Gundam: gli anime da seguire per prepararsi a NEW GUNDAM BREAKER

NEW GUNDAM BREAKER arriverà in Europa il 22 giugno: se non avete mai visto Gundam, vi consigliamo 4 serie animate che parlano di GUNPLA

Gundam: gli anime da seguire per prepararsi a NEW GUNDAM BREAKER

Mobile Suit Gundam: un’opera che da quasi quarant’anni costituisce un pilastro stabile dell’intera animazione nipponica. Originariamente creata da Yoshiyuki Tomino, questa saga è andata man mano espandendosi a macchia d’olio non solo come produzioni animate, ma diventando in seguito anche un fenomeno cross-mediatico grazie alla realizzazione di trasposizioni manga, GUNPLA, videogames, e tanto altro ancora. Le sue fantastiche storie, suddivise in serie TV, film e OVA, sono partite con l’originale timeline Universal Century per poi ampliarsi e dare spazio anche ad altrettanto acclamati lavori che prendono luogo in svariati universi alternativi, senza però farsi mancare qualche piccolo spin-off di vario genere.

Tra questi, i più celebri e senza dubbio i più seguiti sono i prodotto recenti che mischiano azione mecha a perdifiato con i GUNPLA, i popolari model kit di casa BANDAI che tanto spopolano tra i modellisti e amanti della serie. Questi particolari spin-off, così come gran parte delle serie principali, vedono come protagonisti dei ragazzi adolescenti stavolta alle prese con uno scenario più “vicino a noi” fatto di modellismo e battaglie virtuali. Per quanto possano essere più o meno coinvolgenti, queste particolari serie sono realizzate tenendo a mente uno scopo ben preciso: pubblicizzare il prodotto. Non sarà poi tanto sbagliato pensare che il tutto sia effettivamente una grandissima marchetta, che però allo stesso tempo cercano di offrire all’utenza un prodotto valido sotto molti punti di vista.

Per chi ama l’idea di Gundam in generale il discorso è davvero più ampio: tante sono le serie da poter seguire per gustarsi al meglio questa intramontabile opera. Se però si è più interessati al lato modellistico, a una tematica davvero analoga a quanto offerto dalla saga videoludica Gundam Breaker e che ritroveremo anche nel nuovo e attesissimo NEW GUNDAM BREAKER, allora la cerchia si restringe a quattro titoli.

Model Suit GUNPLA Builders Beginning G

Originariamente uscita nel 2010, questa serie è stata in tutto e per tutto il primo esperimento di fusione degno di nota tra model kit e anime a opera di Sunrise e BANDAI. Vede come protagonista il giovane Haru Irei che, ispirato alla vista dell’RX-78-2 di Odaiba, deciderà di iniziare a costruire GUNPLA mettendo mano a un particolare kit davvero unico nel suo genere: il Beginning Gundam. Assieme alla sua particolare unità, il protagonista entrerà in un mondo virtuale fatto di GUNPLA Battle e potentissimi avversari che ostacoleranno il suo cammino per diventare campione.

A differenza delle serie che seguiranno, GUNPLA Builders Beginning G ha cercato di offrire un po’ più di originalità grazie anche all’unità principale del protagonista, il Beginning Gundam, unità all’epoca inedita nel mondo di Gundam. La presenza di realtà e mondi virtuali vogliono portare la serie a toccare anche in piccola parte l’aspetto videoludico, sebbene i lati principali riescono ben presto a eclissare questo fattore e farlo passare quasi in secondo piano.

Gundam Build Fighters

Il 2013 ha segnato l’inizio di un nuovo esperimento per Sunrise e BANDAI, un nuovo tentativo di unire anime e GUNPLA sotto il nome di Gundam Build Fighters, serie di 25 episodi diffusi attraverso il canale YouTube di Gundam.info con sottotitoli multilingua.

La storia narra le vicende di Sei Iori, figlio di una proprietaria di un tipico negozio di modellismo giapponese e appassionato di Gundam, che farà ben presto la conoscenza di Reiji, uno stravagante ragazzo dalle origini sconosciute: i due formeranno presto un team eccezionale e bilanciato, dove uno è capace di sopperire alle lacune dell’altro e, pian piano, imparando proprio da questo. La serie è un susseguirsi di sviluppo personale dei protagonisti principali, secondari e antagonisti, che per quanto possano essere ovviamente inferiori (come trama necessita) non verranno mai schiacciati dal peso dell’anonimato e dell’inutilità, rendendo sempre ben accolta la loro presenza su schermo.

Una delle caratteristiche principali della serie, a differenza di GUNPLA Builders Beginning G, è che si inizia a trattare la tematica del modellismo in modo più approfondito e rilevante: si parte dai tanti Mobile Suit che ammireremo episodio dopo episodio, ovvero unità sì originali ma, in tutto e per tutto, dei veri e propri custom di altri introdotti dalle saghe principali, per poi passare allo sviluppo costante di questi durante i vari episodi, complici le varie sconfitte e vittorie che subite dai personaggi, e alla crescita degli stessi protagonisti e delle loro abilità di modellisti. Build Fighters è, a mio avviso, la serie più riuscita sotto questa tematica, un qualcosa che incarna perfettamente tutti i minimi lati principali su cui si dovrebbe basare questo esperimento.

La serie è stata ripresa in mano poco tempo fa con Gundam Build Fighters GM’s Counterattack, una sorta di contentino per tutti i fan e amanti di Gundam Build Fighters che volevano rivedere sullo schermo i personaggi a cui ormai si erano tanto affezionati.

La serie completa è attualmente disponibile sul canale YouTube ufficiale di Gundam.Info.

Gundam Build Fighters Try

Il grande successo di Gundam Build Fighters, serie da cui nessuno si aspettava niente ma che ha finito col conquistare il cuore degli spettatori, ha portato all’annuncio del sequel Gundam Build Fighters Try, ambientata qualche anno dopo la precedente serie, che vede come protagonisti principali tre studenti: l’esperto di arti marziali Sekai Kamiki, la giovane presidentessa del club di GUNPLA Fumina Hoshino, e l’abile modellista Yuuma Kousaka. Dopo varie disavventure iniziali per riuscire a reclutare Sekai e Yuuma nel club, il trio parteciperà come team ai campionati di GUNPLA Battle con un solo obiettivo: diventare i campioni!

La formula “più protagonisti che si bilanciano tra loro” è stata ripresa e ampliata, offrendo stavolta ben tre personaggi principali necessari, visto che il campionato ormai chiede la partecipazione di team e non più di concorrenti singoli. Sfortuna vuole che Sekai monopolizzi l’attenzione su di sé, portando quindi la serie a diventare un qualcosa incentrato su battaglie ripiene di mazzate a caso senza senso, gente che sviene in modo teatrale per delle battaglie tra modellini, compagni di squadra che diventano delle mascotte non necessarie, e praticamente pochissimi personaggi secondari o antagonisti che riescono a conquistare veramente la simpatia dello spettatore.

Nonostante tutto, si è deciso di puntare ancora sulla serie con Gundam Build Fighters Try Island Wars, special TV debuttato una volta terminata la serie principale e che segna il ritorno su schermo di Sekai e compagni.

La serie completa è attualmente disponibile sul canale YouTube ufficiale di Gundam.Info.

Gundam Build Divers

L’opera più recente sotto questa tematica. La storia vede come protagonista Riku Mikami, giovane studente che dopo esser rimasto affascinato da una battaglia del “campione” Kyoya Kujo deciderà di volersi addentrare in questo particolare mondo assieme all’amico e compagno di classe Yukio Hidaka. Faranno quindi il loro ingresso ufficiale come Divers nel Gunpla Battle Nexus Online (GBN), in tutto e per tutto un universo virtuale dove ciascun giocatore gode di un avatar per rappresentare la sua persona, e si sfida in battaglia o varie tipologie di missioni per accumulare punti necessari per scalare la classifica, passare di rango, e diventare i migliori.

Rispetto ai suoi colleghi, Gundam Build Divers vuole narrare una storia rivolta molto più verso il lato videoludico, offrendo così un prodotto fatto di avatar virtuali, server di gioco, missioni per accumulare punti o parti speciali per il proprio GUNPLA che, effettivamente, rendono il prodotto davvero simile a quanto offerto proprio dalla serie Gundam Breaker e dal nuovo NEW GUNDAM BREAKER.

In questa serie si ritorna finalmente a parlare di strategie, di uno sviluppo decente delle tante unità presenti, e di una crescita personale dei personaggi principali, sebbene in modo minore e decisamente più lieve e veloce di quanto visto in Gundam Build Fighters.

La serie completa è attualmente disponibile sul canale YouTube ufficiale di Gundam.Info.

Queste sono, almeno al momento, le serie di Mobile Suit Gundam decisamente più adatte per lasciarsi conquistare e prepararsi nel migliore dei modi all’arrivo di NEW GUNDAM BREAKER, l’attesissimo quarto capitolo della fortunata serie di BANDAI NAMCO Entertainment per PlayStation 4 e PC che promette ore su ore di puro divertimento tra modellismo e videogame in un prodotto solo. Get Ready!

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*