Sailor Moon Eternal arriverà in forma completa su Netflix a giugno

Sailor Moon Eternal

Con un annuncio del tutto a sorpresa, viene rivelato che il film in due parti Sailor Moon Eternal arriverà sulla celebre piattaforma Netflix il prossimo 3 giugno, rendendosi finalmente visibile anche per i fan occidentali dell’opera.

Questo grande reveal è stato fatto attraverso un trailer, in cui è possibile sentire una delle celebri catchphrase della serie in varie lingue, tra cui spicca anche l’italiano.

La storia narrata da questo progetto cinematografico in due parti è ambientato al termine della Season 4 dell’anime Sailor Moon Crystal, e copre l’arco narrativo Dead Moon del manga originale.

In Giappone la prima parte del film ha debuttato nei cinema lo scorso 8 gennaio, mentre il secondo è arrivato poco più di un mese dopo, ovvero l’11 febbraio. Il progetto non ha avuto però vita facile, e ha ricevuto posticipi dovuti ai vari stati di emergenza indetti dal governo nipponico.

L’autrice dell’opera Naoko Takeuchi è creditata per il lavoro originale e la supervisione. Chiaki Kon, di ritorno dalla Season 3 dell’anime, è il director delle due parti del film, con lo storico Kazuko Tadano al character design e Kazuyuki Fudeyasu (tutte e 5 le parti di JoJo’s Bizarre Adventure, Land of the Lustrous, PriPara) alla sceneggiatura. TOEI è creditata per la distribuzione, mentre lo Studio DEEN ha co-prodotto il progetto assieme a TOEI Animation.

Fonte: Netflix via Anime News Network

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

1 commento

  1. Meno male, non si dovrà aspettare fino alle calende greche come al solito. Tanto più che l’alternativa a Netflix sarebbe stata la Rai, e si sa che dell’ormai zombificata tv italiota non ci si può fidare.
    Spero che i doppiatori siano gli stessi della serie tv, o altrimenti quelli storici della mediaset: la prima possibilità è di gran lunga la più probabile.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*