Komi Can’t Communicate debutterà su Netflix a ottobre

Komi Can't Communicate

Grazie ad un nuovo trailer sottotitolato in inglese, Netflix ha svelato la data di debutto di Komi Can’t Communicate sulla piattaforma.

Basata sull’omonimo manga di Tomohito Oda, la trasposizione animata sarà distribuita in tutto il mondo a partire dal 21 ottobre con rilascio di un nuovo episodio a cadenza settimanale. L’anime sarà disponibile in oltre 190 paesi del mondo e sarà doppiato in otto lingue differenti, mentre i sottotitoli saranno presenti in ben 31 linguaggi diversi.

Ma non è l’unica novità rigurdante la serie. Tramite un aggiornamento del sito ufficiale dedicato all’anime è stato rilasciato un nuovo trailer promozionale che ci permetterà di avere una piccola anteprima della colonna sonora. Il brano di apertura della serie sarà “Cinderella”, realizzato da Cider Girl, mentre il brano di chiusura sarà “Hikareinochi”, realizzato da Kitri.

In attesa di ulteriori novità, vi lasciamo ora con il trailer localizzato in inglese e con quello dedicato alla colonna sonora di Komi Can’t Communicate. Buona visione.

Komi Can’t Communicate – Trailer inglese

Trailer colonna sonora

Fonte: Netflix via Anime News Network, 2

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*