Netflix, è di nuovo polemica per i film Ghibli

Studio Ghibli Netflix

Dalla scorsa giornata, come promesso lo scorso gennaio, sono disponibili su Neflix altri sette “nuovi” film dello Studio Ghibli: Nausicaä della valle del vento, La città incantata, La principessa Mononoke, Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento, La Storia della Principessa Splendente, La ricompensa del gatto e I miei vicini Yamada.

Come i precedenti, anche questi presentano il medesimo adattamento italiano della distribuzione Lucky Red, curato da un nome da molti mesi a questa parte è perennemente al centro di polemiche. I fan commentano i post sui canali social di Netflix Italia chiedendo alla compagnia di “liberare” le pellicole dello Studio Ghibli dall’adattamento di Gualtiero Cannarsi. Per questo motivo è nato l’hashtag #freeghibli, utilizzato nei innumerevoli commenti sotto i post di Netflix.

D’altro canto, Netflix ha voluto accontentare i fan almeno con i sottotitoli di alcuni di questi film, che presentano un adattamento italiano differente da quello del doppiaggio. Un esempio su tutti, “Dio Bestia” della Principessa Mononoke è diventato “Dio Cervo” nei sottotitoli. Il post sulla pagina Facebook di Netflix Italia conta di più di 800 commenti in questo momento.

E voi, cosa ne pensate della scelta di Netflix di distribuire i film dello Studio Ghibli con questo doppiaggio?

Fonte: Facebook

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, manga, cinema e tanto altro.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

2 commenti

  1. Perché la questione Cannarsi è esplosa solo dopo Evangelion su Netflix? Prima quando i film uscivano al cinema o in DVD non c’erano così tante lamentele da parte dei fan, o ricordo male?

    Rispondi
    • Fin da bambina ho sempre adorato i film di produzione dello sutdio ghibli e posso affermare che non appena ho saputo che Netflix aveva caricato sula loro piattaforma anche di quei meravigliosi film, ho subito pensato di fare una maratona, ma non appena ho sentito il doppiaggio mi è passata la voglia, perchè ritornano in mente le frasi e le voci diverse con cui sono approdati i film su Netflix.
      Sembra che la questione del doppiaggio sia nata subito dopo “Evangelion”, ma nel mio caso non è stato così in quanto non ho visto l’anime. Credo che molti fra coloro che avevano già visto la versione “classica” de “La città incantata” ad esempio sarebbero concordi nel dire che i dialoghi non vanno bene specialmente dopo aver sentito la “prima versione in italiana” per non parlare delle voci differenti.
      i film prodotti al cinema e i dvd non hanno a che vedere con l’adattamento proposto da Netflix , quindi si credo potesse ricordare male

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*