Animal Crossing: New Horizons, si avvicina il primo anniversario

Animal Crossing: New Horizons, si avvicina il primo anniversario

Il prossimo 20 marzo Animal Crossing: New Horizons per Nintendo Switch compirà il suo primo anno di vita. Nintendo lo celebra con un comunicato stampa che ricorda i suoi traguardi e tutte le iniziative promozionali che hanno coinvolto personalità di spicco come Brie Larson, Maisie Williams, Danny Trejo e tanti altri ancora.

Per celebrare questo primo compleanno del gioco, tutti riceveranno una torta di compleanno direttamente nella propria cassetta delle lettere dell’isola.

UN ANNO DI ANIMAL CROSSING: NEW HORIZONS, IL VIDEOGAME DEI RECORD

Con più di 31 milioni di copie vendute in tutto il mondo e il traguardo di videogioco Nintendo venduto più velocemente in Europa, è diventato un vero e proprio fenomeno di cultura pop globale. In occasione del suo primo anniversario, ripercorriamo i migliori momenti dell’esperienza digitale più gettonata del lockdown, che ha cambiato le regole della sua industria diventando punto di riferimento per i settori e gli ambiti più disparati: dall’alta moda, agli eventi digitali in-game di marchi e aziende, fino ad arrivare alla campagna elettorale USA

Milano, marzo 2021 – Esattamente dodici mesi fa, sbarcava su Nintendo Switch il nuovo videogioco di una serie pressoché sconosciuta ai più, ma che, con la sua promessa di coinvolgere i giocatori all’interno di un’esperienza di vita digitale mai vista prima, cominciava a incuriosire e suscitare interesse anche in coloro che i videogiochi li hanno sempre guardati da una certa distanza. Animal Crossing: New Horizons fa il suo esordio il 20 marzo 2020, giornata che inaugura l’inizio della primavera e che, non casualmente, coincide anche con la Giornata Internazionale della Felicità: un messaggio forte e chiaro su quelli che sono i toni e le atmosfere che attendono chi vorrà imbarcarsi in questa avventura. Quel mondo tranquillo e gioioso che segue i ritmi e le stagioni della vita reale, fatto di piccoli animali antropomorfi, è arrivato nel momento in cui la maggior parte delle persone aveva bisogno più che mai di svago e relax. Ed è così che Animal Crossing: New Horizons è diventato il gioco del lockdown, scatenando una vera e propria mania che ha dato vita a una miriade di iniziative in-game e che ha spinto tutti, ma proprio tutti, a esplorare al massimo le infinite potenzialità di questo life simulator, da chi cercava un luogo di ritrovo con amici e parenti, all’attuale Presidente degli Stati Uniti.

A dimostrare il successo del videogame Nintendo sono anche i numeri: basti pensare che Animal Crossing: New Horizons è il secondo gioco* per Nintendo Switch più venduto di sempre. Solo in Europa sono state vendute 7 milioni di copie, con più di un terzo degli oltre 20 milioni di possessori della console che hanno scelto di iniziare la propria avventura su un’isola deserta con il videogame. Tra i motivi di questo successo, c’è stata anche la possibilità di utilizzare il gioco come luogo di ritrovo virtuale e alternativa agli eventi fisici in un momento storico senza precedenti, in cui vige la regola del distanziamento sociale più totale: in Animal Crossing sono stati celebrati matrimoni e compleanni, qualcuno lo ha addirittura utilizzato per dei meeting di lavoro, altri ancora hanno pensato di sfruttarlo come strumento di dating online, trovando l’amore in lockdown.

Anche i VIP sono stati conquistati dalla “Animal Crossing mania”: a dichiararlo apertamente la bellissima Brie Larson (Captain Marvel) e il simpatico Elijah Wood (Frodo Baggins de Il Signore degli Anelli), ma anche l’intrigante Maisie Williams (Arya Stark di Games of Thrones) e il mitico Danny Trejo (Machete). Come non citare inoltre il Presidente USA Joe Biden, che ha deciso di fare campagna elettorale nel gioco: una scelta che gli ha senza dubbio portato fortuna, nonché il favore delle nuove generazioni amanti del gaming in tutte le sue forme. E in Italia? Frank Matano ne è di certo fan sfegatato, Rudy Zerbi ci gioca in continuazione con i figli, mentre Ghali lo ha usato per sfilare con Valentino.

E a proposito di fashion, quello dell’alta moda continua a essere uno dei settori che più si sono legati ad Animal Crossing: New Horizons e che maggiormente lo ha sfruttato per proporre le proprie creazioni, in mancanza di sfilate reali. Tra i nomi più altisonanti Maison Valentino, che ha reso disponibili alcuni capi della collezione primavera/estate 2020 e pre fall 2021 all’interno del gioco, GCDS e Marc Jacobs, che hanno presentato alcuni abiti esclusivi in versione digitale. Senza contare che migliaia di utenti sparsi per tutto il globo hanno iniziato, fin dagli esordi, a creare capi d’abbigliamento di ogni tipo liberamente ispirati ai loro brand preferiti: da Balenciaga a Celine, da Chanel a Dior, da Burberry a Fred Perry, a Stone Island e tantissimi altri. Naturalmente, la ricaduta nel sempre più dinamico mondo dei social è stata inevitabile, tanto che su Instagram è nato il profilo Animal Crossing Fashion Archive: creato dalla visual artist Kara Chung, che ha anche il merito di aver organizzato la prima sfilata collettiva in Animal Crossing, raccoglie tutte le creazioni realizzate dagli utenti e si pone l’obiettivo di coinvolgere quante più aziende di moda possibili nel videogame.

Nel corso dei mesi, Animal Crossing: New Horizons, da semplice videogame si è trasformato in una vera e propria piattaforma virtuale altamente versatile, andando oltre il concetto di medium videoludico. Ha per esempio sviluppato un forte legame con la cultura, tanto che diversi musei nel mondo, come il MET di New York o il Getty Museum di Los Angeles, hanno deciso di rendere disponibili le loro collezioni all’interno del gioco. In Italia, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano ha addirittura trasposto le opere di Leonardo da Vinci in formato digitale, consentendo a tutti i giocatori di scaricarle e creare la propria esposizione personalizzata in-game. È tutta italiana anche la prima realtà accademica a sbarcare all’interno del videogame, stabilendo di fatto un primato mondiale. Si tratta dell’Università di Macerata, che ha deciso di creare la propria isola digitale all’interno del videogioco, fornendo a tutti i suoi studenti un ulteriore strumento per rapportarsi con il proprio Ateneo in una maniera assolutamente all’avanguardia e in linea con le passioni ed esigenze delle nuove generazioni.

L’entusiasmo e la passione della community di Animal Crossing sono arrivati a influenzare anche il mondo reale: è il caso del bioparco ZOOM di Torino, che ha portato il mondo del gaming virtuale alla realtà. Due mondi che si sono incontrati all’arrivo di una nuova coppia di alpaca. Come sempre è stato chiesto ai follower di segnalare i nomi per i nuovi arrivati e, quasi all’unanimità, sono stati suggeriti “Alpaca e Merino”: un risultato che ha lasciato tutti esterrefatti e che non si era mai verificato in 10 anni. I nomi in questione sono proprio quelli di due alpaca protagonisti di Animal Crossing e, visto il successo scaturito, il parco ha deciso di creare un tour speciale a tema, che ha dato a tutti i visitatori e a tutti gli appassionati la possibilità di vedere a pochi metri di distanza e in versione reale gli animali del videogame.

Animal Crossing: New Horizons ha segnato il debutto della serie Animal Crossing su Nintendo Switch e ha introdotto nuove funzionalità come la realizzazione di oggetti, nuovi modi di decorare sia gli interni che gli esterni, l’esclusivo Nook Phone e tanto altro ancora. Come nei giochi precedenti della serie, i giocatori possono intraprendere tante attività diverse e incontrare nuovi e vecchi personaggi, mentre si godono in pace il trascorrere delle stagioni sull’isola, che seguono in tutto e per tutto quelle della vita reale.

Note:

*Mario Kart 8 Deluxe è attualmente il gioco per Nintendo Switch più venduto a livello globale, con 33.41 milioni di copie. Animal Crossing: New Horizons segue con 31.18 milioni di copie.

Fonte: Nintendo Italia

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, manga, cinema e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.