Giappone: niente escursioni sul Monte Fuji per tutto il 2020

Monte Fuji

Con il turismo ormai in crisi in questo 2020 dominato dall’emergenza sanitaria che risponde al nome di COVID-19, il Giappone ha preso una grande e difficilissima decisione riguardante una delle mete turistiche più iconiche che ha da offrire. Parliamo ovviamente del Monte Fuji, la montagna più grande dell’intero Sol Levante nonché una delle tre considerate sacre (assieme al Monte Tate e al Monte Haku), che si è da poco vista chiudere tutti i sentieri disponibili per le escursioni.

Aveva iniziato originariamente la prefettura di Yamanashi annunciando la chiusura del sentiero Yoshida, a cui è seguito oggi l’annuncio di Shizuoka, che da parte sua ha comunicato la chiusura dei sentieri Subashiri, Gotemba e Fujinomiya. Così facendo, tutti e quattro i sentieri che portano al vertice del Monte Fuji sono stati chiusi.

La stagione 2020 per le escursioni era fissata dal 10 luglio al 10 settembre, ma con questa decisione ormai presa è bene iniziare a pensare solo al 2021. Dopotutto, nonostante le varie riaperture di questi ultimi giorni, il virus non è ancora stato del tutto debellato, quindi è bene prendere il tutto con calma in attesa di tempi migliori.

Ma la vera domanda è: si può chiudere una montagna? Nì, o quantomeno ci si prova in qualche modo, ma sebbene non si possa garantire una chiusura totalmente inaccessibile, è bene ricordare che non si tratta di un’escursione semplice, ma ci sono svariati punti abbastanza impegnativi e impervi. Un passo sbagliato nel momento in cui nessuno può essere vicino per prestare immediato soccorso può essere davvero fatale.

Fonte: NHK News via SoraNews24

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games