PENGUIN HIGHWAY – Recensione dell’edizione Blu-ray

PENGUIN HIGHWAY - Recensione dell’edizione Blu-ray

“Io sono estremamente intelligente, e per di più mi impegno nello studio con la massima serietà. Di conseguenza, prevedo in futuro di diventare una persona molto importante. […] Probabilmente molte donne si vorranno sposare con me. Io però ho già scelto la mia compagna, per cui non potrò sposare nessuna di loro. Mi dispiace per loro, ma riguardo a questo, non posso proprio farci niente.” No, non è un mio pensiero mattutino, chi vi scrive non ha ancora deciso chi sposare ed è ancora sul mercato. Si tratta invece dell’incipit del capolavoro diretto da Hiroyasu Ishida e tratto dal romanzo di Tomihiko Morimi, PENGUIN HIGHWAY. Oggi andremo ad analizzare il bellissimo cofanetto offerto da Dynit qui in Italia, comprendente il Blu-ray; due booklet, il primo di 32 pagine coi bozzetti e delle simpatiche descrizioni sul lavoro dei disegnatori, il secondo di 52 pagine contenente il quaderno degli appunti del protagonista sugli eventi in questione; il poster cinematografico (già attaccato al muro in camera mia); una card esclusiva; vari extra presenti nel disco, di cui vi parlerò successivamente. Insomma, un vero potpourri di roba che andrà ad arricchire la nostra immersione in questo fantastico film d’animazione.

PENGUIN HIGHWAY

Già nei primi minuti di proiezione, conosciamo Aoyama, il nostro particolare protagonista, un bambino che frequenta la quarta elementare, ma che intellettualmente è molto, molto più adulto. A causa della sua infinita curiosità, infatti, Aoyama ogni giorno si sforza e studia cose nuove, per diventare più colto di quanto non lo fosse il giorno prima. Ma su una cosa, il giovane è convinto che non potrà cambiare idea: il suo amore per la Sorellona, una giovane donna che lavora in uno studio dentistico vicino casa sua, e la determinazione nel volerla sposare, in futuro. Nonostante sembri una storia come tante, nella placida cittadina nipponica accade qualcosa di assurdo: appaiono… dei pinguini! Nonostante Aoyama abbia ben sei possibili spiegazioni perfettamente logiche a riguardo, deciderà comunque di indagare, accompagnato dal fido Uchida. Ma questo mistero lo porterà ben più lontano di quanto avrebbe mai immaginato, e lo avvicinerà invece alle persone a lui vicine, prima tra tutti l’amata Sorellona. Da qui in poi, infatti, la trama si infittisce parecchio, ma per evitare di rovinare i vari colpi di scena che il film ci regala, eviterò di andare oltre con la descrizione.

Punto forte di PENGUIN HIGHWAY, secondo il mio parere, è la caratterizzazione dei personaggi: nonostante alcuni di loro siano legati a doppio filo con gli stereotipi del genere (Uchida è la classica spalla, impacciato ma fedele, mentre Suzuki è il bulletto, tonto e prepotente), altri invece sono sicuramente più interessanti e approfonditi, a partire dallo stesso protagonista, per finire alla Sorellona, diretta e sincera ma capacissima di nascondere più di qualche segreto, e Hamamoto, l’intelligente compagna di classe di cui finirete inevitabilmente per innamorarvi. Insomma, seguire questo gruppo sgangherato di bambini in questa assurda avventura vi costringerà a non distogliere lo sguardo dallo schermo per tutti e 117 i minuti della durata del film.

Altra caratteristica che prepotentemente si prende la scena è il comparto sonoro, curato da Umitaro Abe, capace di farci sorridere e commuovere nel giro di pochi minuti e senza che i vari personaggi dicano una sola parola. Ammetto di non averci prestato attenzione durante la prima visione del film, tutto concentrato com’ero sui risvolti della trama, ma successivamente ho compreso l’importanza della musica nel trasmettere le emozioni in scene altrimenti normalissime (non potrete non sorridere inteneriti, per esempio, guardando il primo incontro tra Aoyama e i pinguini. Provate poi a guardare la scena senza volume).

PENGUIN HIGHWAY

Da notare anche la bellezza degli scenari bucolici che ci accompagnano per tutta la pellicola, disegnati perfettamente e tratti da ambienti realmente esistenti nella patria del Sol Levante. Sarete senza dubbio spinti a voler fare una vacanza rilassante nel paesello di Aoyama e compagni e, perché no, andare alla ricerca di qualche pinguino nei boschi lì vicino. Organizziamo?

La godibilità del film è sicuramente dovuta anche al magnifico lavoro dei doppiatori e degli adattatori, che sono riusciti a dare voce anche a dialoghi non semplici se pensati per bambini delle elementari. Non così positivo invece il lavoro svolto sui sottotitoli, che vi saranno utili nell’eventualità che scegliate il doppiaggio originale in giapponese anziché quello in italiano. Nonostante solitamente consiglio sempre la visione in lingua originale, stavolta mi trovo costretto a preferire la versione in italiano: i sottotitoli scorrono a video troppo velocemente, complice probabilmente una scelta della terminologia di Aoyama e compagni troppo prolissa a fronte di discorsi che in giapponese scorrono più veloci e naturali. Insomma, se doveste decidere di vedere il film in lingua originale, preparatevi a perdervi qualche termine alla fine delle frasi.

Infine, è d’obbligo parlare del valore aggiunto di questa versione, e cioè la serie di extra presenti nel titolo. Oltre al poster e alla card, bellissimi dal punto di vista artistico, e al booklet con i vari bozzetti, il surplus migliore sta nel diario di Aoyama sul Progetto Penguin Highway, che più volte appare nel film e che è possibile leggere integralmente ed avere in formato cartaceo appunto acquistando la Limited Edition. Inoltre, nella sezione extra del Blu-ray troveremo parecchie chicche: ben cinque scene tagliate, senza audio purtroppo, il test dei personaggi, i video promozionali (pubblicità, vari trailer, ed un meraviglioso spot con McDonald’s che dovete assolutamente gustarvi), la canzone italiana “Il Mistero dei Pinguini” dei The Misfits, un video sui lavori del regista Hiroyasu Ishida e infine vari trailer (la terza stagione dell’Attacco dei Giganti, il film di Cowboy Bebop, Mirai, tutti offerti in cofanetti da Dynit). Davvero tanti extra, che giustificano nella maniera più assoluta l’acquisto di questa versione completa.

PENGUIN HIGHWAY - Recensione dell’edizione Blu-ray

Una bellissima strada per noi Pinguini

PENGUIN HIGHWAY - Recensione dell’edizione Blu-rayInsomma, come si può comprendere da tutti i paragrafi precedenti, reputo questo film d’animazione un capolavoro del genere, e lo consiglio a chiunque voglia godersi un titolo ben curato su tutti i fronti e utilizzare due ore del suo tempo per star dietro ad una trama non sempre semplice, ma che vi darà davvero tante soddisfazioni, oltre che sorrisi in quantità e decisamente qualche lacrima qua e là.

Quindi, vi auguro una buona visione, e se voleste organizzare un viaggio al polo sud per andare a salutare i pinguini, sapete chi contattare.

PENGUIN HIGHWAY è disponibile in DVD e Blu-ray su Amazon e lo trovate in offerta a partire da 19,99 €. Supportate Akiba Gamers acquistando il film animato seguendo questo link.

Teneramente consigliato

Francesco Mastrorosa
Dai fantasy agli anime, dai manga ai videogiochi, cerca ancora un equilibrio tra storie fantastiche e dura realtà… preferendo su tutto un piatto di lasagne.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*