Phoenix Wright: Ace Attorney 6, i punti salienti dell’ultima intervista allo staff

Phoenix Wright: Ace Attorney 6, i punti salienti dell’ultima intervista allo staff

L’ultima importante intervista di Nintendo Dream è stata fatta a Takeshi Yamazaki e Motohide Eshiro di CAPCOM per quanto riguarda Phoenix Wright: Ace Attorney 6. I due sviluppatori hanno risposto a varie domande sia riguardanti Dual Destinies che il sesto episodio della saga dell’avvocato più famoso del panorama videoludico.

Dopo la pubblicazione di Dual Destinies, Yamazaki era ormai stanco di voler sviluppare altri giochi della serie di Ace Attorney quindi Eshiro si impegnò in qualche modo per fargli ritrovare la voglia di sviluppare. Il primo passo fu portarlo al San Diego Comic-Con dove incontrò alcuni fan occidental della serie e addirittura qualcuno che imparò il giapponese per poter giocare Ace Attorney Investigations 2 (uscito esclusivamente in Giappone). Dopo una conferenza stampa a Taiwan, Yamazaki decise di dare vita a Ace Attorney 6.

La Spirit Vision mostrata nella demo è piaciuta, ma la critica l’ha trovata troppo difficile e poco intuitiva, quindi CAPCOM ha deciso di prestare attenzione ai feedback ricevuti.

La Spirit Vision è simile alla Logic Chess di Ace Attorney Investigations 2 e ci darà un nuovo modo di vedere il crimine dai punti di vista meno probabili, come da quello della vittima, e di indagare nei sentimenti degli imputati. Guardare attraverso il punto di vista della vittima però non vorrà dire scoprire subito il colpevole, potrebbe anche esserci qualche errore o qualche distrazione che ci porterà a commettere sbagli nel nostro giudizio. I movimenti e le azioni di Ace Attorney 6 saranno migliori di quelle di Dual Destinies, la danza di Leifa mostrata nella demo del Tokyo Game Show ne è la conferma. I personaggi principali del capitolo saranno Phoenix e Apollo in egual misura.

Nintendo Dream chiede poi scherzando che cosa succederebbe se avessero fatto due giochi della serie come nella serie Pokémon, e gli sviluppatori rispondono che avrebbero dovuto aggiungere più casi ed episodi e i giochi, per raggiungere la fase finale, avrebbero impegnato quattro anni di tempo.

I modelli 3D di Ace Attorney 6 hanno maggiori dettagli e hanno più espressioni rispetto ai predecessori usati in Dual Destinies, e il gioco si colloca in linea temporale dopo gli eventi del precedente capitolo. Eshiro pensa che Leifa sia un ottimo personaggio. Il suo viso è caratterizzato dalla presenza di un tatuaggio e sarà un antagonista insolito, visto che si ritroverà al fianco dei protagonisti. Senza fare troppi spoiler, si prevedono probabili connessioni con il villaggio di Kurain visto nella prima trilogia di Ace Attorney.

Ogni episodio sarà diverso dall’altro, anche perchè avrà una diversa persona a occuparsi della sceneggiatura con il team pronto poi a lavorare insieme per completarlo.

Yamazaki e Eshiro chiudono dicendo che il sesto episodio della serie sarà il più grande e il più complesso Ace Attorney di sempre. Il gioco, secondo gli sviluppatori, è quasi giunto al completamento e si sta lavorando per eliminare qualsiasi errore e farlo diventare l’Ace Attorney più bello di sempre.

Fonte: Nintendo Dream via Nintendo Everything

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Riccardo Piras
Ha reagito all'annuncio di Bloodstained: Ritual of the Night come Paolo Brosio con il Papa. Termina Golden Axe almeno una volta al mese. Da dieci anni.
ilCirox Channel - Memes, offerte e games