Katamari Damacy REROLL – Recensione

La follia e psichedelia di Takahashi arrivano su Nintendo Switch e PC con Katamari Damacy REROLL, remaster del titolo per PlayStation 2

Katamari Damacy REROLL - Recensione

Katamari Damacy REROLL - RecensioneUna doccia veloce, camicia e jeans e sono già in auto per andare a prenderla, stasera è la notte giusta. Dopo cena la porterò in collina e guardando le stelle farò finalmente la mia mossa. Una cena tranquilla divertente, lei mi parla della sua vita, io le dico della mia, e poi dividiamo il conto. Non molto galante, ma sono per le pari opportunità (e sono un po’ a corto di denaro). Saliamo in auto, continuiamo a parlare, è simpatica, attraente. Parcheggio, non c’è nessuno, scendiamo e ci sediamo sul cofano, alzando le teste al cielo. Ci siamo! Poi succede. Le stelle iniziano a spegnersi, una dopo l’altra. Le costellazioni spariscono, non riusciamo a distogliere lo sguardo da quell’enorme tizio che vaga da una stella all’altra barcollando vistosamente. Cosa diavolo sta succedendo?!

Nel 2004, Keita Takahashi portava su PlayStation 2 la pazzia di Katamari Damacy. Un puzzle game colorato, all’apparenza semplice ma incredibilmente assuefacente. Quattordici anni dopo, il principe e il suo katamari appiccicoso lasciano la piattaforma Sony e approdano su Nintendo Switch e PC con Katamari Damacy REROLL. Venti euro, una spesa minima per una remastered in questi giorni, anche se, in Occidente, Katamari arriva solamente in versione digitale. Abbiamo rotolato e ricreato le costellazioni negli scorsi dieci giorni, e ora, con la coscienza del Re del cosmo pulita, vi possiamo dare il nostro parere sul pazzo titolo di Takahashi.

  • Titolo: Katamari Damacy REROLL
  • Piattaforma: Nintendo Switch, PC / Steam
  • Versione analizzata: Nintendo Switch (PAL / EU)
  • Genere: Platform, Rompicapo
  • Giocatori: 1-2
  • Software house: BANDAI NAMCO Entertainment
  • Sviluppatore: MONKEYCRAFT Co. Ltd
  • Lingua: Italiano (testi)
  • Data di uscita: 7 dicembre 2018
  • Disponibilità: digital delivery
  • DLC: nessuno
  • Note: versione rimasterizzata del primo capitolo per PlayStation 2

Finché le stelle non si spegneranno

Diamo un po’ di contesto per la semplice trama di Katamari Damacy. Il Re del Cosmo si ubriaca e distrugge tutte le stelle del cielo. Tocca a suo figlio il Principe riparare al danno, raccogliere qualsiasi cosa sulla terra per ricreare gli astri perduti. Per farlo dovrà far rotolare delle palle appiccicose, i Katamari per l’appunto, e facendole crescere, prendendo via via oggetti di egual misura, soddisfare i requisiti dello stesso Re. Una quindicina di stage con dimensioni crescenti e obiettivi specifici, compongono questa prima storica avventura del Principe. Nascosti in alcuni livelli, abiti speciali con cui personalizzare il Principe, da una cintura da wrestler ad un paio di cuffie, passando per una comodissima mutanda a forma di paperella. Tutto qui. Non ci sono orde di nemici, ne boss finali, se non il limite di tempo in cui creare i nostri Katamari. Nonostante questo, Katamari Damacy REROLL è divertentissimo e soprattutto assuefacente. Cercare di far rotolare sempre più velocemente la nostra palla appiccicosa, cercando un percorso più rapido partita dopo partita, è il fulcro del titolo. Qualsiasi elemento dello stage è “acchiappabile” a patto di avere la palla delle dimensioni adeguate. In caso contrario l’ostacolo diventerà inamovibile, facendoci perdere qualche millimetro o centimetro nello scontro.
Katamari Damacy REROLL

Questo pazzo pazzo Katamari

L’idea di Takahashi è tanto semplice quanto immediata. Andare contro un cagnolino, un bambino o un vecchietto sullo scooter e sentirlo gridare mentre si appiccica al nostro Katamari scatena un’ilarità nonsense nel giocatore, portandovi a sperimentare sempre di più e (di conseguenza) alzando il tasso di rigiocabilità di ogni stage. L’arrivo su piattaforme attuali ha fatto bene al titolo, la versione REROLL infatti gode di maggior fluidità e soprattutto non perde tempo in caricamenti lunghissimi. L’assuefazione va a braccetto con la portabilità di Nintendo Switch, che non mi stancherò mai di portare come “pro” per ogni titolo rimasterizzato sull’ibrida della casa di Kyoto. Non si smette mai di rotolare e appiccicare insomma, anche se i nove stage principali sono completabili in poco più di un pomeriggio. Sposare la pazzia di Katamari, consci del non-sense di cui è permeato, non può che trasmettere divertimento e ilarità, anche solo per scoprire cosa succede dopo aver raccolto ogni singolo elemento della terra.

Ho il controllo della mia palla

Pochi sono i cambiamenti di Katamari Damacy REROLL rispetto alla sua versione originale di 14 anni fa. La pulizia della grafica Low Poli, con il passaggio in alta definizione, ha reso ogni livello ancora più pulito e colorato, stilisticamente unico e facilmente distinguibile dalla massa. La colonna sonora è la stessa del 2004, incessante e adorabile, dona il giusto flow ad ogni rotolata del Principe. Ogni brano ha la propria identità ed è capace di trapanarvi la testa o travolgervi, lasciandovi a canticchiare per ore pur dopo aver spento la console. Un’ondata psichedelica che mi ha completamente conquistato. L’altra novità di questa nuova edizione riguarda i comandi. È stato aggiunto un nuovo sistema di controllo semplificato, dove far rotolare il Katamari diventa più semplice e si rischia meno spesso di incastrarsi o perderne il controllo. Se devo proprio trovare un’ombra nella folgorante luce color arcobaleno di Katamari Damacy REROLL, sta nell’impossibilità di riavviare uno stage senza tornare all’hub principale. Più una perdita di tempo che un vero e proprio difetto, però.

A chi consigliamo Katamari Damacy REROLL?

Se come il sottoscritto, conoscevate Katamari solo per fama (o per quel capitolo dato col PlayStation Plus su PlayStation Vita) considerate l’investimento di quei 19,99 € per portare sul vostro Nintendo Switch (o PC) tutta la follia del Re del Cosmo e del Principe. Un titolo da avere in libreria per distrarsi, rilassarsi e soprattutto, divertirsi.

Katamari Damacy REROLL - Recensione

  • Assuefacente
  • Musicalmente eccelso
  • Stile visivo ottimo
  • Prezzo contenuto…

  • …Ma solo in digitale
  • Assenza della voce “riprova” negli stage
Katamari Damacy REROLL
4.4

L’unico posto dove far girare le palle è divertente

Katamari Damacy REROLL è semplice e immediato. Dall’idea di fondo al gameplay, il titolo di Takahashi è fresco e divertente, anche se ha ben quattordici anni sul groppone. La grafica Low Poli si sposa alla perfezione sia con la colonna sonora (veramente ottima) sia con la modalità portatile di Nintendo Switch, rendendo il gioco una delle migliori offerte su eShop per questo Natale. Non lasciatevelo sfuggire e cominciate a rotolare.

Kisu
È un paladino della legge, un combattente che veste alla marinara, ed è qui per parlarvi di roba che nessun altro ha voglia di trattare. E lo farà in nome della luna, e della sacra barba.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*