DRAGON BALL FighterZ: tutto ciò che c’è da sapere su Cooler e Androide N° 17

Cooler e Androide N° 17 scendono finalmente in campo come ultimi due personaggi DLC del Season Pass di DRAGON BALL FighterZ.

DRAGON BALL FighterZ: tutto ciò che c’è da sapere su Cooler e Androide N° 17

Signore e signori, madame et monsieur, ladies and gentlemen… ci siamo! Da oggi, 27 settembre, sono ufficialmente scesi in campo gli ultimi due ultimi personaggi DLC del primo Season Pass di DRAGON BALL FighterZ. Salvo quindi imprevisti, dove questo “imprevisti” sta proprio nell’annuncio di un secondo pass, come trapelato in rete mesi e mesi fa quasi in concomitanza con i leak dei personaggi DLC offerti dal primo (che poi si sono rivelati tutti veri), Cooler e Androide N° 17 chiuderanno il cerchio dei combattenti aggiuntivi offerti da ARC SYSTEM WORKS e BANDAI NAMCO Entertainment per questo picchiaduro. Noi di tutto cuore ci auguriamo di no, perché altri potentissimi combattenti sono potenzialmente in attesa di poter offrire il proprio apporto al gioco, tra cui tantissimi offerti anche solo dall’ultimo arco narrativo della serie Dragon Ball Super, ovvero quello del Torneo del Potere (di cui, ironicamente, nei leak dell’ipotetico secondo Season Pass ne stanno giusto un paio… e non sono neanche quelli più attesi).

Ma non ci perdiamo in chiacchiere inutili fino a comunicazioni o conferme ufficiali: Cooler e Androide N° 17 sono in da house, e quindi mettiamoli subito alla prova per vedere come saranno capaci di sorprenderci. Ovviamente, prima di tutto sarà necessario scaricare anche il nuovo aggiornamento del gioco, che già di suo regalerà agli utenti alcuni sticker e avatar per la lobby a tema Halloween (eh oh, i giapponesi appena finisce l’estate partono subito in quarta), assieme a un’arena nuova di pacca in cui poter portare distruzione durante le innumerevoli battaglie. Come rivelato da V-Jump, questa Arena Galattica (che potrete ammirare nelle immagini qui in basso, proprio alle spalle dei due personaggi DLC testati in questo articolo) pare sia stata costruita sotto il volere di Sorbet subito dopo la morte di Freezer (e famiglia) in Dragon Ball Z, ovvero nel momento esatto in cui è rimasto a capo dell’esercito, in modo da sfruttarlo come luogo in cui i sottoposti potessero allenarsi. Se utilizzato in singolo, gli schermi presenti in questo stage riporteranno le tecniche in possesso dei personaggi impegnati nello scontro, mentre se scelto come teatro di uno scontro online ci mostrerà una piccola scheda sui due giocatori, le partite vinte, quelle perse e tanto altro ancora.

Detto questo, credo sia giunto il momento di provare i due nuovi guerrieri! Siete pronti?

Cooler

Il fratello sfigato di Freezer (ma decisamente meno sfigato del padre) introdotto originariamente nel film Dragon Ball Z: Il destino dei Saiyan. È poi tornato a rompere le balle in Dragon Ball Z: L’invasione di Neo Namek, dove lo si vede nella sua nuova versione rivestita in acciaio inox 18/10 con cambio Shimano assieme a qualche clone. Tipo un migliaio. Si scopre però che il suo vero “io” è un carcassone malconcio, una roba tipo quando vedi in giro uno scooter a cui han ciulato i pezzi e gli è rimasto poco e niente. Purtroppo funge un po’ da pecora nera del gruppo, tant’è che il suo restare legato ai soli film lo rendono un personaggio non canonico, e per questo motivo la famiglia ha colto la palla al balzo per fare finta di non conoscerlo… un po’ come quando vedi un tuo parente a una festa comportarsi da coglione e inizi a dire in giro “Ah, io non lo conosco!”.

Il suo moveset all’interno del gioco è abbastanza generico, ovvero offre in egual misura attacchi ravvicinati e colpi energetici a distanza, rendendolo quindi un personaggio abbastanza bilanciato e adatto a ogni tipo di occasione. Stesso discorso anche per le sue special, una da terra (Annientatore Letale) e l’altra in aria (Caduta Letale), e la sua devastante Meteor, la Supernova Atomica, che può tranquillamente essere usata sia come counter (se eseguita a terra) che come presa (se eseguita in aria), concludendo entrambe con il medesimo colpo. C’è davvero poco da dire su questo personaggio; per quanto il suo utilizzo sia davvero buono, non presenta particolarità eclatanti al di là degli attacchi speciali. Se vogliamo giusto citare qulcosa possiamo farlo tirando in ballo il Distruttore Mortale, un potente colpo che, se eseguito con il tasto cerchio e premuto a ripetizione, al costo di due indicatori di energia potrà continuare concatenandola autmaticamente con l’Inseguitore Mortale. Come gli altri, anche questo personaggio entra a far parte del gioco assieme a qualche sticker dedicato, un avatar per la lobby, e sei colorazioni alternative.

Androide N° 17

L’Androide N° 17 è da sempre stato un simil-Gohan: nessuno se lo è mai veramente cagato di pezza, anche perché è arrivato assieme alla bella Androide N° 18 (un tempo comunemente chiamati C-17 e C-18) e tutti si sono concentrati su di lei, lasciandolo talmente in secondo piano da iniziare addirittura una faida CONTRO PICCOLO. Quando ha capito infatti quello che stava succedendo, ovvero era diventato un personaggio abbastanza inutile, ha preferito farsi assorbire per primo da Cell. Girato probabilmente di cazzo in modo assurdo, in Dragon Ball GT non ha perso tempo per unirsi al secondo Androide N° 17 e dar vita al potente Super C-17, creando un casino della madonna. Non essendo però una serie canonica, Toriyama e Toyotaro hanno ben pensato di offrire anche loro al personaggio una sorta di “momento”, cosa molto nota appunto a Gohan, ovvero un piccolo stralcio di serie (il Torneo del Potere in Dragon Ball Super) in cui, per quanto non sia il protagonista, ne verrà fuori come vero MVP. Si ride e si scherza, ma in questo arco narrativo l’ho davvero amato alla follia. E infatti nel gioco come te lo hanno messo? Ovviamente nella sua versione migliore!

Il suo stile di combattimento predilige principalmente gli attacchi fisici, a cui spesso riesce a infondere la propria energia per creare combinazioni davvero letali in un mix di botte e Ki. Gran parte del suo moveset, tranne poche eccezioni, vede infatti l’androide malmenare il povero malcapitato di turno con una serie di velocissimi attacchi ravvicinati, lasciando come unici colpi eseguibili a una certa distanza, oltre le classiche sfere dell’aura semplici che pure i sassi sanno fare ormai, sia l’Assalto Potenziato (tecnica da eseguire per due volte, dato che la prima si caricherà solamente, mentre solo nella seconda scaglierà due potenti sfere di energia), che ovviamente la mossa Meteor finale, il Super Attacco Elettrico. Tenete quindi bene a mente che Androide N° 17 è sempre pronto a mettere a vostra completa disposizione l’impressionante velocità di cui è dotato e la sua grande potenza a discapito degli attacchi a distanza, dove ha davvero poco da offrire. Nelle giuste mani però, sicuramente questo non rappresenterà mai un problema. Ovviamente anche lui arriva nel gioco assieme a qualche sticker dedicato, un avatar per la lobby, e sei colorazioni alternative.

Per quanto abbia provato e riprovato però, non sono in alcun modo riuscito a attivare nessuna Conclusione Spettacolare con questi due personaggi DLC, cosa che mi ha messo addosso un po’ di paura. Continueremo sicuramente a riprovare e informarci, nella speranza che ci siano. In quel caso, aggiorneremo immediatamente l’articolo dedicato dandovi tutte le informazioni necessarie. Restate sintonizzati!

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*