Toukiden Kiwami: le nuove abilità della volpe Tenko

toukiden kiwami cover
La volpe Tenko sarà anche protagonista indiscussa della Treasure Box che accompagnerà l'uscita nipponica.

La volpe Tenko sarà anche protagonista indiscussa della Treasure Box che accompagnerà l’uscita nipponica.

Il numero di Famitsu di questa settimana parla anche di Toukiden Kiwami, la versione 1.5 di Toukiden: The Age of Demons, l’hunting game firmato KOEI TECMO e Omega Force uscito anche da noi in Europa su PlayStation Vita. Secondo l’articolo del magazine nipponico, la Shinsei Tenkitsune, la rinata volpe Tenko, non sarà solo più utile a raccogliere materiali autonomamente mentre noi saremo impegnati con le missioni di sterminio degli Oni.

Potremo decidere di equipaggiarla con uno spirito Mitama, che crescerà d’esperienza assieme a lei, ma non è tutto: se andremo in missione nella medesima area dove abbiamo mandato la Tenko alla ricerca di materiali, potremo avere la fortuna di incontrarla e di poter contare sul suo supporto. Sarà infine possibile personalizzare maggiormente il suo aspetto fisico, il suo umore e persino il suo verso. A seconda delle caratteristiche selezionate, la soglia di materiale trasportabile potrà variare, così come alcuni particolari effetti aggiuntivi attivabili durante le nostre missioni.

Toukiden Kiwami verrà lanciato in Giappone il prossimo 28 agosto su PSP e PlayStation Vita. KOEI TECMO Europe non ha ancora confermato la localizzazione di questa nuova revisione del gioco.

Fonte: Siliconera, GamesTalk

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.