SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE – Trailer per il Chained Ogre

SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE

Siete pronti a conoscere una nuova e spaventosa creatura di SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE? Che lo siate o meno, Activision e FromSoftware hanno da poco deciso di rilasciare in rete uno spettacolare trailer dedicato al pericoloso Chained Ogre, con cui dovremo presto fare i conti all’interno del gioco.

Prima di mostrarvi tutta la sua ferocia, vi ricordiamo che il titolo è atteso dal 22 marzo sulle nostre PlayStation 4, Xbox One e PC via Steam.

SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE – Chained Ogre Trailer

Intraprendi il cammino verso la vendetta in una nuova avventura di FromSoftware, gli sviluppatori di Bloodborne e della serie Dark Souls.

In Sekiro: Shadows Die Twice vestirai i panni di un “lupo senza un braccio”, un guerriero sfregiato e caduto in disgrazia, salvato a un passo dalla morte. Il tuo destino è legato a un giovane di nobili origini, discendente di un’antica stirpe: per proteggerlo affronterai numerosi nemici, tra cui lo spietato clan Ashina. Niente ti fermerà nella pericolosa missione per riscattare il tuo onore e liberare il giovane signore, nemmeno la morte stessa.

Esplora il Giappone alla fine del 1500, in pieno periodo Sengoku: un’era violenta percorsa da conflitti brutali e in bilico tra la vita e la morte. Affronta straordinari nemici in un mondo oscuro e perverso. Scatena protesi letali e potenti abilità ninja unendo azione furtiva, movimento verticale e combattimenti viscerali in un’avventura sanguinolenta.
Vendicati. Riscatta il tuo onore. Uccidi con astuzia.

Fonte: FromSoftware via TwInfinite

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*