Card Captor Sakura: Clear Card – Recensione del primo volume

Il primo volume di Card Captor Sakura: Clear Card, nato per celebrare il ventesimo anniversario della serie, è finalmente disponibile anche in Italia

Card Captor Sakura: Clear Card – Recensione del primo volume

A distanza di tre anni dalla pubblicazione in Giappone, fa il suo ritorno anche in Italia la cattura carte più amata di sempre grazie a Card Captor Sakura: Clear Card. Edito da Star Comics, si tratta di un vero e proprio seguito della serie originale, che vedrà la giovane Sakura Kinomoto affrontare non solo un nuovo e misterioso pericolo, ma anche tutte le vicissitudini che porta la vita quando si cresce.

Ma per poter parlare del seguito dobbiamo prima fare un salto nel passato. Nato nel 1996 dalle esperte matite del gruppo CLAMP, questo mahō shōjo è riuscito ad incantare milioni di lettori grazie al sapiente bilancio tra la spensieratezza della protagonista e i pericoli che essa deve man mano affrontare. Sakura è infatti una ragazza dolce e allegra, che crede nei valori dell’amicizia e dell’amore più di ogni altra cosa. Ed è proprio grazie al suo spirito gentile che si sviluppano i temi principali della serie, che riesce a nascondere tra un combattimento e l’altro tematiche come l’uguaglianza e l’accettazione di ciò che è diverso.

Sono passati due anni da quando Sakura Kinomoto è riuscita a trasformare tutte le Clow Cards in Sakura Cards, ma soprattutto da quando Li Syaoran è tornato in Cina mettendo così un punto interrogativo sul loro rapporto sentimentale. Sono stati due anni tranquilli per la città di Tomoeda, e ora Sakura si appresta ad affrontare il suo primo giorno da studentessa delle scuole medie. Si tratta di un bel cambiamento, che però potrà affrontare grazie anche alla vicinanza degli amici di sempre come Tomoyo Daidouji e al suo fedele guardiano Kero-Chan. Ed è proprio mentre sta andando a scuola che, sotto i fiori di ciliegio, incontra il suo amato Syaoran, trasferitosi nuovamente in città dopo aver terminato le sue faccende ad Hong Kong.

Tutto sembra andare per il verso giusto per Sakura, che sta finalmente per iniziare un nuovo capitolo della sua vita. Emozionata per la giornata, decide di telefonare ad Eriol, che è tornato in Gran Bretagna assieme alla professoressa Mizuki, per raccontargli tutte le novità. Con l’augurio dell’amico di fare bei sogni, la giovane cattura carte si mette a dormire. Sakura però si trova improvvisamente in uno strano mondo in cui una figura incappucciata sembra chiamarla al suo cospetto. Attorno a sé tutte le sue carte che fluttuano nell’aria ma, quando cerca di raggiungerle, esse vengono distrutte in mille frammenti. Risvegliatasi di soprassalto da quest’incubo, Sakura va immediatamente a controllare le sue carte trovandole completamente trasparenti. Inizia così una nuova avventura che la porterà a scoprire il mistero che circonda le Clear Cards e la misteriosa figura incappucciata che appare nei suoi sogni.

Nonostante siano passati quasi vent’anni dal termine della serie originale, le CLAMP non hanno perso colpi e sono riuscite a creare un altro piccolo capolavoro. Anzi, se proprio vogliamo fare un paragone con l’originale, possiamo notare la maturazione del gruppo di disegnatrici che in questi anni sono riuscite ad affinare ulteriormente le loro capacità artistiche. A livello stilistico Card Captor Sakura: Clear Card racchiude in sé tutte le caratteristiche che hanno reso celebri le CLAMP, dall’espressività dei volti dei protagonisti fino alla cura maniacale posta nel realizzare i costumi che Sakura indosserà durante la cattura delle nuove carte.

Già da questo primo volume possiamo notare come il gruppo di disegnatrici voglia farci dubitare di ogni personaggio. Il ritorno di Syaoran coincide proprio con l’inizio dei nuovi guai per la giovane protagonista, e pare proprio che il suo amato stia nascondendo qualcosa in combutta con Eriol, che già in passato aveva causato non pochi problemi, anche se a fin di bene. Si tratta di un volume di apertura che pone solide basi su ciò che potremo vedere in futuro, lasciando così il lettore in attesa di scoprire quale sia il mistero che avvolge le carte trasparenti e come Sakura reagirà a questa nuova avventura.

Catch you, Catch me!

Il primo volume di Card Captor Sakura: Clear Card è disponibile all’acquisto in tutte le librerie e fumetterie d’Italia al prezzo di 4.50 €. Si tratta di un’edizione abbastanza semplice che non possiede né una sovraccoperta né le alette. Il primo volume è composto da quattro capitoli che si dividono ben 160 pagine.

Le CLAMP fanno il proprio ritorno in grande stile regalandoci una Sakura più matura, pur non modificando il suo carattere spensierato e candido. La nuova avventura della cattura carte è solo agli inizi ed è ancora avvolta dal mistero, e sarà difficile aspettare fino ad agosto per scoprire quali colpi di scena ha riservato per noi lettori il gruppo di disegnatrici.

Edito da Edizioni Star Comics, il prossimo volume verrà rilasciato nel mese di agosto facendo ipotizzare un’uscita a cadenza trimestrale. Al momento il primo volume del manga è disponibile su Amazon al prezzo scontato di 3,82 € e potete acquistarlo seguendo questo link.

Imperdibile. Quanto manca ad agosto?

Federico Schirru
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.
Playasia - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*