A.O.T. 2: nuovi dettagli svelati da Koinuma e Suzuki

A.O.T. 2

In seguito al successo di A.O.T. Wings of Freedom, KOEI TECMO GAMES ha annunciato l’uscita di Attack on Titan 2 durante la gamescon di Colonia. Tuttavia, l’annuncio è stato fatto senza fornire alcun dettaglio. Così i nostri colleghi di DualShockers hanno pensato bene di intervistare il presidente Hisashi Koinuma e il director di Omega Force Hideo Suzuki per provare a carpire qualche notizia in più.

Per prima cosa, è stato chiesto a Koinuma un chiarimento sulle piattaforme di uscita. La risposta è stata che, sebbene non ci sia ancora nulla di definitivo, per ora sappiamo solo che A.O.T. 2 uscirà di sicuro su PlayStation 4 e Xbox One. Ma visto che l’obiettivo principale del team rimane sempre quello di raggiungere più persone possibili e allargare la fanbase, la domanda successiva ha riguardato proprio la possibilità di vedere il titolo anche su Nintendo Switch; Koinuma ha risposto che la cosa in realtà non è impossibile, ma bisogna prima effettuare delle valutazioni tecniche inerenti proprio al portare il gioco su piattaforme così diverse. È anche vero che, a seconda della console, cambia anche molto la fanbase, quindi affrontare un porting diventa un rischio. Tuttavia, sia Koinuma che Suzuki contano di poter fornire maggiori dettagli e informazioni tra ottobre e novembre.

L’annuncio originale inoltre, parlava di un rinnovamento del gameplay. Molti utenti infatti, hanno lamentato a KOEI TECMOGAMES l’estrema facilità nello sconfiggere i giganti, cosa che può rendere il gioco meno avvincente di quanto non ci si aspetti. Il nuovo sistema di gioco quindi, sarà migliorato soprattutto sotto questo punto di vista, cercando di rendere le battaglie più avvincenti. La trama del titolo si baserà sulla seconda stagione dell’anime e avremo modo di conoscere meglio i personaggi attraverso una maggiore interazione fra di loro.

Riguardo un possibile avvicinamento al gioco per Nintendo 3DS sviluppato da Ruby Party, che ha portato la storia su derive romantiche, Koinuma ha detto che ciò non sarà possibile, in quanto in contrasto con lo spirito del gioco, che seguirà per filo e per segno la trama dell’anime ed è scritta a quattro mani assieme all’autore Hajime Isayama.

Tornando a parlare di gameplay, in Wings of Freedom non si combatteva solo contro i giganti da umani, ma anche trasformati in giganti. E anche questo aspetto sarà migliorato, in linea con il nuovo combat system. In più, il campo base verrà allargato, al punto di diventare grande come una piccola città. Nel campo base poi, verranno introdotti anche degli elementi di trama, in modo da uscire dalla linearità del primo titolo. Visitare il campo e conoscere gli altri membri della squadra sarà più divertente. Al fine di raggiungere una fanbase composta anche da non-giocatori, ma da semplici appassionati dell’anime, il sistema di controllo dei 3D manauger gear sarà un po’ semplificato. Sebbene Koinuma riconosca che sia un cliché, è vero che molte ragazze si sono lamentate della complessità del sistema originale. Così KOEI TECMO ha impiegato una squadra di donne nel QA testing per questo nuovo capitolo. L’obiettivo è quello di trovare un equilibrio fra tutti i fan: che siano core-gamer, semplici appassionati o solamente fan dell’anime che vengono incuriositi dal gioco e si avvicinano per provarlo.

Sebbene inizialmente fosse pensato come open world, alla fine ci si è accorti che anche nell’anime i pesonaggi hanno dei movimenti limitati, rimanendo legati alle pareti e a formazioni di squadra. Così alla fine si è deciso di rimanere al sistema a livelli separati.

A.O.T. 2 uscirà nel 2018, maggiori dettagli verranno svelati prossimamente.

Fonte: KOEI TECMO GAMES via DualShockers

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Ryoga Wonder
Non ha la sindrome di Peter Pan. Lui È Peter Pan. Gamer since ‘80s. Cantante e cantautore, ama leggere molto e scrivere poesie.
ilCirox Channel - Memes, offerte e games