Sword Art Online: Fatal Bullet – Betrayal of Comrades: analisi del DLC

BANDAI NAMCO Entertainment ha rilasciato il secondo DLC del trittico di nuovi contenuti aggiuntivi per il suo Sword Art Online: Fatal Bullet, Betrayal of Comrades. Torniamo ad analizzarlo per voi

Sword Art Online: Fatal Bullet – Betrayal of Comrades

BANDAI NAMCO Entertainment ha rilasciato da pochi giorni, a distanza di oltre due mesi dall’uscita di Ambush of The Imposters, la seconda parte della trilogia (si fa per dire) di DLC a pagamento dedicati alla sua ultima trasposizione videoludica dell’opera di Reki Kawahara, Sword Art Online: Fatal Bullet. Dal titolo Betrayal of Comrades, il nuovo contenuto aggiuntivo disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC tramite Steam, è finalmente pronto a darci nuovi dettagli sull’intigrante storia di cui il suo precedessore ci ha solo offerto un piccolo assaggio. Il team di Dimps avrà corretto il tiro o sarà meglio tenere il portafoglio sigillato? Scopriamolo di nuovo insieme.

Le novità di Sword Art Online: Fatal Bullet – Betrayal of Comrades

In Ambush of The Imposters avevamo appena fatto la conoscenza di simpatiche quanto minacciose copie ArFa-Sys dei nostri fedeli compagni, imbattendoci poi in nuovi alleati quali Dyne, Yamikaze e Musketeer X, famosi partecipanti del celebre torneo Bullet of Bullets. Con Betrayal of Comrades siamo finalmente pronti a iniziare le nostre minuziose indagini per scoprire cosa sta realmente accadendo nel mondo di GGO, quando ad apparire sono due copie dei nostri amici Asuna e Kirito: non ci resta altra scelta che seguire le loro orme e tentare di scoprire la verità celata dietro questi misteriosi doppelgänger.

Ad affiancarci nella battaglia verso la nuova minaccia di cui la portata ci è ancora ignota, ci saranno ben due volti nuovi rappresentati dai personaggi di Clarence e Shirley, tratti direttamente dalla serie di Sword Art Online Alternative: Gun Gale Online, dopo — ovviamente — essercele date di santa ragione in una battaglia non poco impegnativa. Il loro obiettivo però non risulterà ben chiaro, e la scelta di fidarci o meno potrebbe non essere tanto ovvia.

Il nostro inseguimento ci porterà ad esplorare così la Grotta del Demone, luogo sconosciuto scoperto all’interno della mappa delle Sabbie Solitarie, un dungeon tutto da scoprire e tanto gremito di preziosi tesori quanto di potenti nemici da togliere di mezzo nella nostra avanzata verso la verità. A differenza del precedente DLC, questa particolare mappa offre un livello di sfida molto più stimolante, permettendoci di mettere alla prova le nostre abilità in ben sei impegnative boss fight opzionali, tutte ben costruite e con nemici interessanti, come i Samurai a difesa della zona più profonda della grotta che, seppur stilisticamente non proprio in linea con l’ambientazione di GGO, rappresentano una piacevola nota di estro creativo da parte di Dimps, in grado di rompere la monotonia e, fin troppo spesso, il riutilizzo dei medesimi avversari. Più ci addentriamo nella zona segreta, più diventa evidente l’entità del pericolo che stiamo per affrontare: è in gioco l’intera città della SBC Glocken, ma questo lo lasciamo scoprire a voi.

Un mondo in continua espansione

Se Ambush of The Imposters aveva portato con sè due nuove modalità di gioco (seppur limitate), Betrayal of Comrades non vuole essere da meno in tema di miglioramenti apportati a Fatal Bullet. A rendere il mondo di gioco ancora più vivo e stimolante per i suoi giocatori più fedeli, una patch che accompagna il DLC introduce il level cap al 200 e una rispolverata generale a gran parte dell’armamentario, bilanciando l’efficacia di diverse armi quali mitragliatrici, fucili a pompa e da cecchino.

Grazie a una nuova missione dedicata sarà inoltre possibile aprire una porta sigillata all’interno della nostra stanza, permettendoci così di ampliarla. All’interno della nuova area adesso accessibile sarà possibile incontrare i nostri compagni di avventura, scambiare con loro qualche parola e accettare le missioni secondarie che hanno da proporci, tutte di diversa natura e molto variegate tra loro. Completare queste richieste non sarà solamente utile a noi per guadagnare un po’ di esperienza extra ma, in particolar modo, ci permetteranno di migliorare il legame con i vari personaggi, fornendoci una scorciatoia al precedente macchinoso sistema per accrescere il grado di affetto con un determinato compagno e, pertanto, rendendo più semplice sbloccare il vero finale di Fatal Bullet.

Siamo sulla strada giusta?

Finalmente nel cuore della vicenda raccontata in questo pacchetto di DLC, Betrayal of Comrades ci regala un’esperienza che, paragonata a quella del suo predecessore, risulta più intrigante, dal grado di sfida più elevato e bilanciato e, sopratutto, proiettata verso il futuro. Con l’aumento del level cap e l’avvento della nuova porzione della stanza introdotti con l’ultima patch, è evidente che il team Dimps ha intenzione di fornire ai giocatori di Fatal Bullet nuove sfide e missioni secondarie che, speriamo con tutto il cuore, non ci facciano di nuovo cadere nel disarmante vortice della monotonia.

Betrayal of Comrades, in definitiva, ci ha stupito con le sue corpose due ore di esplorazione e un dungeon tutto da scoprire, con battaglie inattese e scontri non poco impegnativi. Augurandoci che l’episodio conclusivo alzi ancora di più la posta in gioco, non ci resta che attendere: la speranza di una modalità Bullet of Bullets online è dura a morire.

Rika
Neolaureata alle prese con l’obbligo morale di intraprendere una vita da adulta, la sua vera casa è Eorzea (FFXIV) e spera di iniziare a lavorare nell’industria dei videogames prima dell’uscita di KINGDOM HEARTS III (quindi, forse, non ce la farà mai).

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*