Ib: il supporto alla lingua inglese arriverà domani

Ib: il supporto alla lingua inglese arriverà domani

Ottime notizie per tutti i giocatori desiderosi di mettersi alla prova con il remake del titolo Ib. Il gioco, originariamente lanciato su PC via Steam in lingua giapponese lo scorso aprile, riceverà il supporto alla lingua inglese proprio questo 17 maggio.

Facciamo la conoscenza del gioco!

Panoramica

Questo gioco è un remake del titolo di esplorazione-avventura in 2D Ib, ambientato in una galleria d’arte inquietante e misteriosa, e originariamente pubblicato nel febbraio 2012 dallo sviluppatore di giochi indie giapponese kouri.

Ulteriori miglioramenti sono stati apportati al concetto originale di “rendere il gioco divertente anche per i giocatori inesperti”, attraverso ottimizzazioni che consentono ai vecchi giocatori delle versioni gratuite e ai nuovi giocatori di godersi questo prodotto.

Inoltre quasi tutta la grafica di mappe, personaggi e immagini è stata migliorata insieme all’aggiunta di opere d’arte completamente nuove e riprogettate. Nel remake sono stati aggiunti anche nuovissimi enigmi, effetti e trucchi che non erano presenti nell’originale.

Storia

Una giovane ragazza di nome Ib visita una galleria d’arte con i suoi genitori.

Mentre esamina le varie opere d’arte, Ib si rende improvvisamente conto di essere sola.

Mentre cerca qualcuno, chiunque altro, il museo inizia a cambiare…

Sistema

Questo gioco di avventura ed esplorazione a tema horror ci mette nei panni di Ib, che è rimasta sola e deve indagare nell’area intorno a lei, scoprendo oggetti e trappole per trovare la via d’uscita dalla strana galleria.

Sono presenti sette finali diversi da sbloccare in base alle azioni e scelte intraprese in questa misteriosa galleria.

  • Nuova funzione n. 1: Sistema di conversazione – Ora puoi goderti le conversazioni con i personaggi di accompagnamento mentre cerchi di scappare dalla galleria. Potrebbero anche darti suggerimenti se rimani bloccato.
  • Nuova funzione n. 2: Modalità zoom – È ora disponibile una modalità zoom, che semplifica l’individuazione di piccoli oggetti e la visualizzazione di opere d’arte in modo più dettagliato con un solo clic. È anche possibile mantenere la modalità zoom fino alla fine del gioco (alcune scene non possono essere ingrandite o saranno forzate a farlo).

Fonte: PLAYISM

Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.