COVID-19: l’impatto del lockdown sull’industria dell’animazione giapponese

anime lockdown

Secondo un’indagine condata dalla sezione online Mantan Web del giornale Mainichi Shinbun, sembra che i ritardi causati dalle restrizioni anti-coronavirus e dal lockdown in Giappone nel settore anime siano in qualche modo più gravi di quanto ci aspettassimo.

Basandoci sui dati raccolti nelle interviste condotte dal Mantan Web a membri di studi di animazione et similia, attualmente realizzare un singolo episodio di un anime richiede circa il doppio del tempo che veniva impiegato anche solo ad inizio anno per la stessa mole di lavoro, e addirittura per il doppiaggio i tempi di attesa sono triplicati.

Il membro di uno studio di animazione che da fine marzo sta lavorando in regime di smart working ha confermato che gli effetti peggiori ci sono stati su quelle aziende che lavorano principalmente in analogico, come lo Studio Ghibli. “Quando si tratta di lavorare da remoto, ci sono delle tempistiche per forza di cose più lunghe, e le persone sono comunque abituate a meeting faccia a faccia, cosa che ha fatto precipitare la qualità del lavoro“, ha dichiarato l’insider.

Ci sono alcuni intervistati secondo cui la situazione sta lentamente tornando alla normalità ma ancora si continuerà con questo regime misto per qualche tempo, anche dopo la fine del lockdown. Sempre nella stessa inchiesta ci si è poi occupati degli studi di registrazione: per un lungo periodo il doppiaggio di anime, serie tv e film è stato sospeso del tutto. Tuttavia, anche queste aziende soffrono per via delle misure di distanziamento e di sicurezza, che con continua sanificazione di microfoni ed equipaggiamento audio permettono al massimo tre o quattro doppiatori in una giornata e allo stesso tempo, quando prima si arrivava fino a dieci. Alcune registrazioni di conseguenza stanno richiedendo il triplo del tempo. Questo causa anche più difficoltà agli attori stessi nel registrare improvvisando o con il loro tono di voce preferito.

Fonte: Mainichi Shinbun via Anime News Network

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Lorenzo Repetto
Ossessionato da Le Bizzarre Avventure di JoJo e METAL GEAR, pensa che TRIGGER abbia salvato gli anime. Darebbe tutto pur di vedere un nuovo Trauma Center e il finale di Berserk; generalmente ti vuole bene, finché non gli parli di microtransazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games