Diabolik Lovers: Grand Edition – Trailer di esordio

Idea Factory ha pubblicato il trailer di esordio di Diabolik Lovers: Grand Edition. Questa collection includerà Diabolik Lovers Limited V Edition e Diabolik Lovers: More, Blood Limited V Edition, già rilasciate su PS Vita rispettivamente a dicembre 2013 e gennaio 2015. Il gioco sarà anche supportato su PlayStation 4 Pro.

Diabolik Lovers: Grand Edition uscirà per PlayStation 4 il prossimo 29 marzo in Giappone.

Diabolik Lovers: Grand Edition – Trailer di esordio

Cos’è Diabolik Lovers?

Diabolik Lovers, abbreviato come DiaLover, è una Visual Novel sviluppata da Rejet. Venne rilasciato inizialmente nel 2012 su PlayStation Portable, per poi ricevere diversi sequel e remake su PS Vita.

L’eroina Yui Komori è una ragazza positiva, che ha però la capacità di vedere spiriti e di vivere fenomeni di poltergeist. Nel suo secondo anno di scuola, il padre di Yui, un prete, è stato costretto a trasferirsi oltreoceano per lavorare e non ha potuto portare sua figlia con sé. Alla nostra protagonista viene consegnato un certo indirizzo da suo padre, che dovrà raggiungere perché le persone che vi ci abitano sono loro “parenti”. Yui segue gli ordini e arriva in una misteriosa magione, come scritto nell’indirizzo. Non appena lei scopre cosa accade in questa casa, incontra i sei fratelli Sakamaki che non sembrano esattamente “normali”, ma saranno infatti dei vampiri. Così la nostra giovane donna si ritroverà a dover scegliere chi di questi baldi giovani dovrà bere il suo sangue in un vero e proprio viaggio verso l’oscurità.

Diabolik Lovers è classificato come otome game, dove il giocatore prende il ruolo del personaggio femminile principale, Yui Komori (il cui nome può essere cambiato), e ha la possibilità di scegliere tra una varietà di personaggi maschili come interesse amoroso. In Diabolik Lovers il percorso di ogni personaggio si divide in tre sezioni: Dark, Maniac ed Ecstasy. Ogni sezione si suddivide in un prologo, dieci sottosezioni e un epilogo. Inoltre ogni personaggio dispone di tre epiloghi differenti.

Fonte: Idea Factory via Gematsu