L’amatissima Ikumi Nakamura apre un proprio studio indipendente

Ikumi Nakamura

Ikumi Nakamura, l’amatissima creative director di Ghostwire Tokyo e concept artist di Bayonetta che mandò letteralmente in visibilio gli spettatori durante l’E3 2019, ha rivelato in un documentario di aver aperto il proprio studio indipendente in Giappone, e che sta attualmente lavorando a una nuova IP.

In questo mini-documentario, che vi proporremo per la visione a fine notizia, la Nakamura si apre sul suo passato nell’industria videoludica, di come sia arrivata a lavorare per compagnie importanti come CAPCOM e PlatinumGames, di come lo sviluppo di titoli abbia pesato sulla sua salute portandola prendere la decisione di lasciare Tango Gameworks prima che fosse troppo tardi, e di come abbia appunto inaugurato il proprio studio indipendente dopo aver viaggiato per il mondo ed essere diventata mamma.

Nonostante sia lo studio che la prima IP in sviluppo non abbiano ancora un nome, Ikumi Nakamura sogna di poter assumere un ampio staff proveniente da tutto il mondo. Nonostante la barriera linguistica, vorrebbe creare un team che possegga curiosità reciproca di imparare e comprendersi l’un l’altro. Solo con del personale che corrisponda a queste caratteristiche si potrebbe puntare a creare qualcosa di nuovo da consegnare ai giocatori.

Qui sotto potete immergervi nella visione del documentario!

Ikumi Nakamura – Remnant Tour

Fonte: Cutscenes via Niche Gamer

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*