KINGDOM HEARTS: Melody of Memory – Le prime impressioni

Abbiamo provato in anteprima la demo di KINGDOM HEARTS: Melody of Memory, capitolo ritmico della saga SQUARE ENIX, ecco le nostre prime impressioni

KINGDOM HEARTS: Melody of Memory

Tra i tanti titoli in arrivo nel corso dell’autunno ci sarà anche KINGDOM HEARTS: Melody of Memory, nuovo capitolo del celebre franchise SQUARE ENIX che per la prima volta unisce meccaniche da rhythm game ai classici combattimenti della saga. Le musiche sono infatti uno degli elementi più iconici del franchise, e il gioco ci permetterà di ripercorrere la storia dei precedenti capitoli proprio grazie ai suoi più celebri brani. Ma non si tratta di un semplice spin-off, il titolo infatti servirà da ponte per scoprire cosa sia successo ai protagonisti dopo il finale di KINGDOM HEARTS III, e per la prima volta sarà Kairi la protagonista.

Come svelato dalla software house in queste prossime ore verrà rilasciata in tutto il mondo una demo dedicata al titolo e anche se il lancio europeo è previsto solamente per domani, noi di Akiba Gamers vogliamo darvi le nostre prime impressioni avute dopo aver spulciato a fondo la versione di prova scaricata dallo store australiano. Scopritele in questo breve articolo di anteprima!

KINGDOM HEARTS: Melody of Memory

La demo ci permetterà di provare in anteprima sei brani, quattro da giocare in solitaria e due invece che potremo sperimentare solamente in modalità cooperativa locale. Le canzoni, che all’interno del gioco completo saranno più di 140, spaziano tra i tantissimi capitoli della saga e ci permetteranno di ritornare con la mente a classici mondi come La città di mezzo e Il Paese delle meraviglie di KINGDOM HEARTS, passando poi per le oscure terre del Dominio Incantato di KINGDOM HEARTS: Birth By Sleep e il coloratissimo Paese dei moschettieri di KINGDOM HEARTS 3D: Dream Drop Distance.

E la cura posta nella realizzazione del titolo la possiamo notare già dai brani presenti nella versione di prova. In ogni mondo infatti compariranno gli stessi nemici presenti nel titolo originale da cui è stata tratta la musica su cui giocheremo, in modo da permetterci di tornare indietro nel tempo e farci immergere maggiormente in quel preciso capitolo del franchise.

Come precedentemente anticipato il sistema di gioco unisce i combattimenti tradizionali della saga ad elementi tipici dei rhtyhm game. Avremo a nostra disposizione una squadra di tre personaggi che si muoverà automaticamente su un pentagramma, ma al posto delle note saranno presenti nemici agguerriti pronti ad attaccarci. Dovremo colpire i nemici al ritmo di musica, e avremo a nostra disposizione altre azioni oltre al semplice attacco come ad esempio l’uso del salto, di magie e abilità speciali, e persino il poter planare tra le note. Nella demo sono disponibili tre livelli di difficoltà per ogni brano, Principiante, Standard ed Eroe, ognuno dei quali aumenterà non solo il numero di nemici presenti ma anche la diversa tipologia di azioni effettuabili.

Se giocando normalmente avremo il controllo di tutti e tre i personaggi, in modalità cooperativa potremo divertirci in locale assieme ad un amico. Il pentagramma sul quale i protagonisti si muoveranno sarà diviso in due sezioni, ognuna delle quali sarà utilizzabile solamente da un giocatore. Per questo sarà fondamentale coordinare alla perfezione i nostri movimenti con quelli del nostro alleato, lo sbaglio di uno dei giocatori potrebbe infatti rivelarsi fatale per l’altro.

KINGDOM HEARTS: Melody of Memory

Nella versione di prova purtroppo non è possibile provare le altre modalità di gioco di KINGDOM HEARTS: Melody of Memory, che nella versione completa vanterà di altre tipologie di brani affrontabili. Se visivamente e musicalmente il titolo rispecchia l’eccellenza della saga, una pecca potrebbe essere rappresentata dalla regolazione del tempismo dell’input. A differenza di altri titoli del genere infatti non sarà presente una calibrazione automatica in base al nostro modo di giocare, ma dovremo selezionare le varie impostazioni manualmente facendo diversi tentativi prima di trovare la calibrazione adatta a noi.

Nonostante ciò le premesse viste in questa demo sono estremamente positive, e non fanno che aumentare la voglia di poter giocare alla versione completa. Il sistema di gioco sembra infatti molto equilibrato e la possibilità di scegliere tra diverse difficoltà permetterà anche a chi non è esperto di rhythm game di potersi godere il gioco e scoprire i misteri celati in questo nuovo capitolo del franchise. Ormai sappiamo bene come lavora Tetsuya Nomura, e siamo sicuri che per quanto sembri un capitolo riepilogativo al suo interno potrebbero essere presenti delle informazioni fondamentali per il futuro della saga.

Sfortunatamente però dovremo ancora attendere per poterlo giocare, KINGDOM HEARTS: Melody of Memory verrà infatti rilasciato in Europa solamente il 13 novembre su PlayStation 4, Xbox One e su Nintendo Switch, segnando l’esordio del franchise sulla console ibrida della casa di Kyoto. Non ci resta dunque che aspettare e tenerci allenati cercando di migliorare il nostro punteggio coi brani presenti nella versione di prova.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Federico Schirru
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games