti. Punti di forza che ritroviamo anche nel primo manga della talentosa ed esperta Akane Torikai ad arrivare in Italia. Saturn Return parla di Ritsuko Kaji, autrice di un best seller ormai depressa che un giorno riceve la notizia del suicidio di un suo caro amico del passato, evento destinato a cambiare la sua vita. L’opera è un sorprendente ritratto psicologico disegnato in modo eccellente che non vedo l’ora di proseguire nei prossimi volumi.

I manga d’autore

Manga d'autore

Veniamo adesso alle novità provenienti dalla penna di mangaka che hanno fatto la storia del fumetto giapponese, e cominciamo con quello che reputo il manga più bello pubblicato in Italia nel 2020: Baptism di Kazuo Umezu. Secondo titolo della collana Umezz Collection di Star Comics, Baptism è un capolavoro di narrazione a tratti trash (in senso positivo) e a tratti inquietante di un maestro dell’horror nipponico, una discesa negli abissi dell’ossessione messa in atto con un ritmo incalzante e tavole dalla potenza inaudita. Izumi Wakakusa è un’attrice di grande successo ossessionata dalla bellezza e dall’eterna giovinezza, ma quando un’orrenda macchia inizia a trasfigurare il suo volto decide di sparire dalle scene, ritirandosi in un villaggio di provincia e dando alla luce una bambina di nome Sakura. Ben presto, la piccola scoprirà il vero motivo dietro alla sua nascita. Semplicemente, un must per qualsiasi appassionato.

Manga d'autore

Il 2020 consacra nuovamente J-Pop come uno degli editori più virtuosi grazie alla pubblicazione di nuovi titoli di due autori importantissimi come Osamu Tezuka e Moto Hagio nelle rispettive collane. Fra di essi, i più meritevoli sono senza dubbio Il Bisturi e la Spada, capolavoro del periodo maturo di Tezuka ambientato nel Giappone del XIX secolo e incentrato sull’amicizia fra un samurai e un dottore durante gli ultimi giorni dello shogunato Tokugawa, e Barbara, splendido josei della Regina dei manga Moto Hagio conclusosi lo scorso novembre col terzo volume. Aoba è un’adolescente in coma sin da quando aveva nove anni, quando fu trovata assieme ai genitori deceduti e con i loro cuori all’interno del suo stomaco. Come si è arrivati a questo? Si tratta del primo dei tanti misteri di un manga che mescola abilmente fantascienza, psicoanalisi, thriller e atmosfere oniriche in un racconto complesso e intricato.

Manga d'autore

Concludo questa rassegna di manga d’autore con due pregevoli novità al femminile della collana Showcase di Dynit. Memorie di un Gentiluomo di Moyoco Anno (moglie di Hideaki Anno) è un manga ambientato nel mondo delle prostitute d’alto bordo nella Parigi di inizio XX secolo che racconta le vicende della protagonista Colette, impegnata in un lavoro che non ama ma di cui non può fare a meno. Miss Hokusai di Hinako Sugiura, da cui è stato tratto l’omonimo film d’animazione del 2015 diretto da Keiichi Hara, narra la vita quotidiana di O-Ei, figlia del grande pittore e incisore giapponese ukiyo-e Katsushika Hokusai. Entrambi conclusi e disponibili in due volumi, si tratta di titoli certamente non per tutte le tasche ma meritevoli di recupero se siete alla ricerca di qualcosa di diverso dalle tipiche proposte editoriali del nostro mercato.

I grandi classici

Lady Oscar

L’ultima sezione dell’articolo è dedicata alle riedizioni di classici del manga già precedentemente pubblicati sul suolo italico, e sotto questo punto di vista il vincitore dell’anno passato non può che essere (di nuovo) J-POP. Grazie all’editore milanese sono tornati disponibili Le Rose di Versailles di Riyoko Ikeda (un titolo che non ha bisogno di presentazioni) e Gon di Masashi Tanaka, due capisaldi del fumetto giapponese proposti in due bellissimi cofanetti da collezione con un buon rapporto qualità/prezzo. Un trattamento doveroso soprattutto per l’opera di Riyoko Ikeda, autrice che ha rivoluzionato gli shojo manga negli anni ’70, dopo la parentesi non proprio fortunata avuta con l’editore Goen. Mentre per il piccolo ma feroce dinosauro Gon — chi di voi si ricorda la sua apparizione come personaggio ospite in TEKKEN 3? — è finalmente arrivata l’occasione per farsi conoscere anche dalle nuove generazioni.

Lone Wolf & Cub

Il 2020, infine, si è chiuso col botto grazie a Panini Comics che, dopo un’interminabile assenza, ha ristampato Lone Wolf & Cub in una nuova edizione basata sull’omnibus americana. Il capolavoro di Kazuo Koike e Goseki Kojima è uno dei migliori fumetti a tema samurai mai realizzati, il racconto crudo e potentissimo della vendetta del ronin Ogami Itto nelle lande del Giappone del XVII secolo, accompagnato dal figlio di soli 3 anni. Una lettura imprescindibile per qualsiasi appassionato, di nuovo accessibile in formato da collezione, anche se non proprio ergonomico.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Figura mitologica, ossessionata da tutto ciò che proviene dal Giappone, che ama districarsi abilmente fra mille impegni e buoni propositi che non realizzerà mai. Quando non impugna un controller, si diletta a guardare anime e leggere manga di dubbio gusto. Tendenzialmente ti vuole bene, soprattutto se gli parli delle serie Trails, Ys e Utawarerumono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.