FINAL FANTASY XVI: priorità al doppiaggio inglese per via del motion capture

FINAL FANTASY XVI

Grazie alla recente apparizione nella trasmissione Washagana TV, il buon Naoki Yoshida, producer di FINAL FANTASY XVI, ha rilasciato qualche aggiornamento riguardante il doppiaggio del gioco.

Ecco quanto comunicato durante la diretta:

Lavoro a FINAL FANTASY XIV da otto anni ormai, ma non sono mai stato a una sessione di doppiaggio. Ho le mie politiche a riguardo. Se vado, dato che scrivo anche dei dialoghi, vorrei intervenire e dire le mie opinioni, dando l’impressione che ci siano due sound director. Credo che i doppiatori potrebbero avere difficoltà se il produttore / regista arriva e dice cose diverse da quelle che sono state dette dallo stesso direttore del suono. Quindi non vado alle sessioni di registrazione vocale.

Non sto andando neanche a quelle di FINAL FANTASY XVI. Dato che non sono la persona incaricata a scrivere la storia. Durante gli appositi meeting ho espresso la mia opinione, come ‘credo che questo debba essere cambiato, considerando le emozioni del protagonista…’. Il team ha fatto un grandissimo lavoro, tenendo anche in considerazione le mie opinioni.

Per stavolta, la registrazione inglese è andata per prima. Ci stiamo concentrando sull’inglese britannico.

Dobbiamo anche registrare i movimenti facciali. Non possiamo sempre animare a mano ogni scena. Questa volta faremo motion capture facciali completi, ed è proprio questo il motivo per cui la versione inglese aveva la priorità sugli altri. Presto inizieremo la versione giapponese..

FINAL FANTASY XVI è attualmente in sviluppo per PlayStation 5.

Fonte: Washagana TV via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*