Midnight Diner: Tokyo Stories, una data per la seconda stagione

Midnight Diner: Tokyo Stories

Netflix ha annunciato che l’attesissima seconda stagione di Midnight Diner: Tokyo Stories, tratta dal manga Shinya Shokudō di Yarō Abe, arriverà in Italia il prossimo 1 ottobre. Il protagonista verrà ancora una volta interpretato da Kaoru Kobayashi e rivedremo molti degli attori apparsi nei precedenti episodi, come Tooru Nakamura, Akira Emoto, Tasuku Emoto, Ryo Katsuji e Kento Nagayama.

La prima stagione è ancora disponibile su Netflix e conta di dieci episodi. Parla del proprietario di un misterioso locale di Shinjuku e sui suoi clienti. Questo izakaya ha la particolarità di aprire solamente a mezzanotte e il suo proprietario è in grado di servire ai propri clienti qualsiasi piatto desiderino, anche il più particolare. Grazie all’amore per il cibo, i commensali riusciranno ad instaurare dei rapporti che saranno allo stesso tempo semplici ma profondi.

In Giappone la serie TV è giunta alla quarta stagione (per un totale di 40 episodi) e conta anche di due lungometraggi. Esistono anche una trasposizione cinese e una coreana.

Fonte: Netflix

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*