Mermaid Melody torna con una nuova serie incentrata sulla figlia di Lucia

Mermaid Melody torna con una nuova serie incentrata sulla figlia di Lucia

L’attuale numero della rivista nipponica Nakayoshi di Kodansha ha rivelato una grandissima notizia: Pichi Pichi Pitch, la serie manga di Pink Hanamori meglio conosciuta nel nostro territorio grazie all’adattamento animato Mermaid Melody, riceverà un sequel.

Questa continuazione sarà chiamata Pichi Pichi Pitch aqua, partirà ufficialmente nel numero della rivista Nakayoshi in uscita dal 3 agosto e, dato il successo della serie base, potrà contare su alcune pagine a colori e sarà al centro della copertina. La storia narrata vedrà come protagonista la figlia di Lucia Nanami.

Mermaid Melody torna con una nuova serie incentrata sulla figlia di Lucia

Pichi Pichi Pitch è stato originariamente pubblicato in Giappone dal 2002 al 2005, e conta un totale di sette volumi. Pink Hanamori si è occupata dei disegni, mentre la storia è a cura di Michiko Yokote. Le prime informazioni di Pichi Pichi Pitch aqua riportano però solo la presenza di Hanamori.

Fonte: Kodansha via Anime News Network

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*