SENRAN KAGURA 7EVEN: le recenti politiche sui contenuti hanno rallentato lo sviluppo

SENRAN KAGURA 7EVEN: mostrato l’aspetto di Asuka

Come prevedibile, lo sviluppo del nuovo e attesissimo SENRAN KAGURA 7EVEN sta trovando non poche difficoltà sulla sua strada. Lo rivela in via ufficiale il producer Kenichiro Takaki, che durante una recente intervista ha dichiarato quanto segue:

“Le recenti regole per i contenuti a sfondo sessuale sono diventate ancora più forti e, in tutto rispetto, svilupperemo il gioco in modo che non ci siano fraintendimenti. Alcune cose sono molto più complicate di quanto siano mai state. Per questo motivo, credo proprio che lo sviluppo richiederà un bel po’ di tempo… Vogliamo farcela, e attualmente siamo al punto in cui pensiamo a come poter fare. Tra le tante cose.”

Sebbene Takaki parli della questione in modo generale, è abbastanza palese che si stia riferendo alle nuove politiche Sony, dato che SENRAN KAGURA 7EVEN attualmente è stato annunciato solo per PlayStation 4. Politiche che hanno già fatto alcune vittime, tra cui si può trovare anche un titolo della serie SENRAN KAGURA.

Possiamo quindi tristemente arrivare a una conclusione abbastanza scontata: il settimo capitolo della serie dedicata alle nostre Shinobi preferite, almeno in quanto contenuti, sarà per alcuni lati “diverso” da quello che avevamo imparato ad amare e apprezzare della serie. E non sembra che Takaki e Marvelous abbiano molta voglia di annunciare l’arrivo del titolo anche su altre piattaforme proprio per rilasciare una versione integrale.

Ci auguriamo però di tutto cuore che la compagnia capisca il problema, e al prossimo annuncio possa pensare di semplificarsi la vita puntando a piattaforme più permissive e lasciando stare Sony, per quanto grossa e importante. Basta ricordarsi che in origine la serie è nata proprio su Nintendo, e che anche su PC non se la sta canvando affatto male.

Fonte: Marvelous! via Gematsu

Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.