Super Smash Bros. Ultimate – Recensione

Nintendo chiude l’anno in bellezza grazie all’arrivo di Super Smash Bros. Ultimate, nuova iterazione del celebre fighting game disponibile su Nintendo Switch.

Super Smash Bros. Ultimate - Recensione

Super Smash Bros. Ultimate - RecensioneCon infinite Master Hand al suo comando, Kiaran mirava a creare un nuovo mondo. I personaggi con le loro innumerevoli storie ebbero fine quando la luce consumò tutto. Così, il mondo venne annientato da Kiaran. Tutti quelli che opposero resistenza vennero divorati. Gli altri, persero il loro corpo, divennero spiriti. Solo uno sopravvisse. Una stella di speranza brilla timida agli albori di un nuovo mondo. Kiaran copiò i personaggi caduti e creò dei fantocci a loro immagine e somiglianza. Poi, costrinse gli spiriti catturati a controllarli.  Questo esercito di fantocci cominciò a invadere l’unico mondo rimasto. Chi riuscirà a liberare gli spiriti dal giogo di Kiaran? C’è speranza per i lottatori sconfitti? Il viaggio verso la sconfitta di Kiaran ha inizio…

A quattro anni di distanza dal precedente capitolo arriva Super Smash Bros. Ultimate, esordio su Nintendo Switch del celebre fighting game targato Nintendo. Grazie ad un ricchissimo cast che va a ripescare ogni singolo personaggio rilasciato nei precedenti episodi e tantissime novità dal punto di vista di gameplay, la software house confeziona un titolo che è innovativo ma allo stesso tempo un vero e proprio omaggio alla quasi ventennale saga. A grande richiesta torna inoltre l’attesissima modalità Avventura, ma è solo la punta di un iceberg composto da una longevità e rigiocabilità infinita. Riusciranno i nostri eroi a salvare il mondo dalla nuova minaccia che li attende?

  • Titolo: Super Smash Bros. Ultimate
  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Versione analizzata: Nintendo Switch (PAL / EU)
  • Genere: Fighting Game
  • Giocatori: 1-8 
  • Software house: Nintendo
  • Sviluppatore: Nintendo, BANDAI NAMCO Games, SORA Ltd.
  • Lingua: Italiano (testi), Inglese, Italiano (doppiaggio)
  • Data di uscita: 7 dicembre 2018
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • DLC: il “Fighter Pass” che includerà cinque nuovi personaggi con altrettanti Stage tratti dai loro giochi di provenienza e tantissimi nuovi brani
  • Note: coloro che acquisteranno il gioco entro il 31 gennaio riceveranno gratuitamente il personaggio aggiuntivo Pianta Piranha. Questo non sarà presente nel Fighter Pass, ma sarà possibile acquistarlo successivamente sotto forma di DLC

Gli eroi si trovano a dover affrontare una minaccia spaventosa, di una portata mai vista prima. Il cielo è stato infatti invaso da centinaia di Master Hand pronte ad attaccarli e, tra loro, si può scorgere una strana creatura dall’aspetto angelico. Si tratta di Kiaran, la signora della luce, che pian piano inizia ad assorbire tutti i nuclei delle Master Hand a sua disposizione. In quel momento Shulk, grazie alle sue abilità di preveggenza, riesce a vedere il futuro nefasto che attende il mondo e cerca di avvertire i suoi compagni di battaglia. Purtroppo però è troppo tardi, Kiaran ha già sferrato il suo attacco finale facendo sprofondare il mondo nella sua luce distruttiva.

Super Smash Bros. Ultimate

Solamente un eroe è riuscito a salvarsi dalla furia devastante della signora della luce. Il piccolo Kirby infatti, grazie all’utilizzo della stella Warp, è riuscito a teletrasportarsi in tempo per scampare all’attacco di Kiaran. Al suo ritorno trova un mondo totalmente distrutto, ciò che è peggio è che i suoi compagni caduti in battaglia sono diventati delle marionette al servizio della signora della luce. Il destino più nefasto è però toccato a tutti coloro incapaci di difendersi, costretti a vagare per il mondo sotto forma di spirito e a impossessarsi dei fantocci di Kiaran pur di poter sopravvivere.

A discapito delle avversità che gli si parano di fronte, Kirby inizia a liberare sia gli spiriti prigionieri che gli altri eroi riuscendo così a creare una vera e propria squadra pronta ad affrontare la signora della luce. Superando gli ostacoli posti sul loro cammino, il gruppo di eroi riesce finalmente ad arrivare al cospetto di Kiaran e a sferrare quello che pensano sia il loro attacco finale. Non sanno che così facendo stanno dando modo ad un’altra minaccia, che ha seguito le vicende nascosta nell’oscurità, di avanzare costituendo un nuovo pericolo per il mondo. Il viaggio degli eroi sarà più tortuoso del previsto, ma la stella della speranza brilla nei loro cuori.

La storia infinita

Dal punto di vista del gameplay Super Smash Bros. Ultimate vede il ritorno della modalità più attesa e richiesta da tutti gli amanti della saga, la modalità avventura. Nintendo ha ben deciso di accontentare i suoi fan introducendo “La stella della speranza”, immensa modalità di gioco che ci permetterà di vivere le vicissitudini del povero Kirby. Attraverso un tabellone in stile gioco di società potremo affrontare tantissimi nemici, liberando nel contempo gli eroi catturati da Kiaran e nuovi Spiriti capaci di aiutarci in battaglia. Nonostante gli eroi si potranno sbloccare anche giocando alle altre modalità presenti all’interno del titolo, per poterli utilizzare nella storia sarà necessario prima liberarli.

Super Smash Bros. Ultimate

I nostri eroi potranno infatti essere equipaggiati con diversi Spiriti capaci di migliorare le proprie statistiche, dotati inoltre di abilità che ci permetteranno di superare facilmente gli ostacoli e i tranelli che Kiaran ha preparato per noi. Questi potranno essere liberati anche grazie alla modalità “Tabellone degli Spiriti” in cui dovremo affrontare delle sfide ben precise prima di riuscire ad ottenerli. All’interno della mappa di gioco potremo inoltre sbloccare diverse attività come negozi e palestre, e gli eroi avranno a propria disposizione un albero delle abilità comune che ci permetterà di migliorare le nostre prestazioni in battaglia.

Purtroppo però la nuova modalità storia non è esattamente ciò che ci aspettavamo. Se da una parte l’avventura è ben presente, con una difficoltà sempre crescente e una longevità non indifferente, dall’altra troviamo una narrazione che è praticamente assente. A parte il filmato iniziale, i diversi finali possibili e qualche intermezzo, la trama sarà fin troppo abbozzata e si limiterà a farci scoprire chi sono i nemici da sconfiggere. Mancano totalmente i dialoghi, sarebbe stato davvero bello vedere delle interazioni tra i personaggi una volta liberati dalla prigionia di Kiaran visto e considerato il ricchissimo cast presente all’interno del titolo.

Possibili scenari

Ma la modalità avventura non sarà l’unico modo per divertirci in Super Smash Bros. Ultimate. Nintendo ha infatti pensato a tutte le tipologie di giocatori inserendo all’interno del titolo sia tantissime modalità per giocare da soli che altrettante per divertirci in compagnia. Grazie alle funzionalità online della console potremo giocare con avversari da tutto il mondo scegliendo se creare una stanza impostando delle regole ben precise o se affidarci al caso e scegliere una sfida rapida. I server sono abbastanza stabili e la fluidità dei combattimenti rimane sempre godibile, nonostante ogni tanto capiti qualche piccolo problema di lag.

Super Smash Bros. Ultimate

Per chi invece volesse affrontare qualche partita in solitaria abbiamo la modalità Classica, vera e propria sfida in stile arcade in cui dovremo affrontare sei incontri a difficoltà crescente fino ad arrivare al boss finale. Una volta sconfitto anche il boss inizierà una sequenza in cui potremo accumulare punti letteralmente sparando ai titoli di coda, similmente a quanto accadeva alla fine di NieR: Automata. Inoltre sarà presente la modalità Mischia Multipla all’interno della quale dovremo sconfiggere ben 100 nemici nel minor tempo possibile, permettendoci così di affrontare una vera e propria sfida contro noi stessi per cercare di ottenere i tempi migliori.

Se invece ci vogliamo divertire con gli amici in locale non mancherà la tradizionale modalità Mischia, all’interno della quale potremo affrontare incontri che vedranno coinvolti fino ad otto giocatori contemporaneamente. Che si scelga di affrontare il Torneo a squadre o la modalità a tempo le possibilità di gioco sono davvero infinite. Senza ombra di dubbio è interessantissima la Mischia Totale, in cui i giocatori si sfideranno fino a terminare i personaggi disponibili. Una volta utilizzato un determinato personaggio, questo sarà eliminato e non sarà possibile sceglierlo per il round successivo. Dovremo quindi metterci alla prova con tutti i personaggi presenti all’interno del roster e allo stesso tempo cercare di non farci soffiare da sotto il naso i nostri preferiti.

Qualità o quantità?

Per quanto riguarda il comparto tecnico Super Smash Bros. Ultimate è qualitativamente superlativo. Dal punto di vista grafico ci troviamo di fronte ad una definizione davvero impeccabile, pur provenendo da diversi universi narrativi tutti i personaggi sembrano comunque coesivi tra loro e la cura posta nella realizzazione delle ambientazioni è straordinaria. La software house è riuscita inoltre ha utilizzare al meglio l’hardware di Nintendo Switch regalandoci un frame rate stabile a 60fps e una risoluzione di 1080p in modalità TV e di 720p in modalità portatile, rendendo l’esperienza di gioco estremamente godibile in entrambe le condizioni.

Super Smash Bros. Ultimate

Oltre a mantenere lo stesso standard qualitativo già visto con la grafica, il comparto audio è veramente immenso. Avremo a nostra disposizione centinaia di brani tratti dalle diverse saghe che compaiono all’interno del titolo, sia in versione originale che con alcuni remix e nuovi arrangiamenti molto interessanti. Inoltre avremo la possibilità di creare delle playlist personalizzate con i nostri brani preferiti da utilizzare durante gli scontri, dandoci una libertà ancora maggiore per quanto riguarda la personalizzazione del gioco.

Purtroppo però le pecche non si limitano alla sopracitata modalità “La stella della speranza”, la cui trama irrisoria può far storcere il naso alla maggior parte dei giocatori che l’attendevano con impazienza, ma un altro grosso problema sta nel roster dei personaggi presenti all’interno di Super Smash Bros. Ultimate. Nonostante attualmente siano presenti 74 combattenti possiamo notare come Nintendo al momento non abbia incluso alcuni personaggi provenienti dalle sue IP più recenti, come Xenoblade Chronicles 2 o ARMS, o da alcuni titoli in mano alla software house che sembrano essere finiti nel dimenticatoio, come Project Zero e Golden Sun. Inoltre capiterà spesso di notare che il moveset di alcuni eroi sia davvero troppo simile tra loro, basti pensare alle varie versioni di Link che hanno solo delle minime differenze o alla coppia Pikachu e Pichu.

A chi consigliamo Super Smash Bros. Ultimate?

Nintendo è riuscita a realizzare un’altro titolo capace di attirare l’attenzione di qualsiasi tipologia di giocatori, dai casual ai veterani dei fighting game. Super Smash Bros. Ultimate è infatti così ricco di modalità e possibilità differenti che chiunque può divertircisi, sia da solo che in compagnia. Certo, chi si aspettava una trama elaborata nella modalità Avventura rimarrà un po’ deluso, ma si tratta comunque di un titolo imperdibile.

Super Smash Bros. Ultimate

  • Tecnicamente impeccabile
  • Longevità e divertimento praticamente infiniti
  • Tantissimi personaggi fra cui scegliere…

  • …Ma alcuni sono troppo simili tra loro
  • La trama principale è molto abbozzata
  • Alcune assenze importanti nel roster
Super Smash Bros. Ultimate
4.4

Nintendo se la canta e ce le suona

Fin dal suo annuncio mi era abbastanza chiaro che Super Smash Bros. Ultimate sarebbe stato un modo per Nintendo di auto-celebrarsi in vista del ventesimo anniversario della saga. La casa di Kyoto regala ai suoi fan una vera e propria lettera d’amore al celebre fighting game, rivisitando e migliorando tutti i contenuti creati in vent’anni implementando allo stesso tempo tante novità interessanti. Nintendo se la canta e ce le suona, dato che all’interno del gioco troveremo delle sfide che metteranno a dura prova anche il più coriaceo dei giocatori. Purtroppo però l’assenza di una vera e propria trama da seguire, con colpi di scena e dialoghi interessanti tra le decine di personaggi presenti, ha abbassato e non di poco il livello dell’esperienza soprattutto per quelli come me che aspettavano con impazienza il ritorno della modalità Avventura. Anche il fatto che alcuni personaggi, per quanto praticamente identici, non vengano considerati guerrieri Eco fa storcere ulteriormente il naso. Si tratta comunque di un ottimo gioco con cui mi divertirò ancora per parecchio tempo e, dopo l’annuncio di Joker da Persona 5, il Fighter Pass si preannuncia ricco di sorprese che non vedo l’ora di scoprire.

Faith
Anche lui sardo, ha viaggiato per innumerevoli mondi in compagnia di tanti personaggi fantastici. È un accumulatore seriale di giochi sul PlayStation Store.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*