PlatinumGames: intervista a Kamiya e Atsushi Inaba

PlatinumGames: intervista a Kamiya e Atsushi Inaba

Alla convention PAX East 2020 a Boston diverse testate hanno avuto modo di intervistare Hideki Kamiya e Atsushi Inaba, figure di spicco di PlatinumGames che ha portato diversi giochi alla convention, fra cui sicuramente in ordine di importanza il primo è The Wonderful 101: Remastered.

Nel corso delle interviste sono emersi dettagli interessanti sulla rimasterizzazione sopracitata e su Project G.G. misterioso nuovo progetto della software house che verrà sviluppato nel nuovissimo ufficio di Tokyo di Platinum. Vi riportiamo i punti salienti qui sotto.

The Wonderful 101: Remastered

  • A quanto pare, la campagna Kickstarter non è servita tanto per raccogliere fondi per il progetto vero e proprio, quanto per vedere l’interesse del pubblico nel gioco stesso, che a quel punto era già quasi pronto.
  • I soldi raccolti per la campagna Kickstarter verranno comunque impiegati per la realizzazione dei numerosi traguardi raggiunti e per le ricompense fisiche ai backer.
  • Al gioco base non verrà aggiunto niente in quanto a storia, livelli o personaggi, perchè secondo Kamiya questo andrebbe a sbilanciare o a snaturare l’esperienza originale. Le uniche aggiunte saranno quelle sbloccate dagli stretch goals.
  • Rispetto alla versione Wii U sarà possibile, lavorando su un solo schermo, migliorare l’esperienza per l’utente finale grazie ad un’interfaccia più coesa e più facilmente modificabile dall’utente. In questa versione si userà il controller per disegnare le forme che nella versione Wii U erano disegnate sul pad.
  • PlatinumGames non può scendere in dettagli sugli accordi commerciali con Nintendo ma ha confermato che questo rilascio è stato possibile grazie alla loro generosità. Per quanto riguarda altri titoli sviluppati da Platinum, i diritti sono detenuti da Nintendo e bisogna quindi chiedere a loro per avere un rilascio su altre piattaforme.
  • La versione Xbox One del gioco era pianificata, ma il porting per quella console stando a Kamiya è molto costoso e qualcosa che non avrebbero avuto la possibilità di fare in-house, perciò purtroppo hanno dovuto abbandonare tutti i loro piani a riguardo.

Project G.G.

  • Project G.G. non è legato agli altri giochi del “filone supereroistico” di Kamiya (Viewtiful Joe e The Wonderful 101) ma è un’evoluzione dello stesso concetto: l’essenza è collegata, il mondo è totalmente diverso.
  • Kamiya voleva sviluppare questa trilogia che considera conclusa, e se in futuro farà un altro gioco supereroistico probabilmente farà parte di una nuova trilogia legata dallo stesso tema.
  • L’idea per Project G.G. è arrivata durante lo sviluppo dell’originale The Wonderful 101 ma si è sviluppata negli anni. Lo sviluppo vero e proprio è partito da circa un anno.
  • Kamiya non ha specificato il genere di Project G.G. ma ha detto che non sarà un action puro.

Sull’ufficio di Tokyo

  • Nell’ufficio di Tokyo Platinum proverà a sviluppare più giochi con un modello “live service” come quello adottato da tantissimi giochi occidentali e mobile, aggiornati nel tempo e sostenuti da microtransazioni.

Varie ed eventuali

  • Lo sviluppo di Bayonetta 3 sta procedendo molto bene e non c’è bisogno di preoccuparsi di nulla.
  • Anche se la compagnia vorrebbe auto-pubblicare i propri giochi, diverse partnership importanti verranno comunque stabilite e continuate.

Fonte: PlatinumGames via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Lorenzo Repetto
Ossessionato da Le Bizzarre Avventure di JoJo e METAL GEAR, pensa che TRIGGER abbia salvato gli anime. Darebbe tutto pur di vedere un nuovo Trauma Center e il finale di Berserk; generalmente ti vuole bene, finché non gli parli di microtransazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*